Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Cima Baione - Canale Ovest - 2421 m


Relazione della salita - Cima n° 2994


Via Normale Cima Baione - Canale Ovest

Cima Baione con il percorso di salita (rosso) e discesa (giallo)
Regione: Lombardia (BergamoItaliane

Alpi e Gruppo: Prealpi - Prealpi Lombarde - Gruppo Concarena

Provincia: Bergamo

Punto di partenza: Rif. Cimòn della Bagozza (1600 m)

Versante di salita: W-E-S

Dislivello di salita: 900 m - Totale: 1800 m

Tempo di salita: 3,15 h - Totale: 6 h

Periodo consigliato: marzo - aprile

Valle: Val di Scalve - Altre cime della Val di Scalve
Punti di appoggio: Rif. Cimòn della Bagozza (1600 m)
Tipo di via: Via di ghiaccio
Tipo di percorso: Senza traccia
Difficoltà:   EEA - AG - II+ - AD- (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: KOMPASS Edolo - Aprica 1:50000
Autore: Roberto Ciri Profilo di Roberto Ciri - Altre salite dell'autore
- Segui Roberto Ciri su Google+
Data della salita: 20/04/2017
Data pubblicazione: 21/04/2017
N° di visualizzazioni: 535

Introduzione:

La Cima Baione domina l'omonimo vallone sottostante e costituisce un caratteristico angolo dall'aspetto dolomitico del Sottogruppo del Cimòn della Bagozza. Rocciosa e quasi verticale sul versante ovest, rocciosa e erbosa su quello est ma comunque molto ripida, può essere salite dal sent. 6 delle Orobie che vi passa sotto a partire dal P.so di Baione per ripido canalone e rampa di erba e roccette. Viene qui proposta una salita alternativa per il Canale Ovest e il Canalino Est da effettuare in primavera con neve stabile e ben rigelata, un itinerario raramente percorso (a detta del gestore del Rif. Cimòn della Bagozza) in salita e men che meno in discesa per il Canale Nascosto e il Canale del Coperchio (toponimi proposti). Si tratta di un itinerario alpinistico piuttosto ripido, soprattutto la discesa, adatto a quanti siano avvezzi a percorrere canali innevati con pendenze fino a 50°-60°, con una calata a corda doppia obbligatoria per superare un salto verticale nel Canale del Coperchio. L'ancoraggio per tale calata è stato realizzato dall'autore con due chiodi e cordino con maglia rapida ed era in precedenza assente.


Accesso:

Da Darfo Boario seguire le indicazioni per la Val di Scalve e Schilpario, superare il paese con la strada che lo aggira in basso a destra e risale la valle, proseguendo verso il P.so del Vivione fino al piccolo parcheggio appena sotto il Rif. Cimòn della Bagozza (1600 m). Se la strada per il Rif. Cimòn della Bagozza è sbarrata, dal parcheggio più in basso seguire il sentiero che taglia in vari punti la strada e sale per prati e bosco fino al rifugio. Dal rifugio proseguire lungo la strada lastricata e sterrata per il P.so Campelli fino a raggiungere un'ampio pianoro con una curva verso sinistra, ove abbandonare la strada (0,30 h dal rifugio).


Descrizione della salita:

Dalla curva dove si abbandona la strada deviare a destra entrando in un pendio di rocce crollate cercando di individuare gli ometti di sassi per attraversare tale discarica di massi o trovando un libero percorso da sé. Attraversata questa zona si deve puntare a raggiungere il ghiaione che si ha di fronte e che scende dalle pendici delle Cime di Baione, da seguire verso destra in traversata per vaga traccia fino a entrare nel vallone innevato sotto la Cima di Baione (Vallone del Baione, 0,20 h). Risalire tutto il vallone man mano più ripido con pendenze fino a 40° curvando verso sinistra dove si dirama proprio sotto la parete ovest della Cima Baione e risalire il canale che poi svolta a destra. Trascurare due corte diramazioni secondarie sulla sinistra e risalire tutto il largo canale con pendenza a tratti di 45° fino a uscirne sulla forcella a nord della Cima Baione (1,10 h, 300 m, F+, max 45°). Dalla forcella risalire in obliquo verso sinistra (guardando il canale appena salito) per un pendio man mano più ripido (max 50°) che conduce all'intuibile Canalino Est di salita alla Cima Baione (0,15 h). Risalire lo stretto canalino roccioso (25-30 m, AD-, max 60°, II+ con ghiaccio) uscendo su una comoda forcella con grosso spuntone roccioso. Da qui per salire la Cima Baione conviene scendere a sinistra per canale di ghiaie e erba traversando verso l'evidente forcella tra la cima e il Torrione di Mezzo, dalla quale si sale per facile ma ripida rampa di zolle d'erba e roccette che conduce direttamente all'ometto di sassi sulla cima (1 h).


Discesa:

Dalla cima tornare alla forcella con il Torrione di Mezzo e qui scendere a destra per il ripido canale sottostante il torrione (Canale Nascosto, toponimo proposto dato che non è visibile dal basso). Scendere senza difficoltà il ripido canale passando per una bella strettoia sotto una parete inclinata e proseguire fino a una aerea e affilata sella di neve con davanti una aguzza guglia triangolare (PD-, max 45°). Qui il canale si sdoppia: a sinistra scende meno ripido fino al Vallone di Baione, a destra scende più ripidi per il Canale del Coperchio. Scendere a destra (max 50°) fino a raggiungere la grande lastra di roccia orizzontale (il coperchio) che copre un salto verticale di ca. 6-7 m (coperto solo con nevicate eccezionali). Sulla parete di sinistra si trova l'ancoraggio per la doppia (2 ch. con cordino e maglia rapida), con cui superare il salto fino al sottostante proseguimento del canale. Discendere il resto del canale, inizialmente molto ripido (max 50°) con una possibile piccola crepa terminale più ripida in presenza di poca neve, poi man mano meno ripido fino a raggiungere il Vallone del Baione. Seguendolo in ripida discesa si torna al ghiaione e al punto di partenza, oppure, se la neve resta dura, si può proseguire lungo il vallone restando sul versante destro sotto la Cima Mengol per poi risalire brevemente e scendere al Laghetto dei Campelli, da cui per sentiero al rifugio (3 h).


Note:

Canale ovest: 300 m, F+, max 45°
Canalino Est: 30 m, AD-, max 60°, II+ con ghiaccio
Discesa per il canale nascosto sotto il Torrione di Mezzo: 250 m, PD+, max 50°, doppia di 10 m ca.
Il Canale del Coperchio (nome proposto per la grande lastra di roccia orizzontale che copre un largo camino) viene raramente percorso solo con neve che copra il difficile salto roccioso verticale, ma ora c'è una nostra sosta su 2 ch. e cordino con maglia rapida (la maglia rapida è stretta e va bene per corda da 8,1 mm, per corde di diametro maggiore è necessario mettere una maglia rapida più larga). Il gestore del Rif. Bagozza ha detto che sono due canali che sale e scende lui in sci e raramente pochi altri solo con neve abbondante. L'assenza di ancoraggi per corda doppia sopra il salto verticale con la lastra che fa da coperchio porta a pensare che in assenza di neve abbondante il canale non sia mai stato sceso. Ora la discesa è fattibile grazie all'ancoraggio fissato ieri. Salita e discesa effettuata da Roberto Ciri e Gianpaolo Brignoli il 20/04/2017. La calata in doppia può essere evitata scendendo per il ramo sinistro orografico del Canale Nascosto laddove si biforca presso la guglia triangolare, che porta direttamente al Vallone di Baione.


© VieNormali.it

Via Normale Cima Baione - Canale Ovest - Lungo il Canale Ovest
Via Normale Cima Baione - Canale Ovest - La rampa per la cima
Via Normale Cima Baione - Canale Ovest - Il salto nel Canale del Coperchio
Lungo il Canale Ovest La rampa per la cima Il salto nel Canale del Coperchio

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Prealpi:


Prealpi Lombarde Centrali  Prealpi Lombarde Occidentali  Prealpi Bresciane  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Nel giardino di pietra  Corni di Canzo e Moregallo  Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni  Ghiaccio delle Orobie
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Ghiaccio Orobico - Michele Cisana
           >> Arrampicate sportive e moderne fra Lecco e Como - Eugenio Pesci
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 1 - Alessio Pezzotta
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 2
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 3
           >> Prealpi Lombarde Centrali

Revisione: relazione rivista e corretta il 21/04/2017 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Ladakh con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer