Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Calvera + Monte Vigna Soliva + Pizzo della Corna - 2347 m


Relazione della salita - Cima n° 3397


Foto via normale Monte Calvera + Monte Vigna Soliva + Pizzo della Corna non disponibile Regione: Lombardia (BergamoItaliane

Alpi e Gruppo: Prealpi - Prealpi Lombarde - Gruppo Alpi Orobie

Provincia: Bergamo

Punto di partenza: Gandellino, Tezzi Alti (mt. 969)

Versante di salita: S

Dislivello di salita: 1600 m - Totale: 3200 m

Tempo di salita: 4,30 h - Totale: 8,30 h

Periodo consigliato: primavera - autunno

Valle: Val Sedornia - Altre cime della Val Sedornia
Punti di appoggio: Rifugio Mirtillo (mt.2000)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia con ometti
Difficoltà:   EE - (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Autore: Manuela B.  Profilo di Manuela B. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 20/06/2020
Data pubblicazione: 22/06/2020
N° di visualizzazioni: 180
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna

Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

Questa escursione prevede un percorso ad anello ed una traversata in cresta, toccando dapprima il Monte Calvera (mt.2292), successivamente il Monte Vigna Soliva (mt 2347), che è la quota più alta tra le tre, ed infine il Pizzo della Corna (mt.2330). Percorso poco gettonato, con traccia sempre segnata da ometti o radi bolli.


Accesso:

Una volta giunti a Gandellino, si sale sino alla frazione Tezzi Alti, ove, al termine della strada asfaltata, parcheggiamo l´auto nei comodi parcheggi. Imbocchiamo poi la mulattiera sulla dx della strada, ove vi sono i cartelli indicatori. Percorriamo la suddetta mulattiera (sentiero num. 309), superando la fonte di San Carlo (1165 Mt.). Giunti ad un secondo bacino idrico la strada si divide. Noi teniamo a sx. Continuiamo la ripida salita della mulattiera sino a quando, dopo circa un'oretta di cammino dalla macchina, troviamo, sulla sx del percorso, un cartello indicatore, attaccato ad un albero, con la scritta "Monte Calvera" (stiamo attenti a non perdere questa indicazione).


Descrizione della salita:

Seguiamo il cartello indicatore ed il sentiero (sempre con ometti), che per oltre 20 minuti ci fa percorrere un ripido bosco. Usciti dal bosco teniamo a sx, in direzione ovest, seguendo la traccia nell´erba quasi in falsopiano. Con alcuni saliscendi tra l´erba alta e cespugli, arriviamo ad una zona caratterizzata dalla presenza di grossi massi isolati ed, alzandoci, possiamo vedere sotto di noi anche i cerchi irregolari di alcuni recinti di pietra. Qui ora stiamo ben attenti a non perdere la traccia (è l´unico punto ove porre particolare attenzione): per orientarci, puntiamo verso nord-ovest, con lo sguardo in direzione di uno spigolo roccioso rossastro in alto e del vallone ricco di massi dal colore violaceo (ometti sempre presenti). Scendiamo leggermente, ignorando l´evidente traccia che sale dritta tra l´erba, trovandoci ai piedi del suddetto vallone. Attraversiamo quindi questo vallone, alla sua base. Continuiamo a salire seguendo vari ometti e la traccia. La pietraia rimane di fatto alla nostra destra, mentre noi siamo sul lato sinistro del vallone. Dopo circa 30´ di ripida salita, sempre su traccia, arriviamo ad una pozza rotonda ed un riparo fatto di pietre coperte da un telo plastificato. Qui pieghiamo a dx, seguendo la traccia in diagonale, e salendo tra pietre ed erba. Si sale fino a trovarci sotto alla croce. Per raggiungerla dobbiamo proseguire ancora verso destra e poi, una volta raggiunta una specie di crestina, alla cui sinistra si trova una trincea naturale, si segue questa verso sinistra. In breve si giunge ai piedi della croce in ferro, con libro di vetta. Siamo quindi giunti all´anticima del Monte Calvera. Per raggiungere la cima vera e propria proseguiamo lungo la crestina per poi andare leggermente a destra e tra vallette, conche, spaccature e dossi, portandoci sotto l´evidente gradone roccioso che si innalza di una ventina di metri davanti a noi. Scendiamo per pochi metri alla sua base e lo risaliamo grazie ad un canalino molto facile. All´uscita pieghiamo a sx per scendere lungo la traccia che ci permetterà di risalire la vetta del Calvera. In breve, su facili roccette ed erba, arriviamo sulla cima vera e propria del Monte Calvera (20-30 minuti dalla croce, mt. 2292, ometti in vetta). Qui vediamo distintamente la nostra prossima meta, il Vigna Soliva. Continuiamo lungo la dorsale, che gradualmente perde quota per poi risalire e seguirne il corso fino al pendio finale che termina sulla cima del Monte Vigna Soliva (mt. 2347, ometti in vetta). Da qui si discende nuovamente per poi salire la cresta che ci porta sull´ultima delle nostre mete, il Pizzo della Corna (mt.2330, nulla in vetta).


Discesa:

Scendere dal Pizzo della Corna, sempre per cresta, lungo il versante opposto a quello salito e sempre per traccia, puntando agli impianti sciistici di Lizzola. Giunti alla base della cresta del Pizzo della Corna, risaliamo il cupolone erboso del Monte Cavandola, di fronte a noi, per poi scendere al Rifugio Mirtillo (mt. 2000), ove arriva il sentiero che parte da Lizzola. Dal rifugio proseguire verso dx, lungo il sentiero 401, che costeggia, dapprima in falso piano, le pendici del monte Sponda Vaga e gli impianti da sci. Proseguire in discesa sempre lungo questo sentiero, che a tratti diventa una traccia tra i prati, sino a che troviamo un cartello indicatore per la Val Sedornia ed il sentiero diviene il num.309. Proseguiamo attraverso il bosco sino a quando lo stesso termina sulla mulattiera. Qui prendiamo a dx, continuiamo sempre su mulattiera, attraversiamo una zona pic-nic, seguiamo il cartello indicatore che ci indica Tezzi Alti, piegando leggermente a dx, attraversiamo un torrente ed in breve ci ritroveremo al bivio del bacino idrico, quindi Fonte San Carlo e Tezzi Alti.


Note:

Escursione non tecnicamente difficile, ma molto lunga e fisicamente impegnativa, per tempo e km percorsi (circa 24km). Gli ometti e le tracce sono sempre evidenti, è però importante non perdere la concentrazione onde evitare di sbagliare. Escursione adatta a chi cerca percorsi poco frequentati.


© VieNormali.it


Revisione: relazione rivista e corretta il 01/07/2020 dalla redazione di VieNormali.it

  


Carte escursionistiche sulle Prealpi:



Libri suggeriti sulle Prealpi:


Prealpi Lombarde Centrali  Prealpi Lombarde Occidentali  Prealpi Bresciane  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Nel giardino di pietra  Corni di Canzo e Moregallo  Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni  Ghiaccio delle Orobie
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Ghiaccio Orobico - Michele Cisana
           >> Arrampicate sportive e moderne fra Lecco e Como - Eugenio Pesci
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 1 - Alessio Pezzotta
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 2
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 3
           >> Prealpi Lombarde Centrali
   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Climbing Technology - Rampone Nuptse Evo

Ramponi a 12 punte per alpinismo e vie di misto. Struttura in acciaio temprato e verniciato, punte anteriori nervate per una migliore tenuta sul ghiaccio. Innovativo sistema di macro-regolazione ultra rapido per spostarsi facilmente tra i due intervalli di misura scarpa 36-43 / 42-47. Nuovo sistema di regolazione taglia a doppia leva, facilmente utilizzabile anche con una sola mano. Antibotts intercambiabili fissati ad incastro e dotati di soffietto che impedisce la formazione dello zoccolo.


Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer