Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 


SULLE NEVI DELLA BASILICATA



Basilicata


La neve che non ti aspetti fra ciaspolate e alpinismo invernale


La notevole diversità ambientale della Basilicata la rende una regione in grado di offrire tutto l'anno attrattive naturalistiche e paesaggistiche uniche in Italia, tanto da poter essere suddivisa in sei differenti aree:

1) Vulture e Melfese a nord est, con altopiani coltivati e alternanza di boschi e vigneti

2) Potentino e Dolomiti Lucane a nord ovest, con una prevalenza di boschi e montagne con un'altezza fra i 1200 e 1600 metri

3) Lagonegrese e Pollino a sud ovest, la vera montagna lucana con cime che superano i 2000 metri di altezza e ampie foreste

4) Val d'Agri al centro ovest, un altopiano che segue il corso del Fiume Agri fino a convergere nella piana di Metaponto

5) Collina Materana al centro est, caratterizzata da brulle argille e calanchi

6) Metapontino a sud-sud est, una vasta pianura alluvionale che termina con una costa bassa e sabbiosa

Sono proprio le caratteristiche morfologiche della Basilicata a determinare un clima che cambia di zona in zona, con la parte orientale della regione che risente dell'influsso del Mare Adriatico a cui si contrappone l'orografia del territorio e l'altitudine irregolare delle montagne. Procedendo dalla costa verso l'interno della regione già a partire dai 300-400 metri di quota gli inverni divengono rigidi e umidi e la neve può fare la sua comparsa diverse volte all'anno da novembre a marzo inoltrato. Ma è la parte di montagna appenninica quella in cui gli inverni risultano molto freddi, soprattutto oltre i 1000 metri di quota, dove la neve al suolo rimane fino a metà primavera o, sui rilievi maggiori, fino alla fine di maggio. Ad esempio a Potenza, il capoluogo regionale posto a 819 metri s.l.m., l'inverno può essere molto nevoso e le temperature possono scendere anche di molti gradi sotto lo zero, risultando tra le città più fredde d'Italia.

E sono proprio le nevicate invernali a rendere ancora più attraenti le montagne lucane, così vestite di bianco e attrezzate con impianti sciistici come quelli dei comprensori di Sellata-Arioso, di Viggiano, del Monte Volturino, del Sirino, le piste di Rotonda, di Viggianello e Terranova del Pollino. Località in cui poter praticare lo sci alpino, lo sci di fondo, lo snowboard con la guida di maestri di sci oppure percorrere itinerari scialpinistici o con le racchette da neve con guide specializzate. Ammantate di bianco le montagne lucane offrono selvaggi scenari naturali in cui avventurarsi in salite alpinistiche invernali fra creste e canali di neve e ghiaccio.

Inverno in Basilicata

Per gli amanti della montagna anche in inverno sono tante le possibilità offerte dalla Basilicata, sempre all'insegna dell'avventura e della vita all'aria aperta:


CIASPOLATE

Dire "Basilicata + neve" significa dire Pollino, luogo ideale in cui effettuare lunghe escursioni sulla neve con le ciaspole ai piedi. Il Parco Nazionale più grande d'Italia offre innumerovoli percorsi per questo tipo di attività sulla neve, da semplici passeggiate a bassa quota a escursioni più impegnative fin sulle cime oltre i 2000 m. E lo spettacolo non finisce di giorno: nelle notti di luna piena le ciaspolune, escursioni notturne con le racchette da neve, vi porteranno a vivere magiche avventure nel silenzio dei boschi ammantati di neve. Il tutto accompagnati da guide esperte che vi porteranno alla scoperta delle fantastiche forme ricoperte di neve create dal Pino Loricato, albero simbolo del Parco del Pollino.

Due proposte su tutte:

Ciaspolata Colle Impiso - Bivacco di Gaudolino:

In circa 4 ore andata e ritorno, una lunghezza di circa 8 km e un dislivello in salita di 200 m e altrettanti in discesa si parte dal Colle dell'Impiso e si scende verso il Torrente Frida e il Piano di Vacquarro Basso, sovrastato dal Monte Timpone di Mezzo, spartiacque della catena centrale del Pollino. Attraversata tutta la distesa bianca si costeggia il corso del Frida e si sale per entrare di nuovo nella faggeta. Raggiunto il Piano di Vacquarro Alto lo sguardo spazia sul versante settentrionale della Serra del Prete, con l'evidente conca sulla cima occupata da un ghiacciaio al tempo della glaciazione wurmiana. Passando per la fontana Spezzavummola si prosegue fino a raggiungere il Piano Gaudolino, uscendo dal bosco su una radura innevata dove sorge il Bivacco Gaudolino, recentemente trasformato in una baita per gli escursionisti e da cui ammirare i Pini Loricati abbarbicati sulle creste rocciose del Monte Pollino.

Ciaspolate in Basilicata

Ciaspolata degli Dei:

Un percorso più impegnativo di 14 km di lunghezza e 550 metri di dislivello che in circa 7 ore permette di raggiungere la cima della Serra Crispo (2050 m) e tornare al Colle dell'Impiso. Si tratta di uno degli itinerari più belli, tnato da essere chiamato "Giardino degli Dei" perché qui crescono i più bei Pini Loricati del Pollino. Dal Colle dell'Impiso si scende verso i Piani Vacquarro, da cui si prosegue sulla strada lungo il Torrente Frido e ci si addentra nella foresta di faggi. Si risale alla radura del Piano Rummo e si prosegue in salita fino al Piano Toscano, da cui appaiono la Serra delle Ciavole, la Serra Dolcedorme e il Monte Pollino. Si giunge quindi alla Grande Porta del Pollino, il passo che divide Serra delle Ciavole da Serra della Porticella. Raggiunta quest'ultima si prosegue lungo il suo crinale attraversando un altro eccezionale gruppo di Pini Loricati fino alla cima della Serra Crispo, da cui, nelle giornate limpide, si scorge anche il profilo della costa ionica da Taranto a Sibari.


SCIALPINISMO E ALPINISMO INVERNALE

La memoria alpinistica invernale del Parco Nazionale del Pollino, il più esteso d'Italia, e del Parco Nazionale dell'Appennino Lucano Val d'Agri Lagonegrese, che ne è il più giovane, riguarda solo avvenimenti recenti o recentissimi; tra i fattori determinanti questo stato di cose, al primo posto vi è certo una diffusa cultura di montagna fondamentalmente basata sul trekking, tramandatasi tal quale per troppo lungo tempo.

In Calabria e Basilicata le attività invernali legate a neve e ghiaccio si attuano in genere tra l'inizio di dicembre (negli anni più fortunati) e la metà o la fine di aprile (in quelli più freddi) e con alterne fortune dipendenti dall'estrema variabilità meteorologica e dai forti sbalzi di temperatura cui i monti di queste zone sono sottoposti: lo scirocco è di solito il primo imputato (insieme al libeccio) della veloce trasformazione dello strato nevoso che, se in molti casi porta all'auspicabile rapido consolidamento del fondo di pendii e canali, in altri è il responsabile della sua completa scomparsa in zone in cui solo pochi giorni prima si poteva valutare consistente e abbondante. Da ciò è facile dedurre che qui, molto più che in altre latitudini, l'alpinista soddisfatto sarà quello capace di cogliere l'attimo giusto per il singolo itinerario, cosa niente affatto agevole soprattutto per chi, non del posto, non ha possibilità di contatto preventivo.

Pimi loricati



Sulle possibilità alpinistiche della Basilicata, soprattutto invernali, ha pubblicato una splendida guida di ben 416 pagine l'alpinista Guido Gravame (Ed. Idea Montagna Editoria e Alpinismo, 2015):

Libro Sud Verticale Sud Verticale

Guida alpinistica a 180 vie di ghiaccio, roccia e scialpinismo

Le relazioni di 76 vie di ghiaccio, 32 itinerari di scialpinismo, 71 vie di roccia, 2 vie ferrate e 9 falesie nell'Appennino Lucano e Parco del Pollino, con foto, tracciati e relazioni dettagliate.

La guida più completa per vivere il verticale durante le quattro stagioni in una delle zone più belle dell'Italia Meridionale: ben 180 vie alpinistiche, alcune dei quali poco note, suddivise in schede con descrizione dettagliata dei percorsi di avvicinamento e salita, difficoltà, lunghezze dei tiri di corda, soste, punti di calata, foto a colori con tracciato della via e schizzi tecnici delle vie di arrampicata.

Ben 180 vie scelte nei gruppi del Sirino, Volturino, Parco del Pollino, Raparo, Monte Alpi, Monte Sellaro, Timpa Falconara, Pietra del Demanio, Timpa di Porace e tante altre zone selvagge e affascinanti dell'Appennino Lucano.

La guida si compone di 5 parti ben distinte, corrispondenti alle 5 attività verticali praticabili nei Parchi del Pollino e dell'Appennino Lucano. La zona ha vissuto l'incursione, circa 35 anni fa, di uno dei più grandi alpinisti italiani, Alessandro Gogna. Il fortissimo e celebre alpinista genovese pubblicò infatti il libro Mezzogiorno di Pietra, rendendosi protagonista di un lungo viaggio di ricerca tra canyoning, arrampicate e trekking negli allora quanto mai vergini territori montuosi del Sud Italia, dedicando un intero capitolo alla zona del Pollino.

Ciaspolate in Basilicata


Questa guida presenta quindi una selezione di vie alpinistiche fra roccia, ghiaccio e scialpinismo in Basilicata e Calabria, regioni in cui l'arrampicata lancia i primi veri vagiti durante gli anni '90 e quindi, come per le altre discipline montanare, ha qui una memoria storica semi attuale.

Guarda tutti i dettagli su questo libro di alpinismo in Basilicata


INVERNO SULLE MONTAGNE LUCANE

Fra le cime che superano i 2000 metri di altezza in Basilicata ideali per itinerari invernali vi sono tre importanti nomi:

Serra del Prete - 2180 m


La Serra del Prete (foto pollinofantastico.blogspot.it)


Cima posta sul confine fra Basilicata e Calabria che offre un'ottima vista su tutto il Gruppo del Pollino e sulla Basilicata. Relazione via normale Serra del Prete

Serra di Crispo - 2053 m

Serra di Crispo
Serra di Crispo


Nonostante sia superata in altezza dalla gran parte delle altre cime principali del massiccio, la Serra di Crispo può essere considerata la più affascinante di queste: posta in un territorio incontaminato e poco frequentato, ospita sulla sua cresta sud il rigoglioso boschetto di splendidi pini loricati detto "Giardino degli Dei". Dalla cima il panorama è superbo: oltre altre grandi cime del Pollino (Serra Dolcedorme, Monte Pollino, Serra del Prete e Serra delle Ciavole), lo sguardo può spingersi a nord ovest fino al Cilento e al Mar Tirreno, a nord sull'Appennino Lucano e ad est sulle Timpe Orientali e il Mar Ionio. Relazione via normale Serra di Crispo

Monte del Papa - 2005 m

Monte del Papa
Il Monte del Papa


Il Monte del Papa, con le sue tre gobbe sommitali (una quotata 2003 m e due 2005 m), costituisce l'elevazione principale del Massiccio del Sirino e l'unica cima da 2000 m interamente in territorio lucano. Si innalza quasi isolata a circa 20 km di distanza dalla costa tirrenica, in posizione intermedia tra il basso Appennino Campano (Picentini e rilievi del Cilento) e l'alto Appennino Calabro (Pollino e Monti di Orsomarso). Alle sue pendici sorge lo splendido Lago Laudemio, il più meridionale lago glaciale d'Europa e base di partenza della via normale. Relazione via normale Monte del Papa

Ciaspolate in Basilicata


Foto di Adalberto Corraro e Gigi Poerio - Infopollino Centro Escursioni


Alcuni riferimenti utili:

APT BASILICATA - www.aptbasilicata.it
TURISMO IN BASILICATA - www.basilicataturistica.it/outdoor
PARCO NAZIONALE DEL POLLINO - www.parcopollino.it

COLLEGIO REGIONALE MAESTRI DI SCI DELLA BASILICATA: www.maestriscibasilicata.it

INFOPOLLINO CENTRO ESCURSIONI: www.infopollino.com
Adalberto Corraro: guida escursionistica e autore del libro "Il paradiso delle ciaspole"
Tel: 349/2176398 - [email protected] - Tel. 338/2333888 - [email protected]

Lucania Nordic Fitness
Donato Filippi: maestro di sci di fondo e istruttore nordic walking
Tel: 328/6469189 - [email protected]

ADS BASILICATA SPORT & ADVENTURE
Gabriele Lotano: Tel: 320/6062354 - 320/7925823 - [email protected]

ASSOCIAZIONE PIETRASASSOSPORT: 339/3154816 - [email protected]

ASSOCIAZIONE ITALIANA GUIDE AMBIENTALI ESCURSIONISTICHE BASILICATA: [email protected]

Per informazioni:

APT Basilicata

Via del Gallitello, 89 - 85100 POTENZA
Tel. 0971 507611
E-mail: [email protected]

Via De Viti De Marco, 9 - 75100 MATERA
Tel. 0835 331983
E-mail: [email protected] sito web: www.aptbasilicata.it



Condividi su:  Share    




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Dolomiti di Brenta Dolomiti di Brenta

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Stubai - Piccozza da piolet-traction

Piccozza per canali di neve e pareti nord e creste di misto.

Ottima per salite su ghiaccio e misto classiche, pareti nord, canali ripidi.

Un prezzo del genere per una piccozza da piolet-traction non si trova!


Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna


27/11/2019 - Milano Mountain Film Festival 2019
Dal 27 al 30 novembre a Milano, Sala Gregorianum - Ore 20.45


11/11/2019 - Festival delle foreste 2019
Dal 11 al 15 novembre a Bergamo


06/11/2019 - Presentazione del Festival delle foreste 2019
Conferenza stampa di presentazione dell'evento cinematografico dedicato alle foreste


25/10/2019 - Archeologia di montagna in Busa delle Vette
Il 25 ottobre a Feltre una conferenza stampa e una serata per presentare i risultati di 5 anni del progetto UpLanD


21/10/2019 - Progetto LIFE WolfAlps EU
Obiettivo convivenza uomo-lupo a livello alpino


15/10/2019 - Top 15 scalatori
Di nuovo in home page l'elenco dei principali scalatori che inseriscono relazioni di scalate


08/10/2019 - Come scegliere un casco
Modelli Salewa da alpinismo e da sci


08/10/2019 - Mammut partner ufficiale di Milano Montagna Week
Dal 14 al 20 ottobre 2019 Sustainable Outdoor Days e European Outdoor Film Tour


28/09/2019 - La Sportiva Strange Heroes prosegue la web series
Il nuovo episodio di La Sportiva Strange Heroes focalizzato sullo storytelling dell'atleta inglese James Pearson


28/09/2019 - European Outdoor Film Tour 2019-20
Avvincenti storie e avventure dal monto outdoor sul grande schermo


27/09/2019 - Mammut Elements episodio 4 Wanderwalls
Michael Piccolruaz è il protagonista di questo ultimo episodio


10/09/2019 - Action Magazine - Disabili in corsa
Sulla Via Francigena contromano... e contro i pregiudizi


10/09/2019 - Stop alla plastica al Rifugio Quintino Sella
Iniziati i lavori per l’ampliamento del rifugio a 3585 m, obiettivo abbattere l'utilizzo della plastica almeno dell'80%


05/07/2019 - Outstanding Outdoor Award per i Westalpen Softshell Pants
I WESTALPEN SOFTSHELL PANTS fanno parte del nuovo sistema WESTALPEN di ORTOVOX


24/06/2019 - Molveno, il lago più bello e pulito anche nel 2019
Il Lago di Molveno si conferma vincitore della classifica dei laghi per il 6° anno consecutivo


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer