Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Corno di Lago Scuro - 3166 m


Relazione della salita - Cima n° 1133


Via Normale Corno di Lago Scuro
Il C.no di Lago Scuro visto salendo alla P.ta Castellaccio
Regione: Lombardia (Brescia-TrentoItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Adamello

Provincia: Brescia-Trento

Punto di partenza: Passo Paradiso (q. 2585 m)

Versante di salita: N

Dislivello di salita: 600 m - Totale: 1200 m

Tempo di salita: 2,15 h - Totale: 5,00 h

Periodo consigliato: luglio - settembre

Punti di appoggio: Capanna Presena (q. 2729 m)
Tipo di via: Via ferrata
Tipo di percorso: Sentiero attrezzato
Difficoltà:   EEA - A - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: KOMPASS N. 639 - Presanella 1:25000
Autore: Roberto Ciri Profilo di Roberto Ciri - Altre salite dell'autore
- Segui Roberto Ciri su Google+
Data della salita: 12/08/2009
Data pubblicazione: 07/09/2009
N° di visualizzazioni: 11727

Introduzione:

Il Corno di Lago Scuro è la seconda elevazione per altezza della lunga cresta rocciosa che dalla Punta di Castellaccio arriva fino al M. Mandron, punto più alto della cresta di confine fra le province di Brescia e Trento. Il percorso descritto è il bellissimo sentiero attrezzato dei Fiori, mentre la via normale vera e propria è quella che sale dal Rif. Città di Trento al Mandron, che si raggiunge dalla Val di Genova partendo da Malga Bedole o dal Passo del Maroccaro, partendo dal Passo Paradiso e risalendo il ghiacciaio di Presena. La salita dal Rif. Città di Trento è facile e ben segnata, raggiunge il P.so di Lago Scuro (q.2970 m) e sale alla cima seguendo la cresta SW, prima per una trincea scalinata e poi per facili roccioni, passando per il Biv. Amici della Montagna appena sotto la cima. Salire da qui però richiede un dislivello di 1600 m da Malga Bedole e un percorso piuttosto lungo. Altra possibilità di salita è dal P.so Maroccaro, che si raggiunge dal P.so Paradiso in 1,30 h, da cui si scende al Lago Scuro e si sale al P.so di Lago Scuro e quindi alla cima. Tale percorso richiede lo svalicamento del Passo Maroccaro per due volte in andata e ritorno, a meno che non si scenda dalla cima seguendo il sentiero dei Fiori a ritroso rispetto a quanto descritto in questa relazione.


Accesso:

Punto di partenza è la stazione della cabinovia al Passo Paradiso. Se si vuole salire a piedi dal Passo del Tonale dopo la stazione a valle della cabinovia presso il passo seguire in auto la strada asfaltata a destra subito dopo un grande parcheggio e arrivare al piazzale della stazione della funivia di servizio, in cui parcheggiare. Da qui seguire la strada sterrata che sale a sinistra della stazione attraverso bassa vegetazione di ontani verdi, compie un ampio arco verso destra e poi da sterrata diventa strada di massi e rocce. La si segue tutta con varie svolte fino ad arrivare alla pista da sci che scende sotto la cabinovia, la si segue ripidamente e in breve si giunge alla stazione superiore della cabinovia al P.so Paradiso (1,30 h)


Descrizione della salita:

Dal P.so Paradiso dirigersi verso destra seguendo il sent. 44 che risalendo un vallone detritico e poi di rocce montonate con praticelli (neve fino a luglio) sale al P.so del Castellaccio (q. 2963 m), con abbondanti resti di trincee e concertine di filo spinato della guerra 15-18 (1 h). Dal passo seguire a sinistra, direzione S, la cresta di massi e ghiaie che passa per i resti di una postazione di guerra e conduce all'inizio del sentiero atrezzato. La fune metallica porta a scendere per un canalino ghiaioso alla sottostante cengia sul versante W in ombra, che viene percorsa per tutta la sua lunghezza con alcuni punti interrotti che si superano su ponticelli di legno e alcune curve e terrazzi panoramici. Dopo un ponticello su un profondo canalone roccioso si giunge all'ingresso della galleria sotto il grande monolite roccioso del Gendarme (pila consigliata, ma non indispensabile). All'uscita si prosegue per cengia e pendii rocciosi, attraversando anche qualche nevaio che si attarda fino ad agosto. Si risale con alcune svolte un pendio di detriti e placche rocciose inclinate sotto la cima fino a svoltare sull'altro lato. In breve per traccia si raggiunge il Biv. Amici della Montagna (chiuso e con piccolo locale di emergenza) proprio sotto la cima e per facili roccette si sale alla cresta della cima.


Discesa:

Come per la salita, ma è conveniente scendere al P.so di Lago Scuro e salire anche la Cima Payer a portata di mano (1,15 h dalla cima del Corno). Tornati al P.so Paradiso scendere al Lago Scuro e risalire con 350 m di dislivello al P.so Maroccaro per il sent. 290. Da qui scendere diritti per il ghiacciaio di Presena e tornare a P.so Paradiso (30 min. dalla Cima Payer al P.so di Lago Scuro + 1 h al P.so Maroccaro + 45 min.aAl P.so Paradiso). Altra possibilità di discesa dal Corno è di scendere per il P.so di Lago Scuro fino a dove si incontra una scritta su una roccia che indica un sentiero alpinistico. Esso attraversa la creta SE del Corno e scende per ripide placche rocciose attrezzate sul ripido pendio ghiacciato della Vedretta Occ. di Presena e quindi giù per il ghiacciaio al P.so Paradiso. Tale percorso è sconsigliabile in stagione avanzata quando la vedretta è in ghiaccio vivo e comunque presenta pericoli di caduta sassi nella discesa dalla cresta alla vedretta.


Note:

Il sentiero dei Fiori è un percorso molto ben attrezzato su cengie di grande bellezza panoramica e di valore storico, ripercorrendo gli appostamenti della Grande Guerra con varie tabelle esplicative. E' un percorso facile che però va affrontato con bel tempo e assenza di neve: a seconda degli anni si può trovare neve fino ad agosto, in ogni caso prima di metà luglio diversi tratti delle cengie sono ricoperti da cumuli e alti lastroni di neve che copron il cavo metallico e ne rendono difficile e rischioso il superamento. Anche l'ingresso alla galleria può risultare occluso dalla neve, per i più temerari ed esperti corda piccozza e ramponi obbligatori.


© VieNormali.it

Via Normale Corno di Lago Scuro - Passerelle lungo il percorso Via Normale Corno di Lago Scuro - Passaggi sotto la cima Via Normale Corno di Lago Scuro - Il bivacco sotto la cima
Passerelle lungo il percorso Passaggi sotto la cima Il bivacco sotto la cima

N° voti: 2 - Voto medio: Voto 3 stelle

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
9 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Scalata fotografica Guarda la fotoscalata di Corno di Lago Scuro
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli


  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer