Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Sant´Angelo - 2669 m


Relazione della salita - Cima n° 944


Via Normale Monte Sant´Angelo
Monte San Angelo 2669 m
Regione: Abruzzo (ChietiItaliane

Alpi e Gruppo: Appennini - Appennino Centrale - Gruppo La Maiella

Provincia: Chieti

Punto di partenza: Rif. Bruno Pomilio (q. 1895 m) - Majelletta

Versante di salita: N

Dislivello di salita: 950 m - Totale: 2500 m

Tempo di salita: 4,00 h - Totale: 7,00 h

Periodo consigliato: tarda primavera - estate - inizio autunno

Punti di appoggio: Rif. Bruno Pomilio (q. 1895 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero e traccia segnata
Difficoltà:   EE - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: Gruppo della Majella, CAI Sezione di Chieti, 1:25000
Autore: Giuseppe Albrizio Profilo di Giuseppe Albrizio - Altre salite dell'autore
Data della salita: 18/07/2007
Data pubblicazione: 07/04/2009
N° di visualizzazioni: 3567

Introduzione:

Fino a poco tempo fa si poteva continuare in auto fino al piazzale del Blockhaus 2070 m circa, dove c’è un altare votivo dedicato alla Madonna, ma con l’istituzione del Parco Nazionale della Majella è stato deciso di chiudere al traffico l’ultimo tratto della strada complicando, e non poco, la passeggiata all’escursionista che vuole raggiungere la vetta più alta della Majella, il Monte Amaro 2793 m.


Accesso:

L´accesso al Rifugio non è difficile in quanto la località è molto nota dato che ci sono gli impianti sciistici della Majelletta. Dall’autostrata A25 Roma-Pescara si esce al casello Alanno Scafa e si seguono le indicazioni per Lettomanoppello e poi per il Passo Lanciano, dal valico si seguono le indicazioni, a destra, per il Blockhaus e la Majelletta giungendo presso il Rifugio Bruno Pomilio dove si parcheggia


Descrizione della salita:

Parcheggiata l´auto nei pressi del Rifugio Bruno Pomilio 1895 m ci si avvia a piedi lungo la strada chiusa al traffico (alla partenza, lato Sud del Rifugio, si può tagliare un tornante su un traccia direzione Sud-Ovest ma concretamente, in salita, non si ha nessun vantaggio), ottimo il panorama su gran parte del Gruppo e sugli incassati e selvaggi valloni sottostanti. Arrivati nel piazzale del Blockhaus si può aggirare la vetta del Blockhaus utilizzando un sentiero a mezza costa, versante Est, che parte a sinistra, poco sotto l´altare votivo e che passa tra alti pini mughi. Vicino l´altare c’è l’indicazione per il Monte Amaro che invita ad aggirare la montagna dal versante Ovest, lo sconsiglio, perché, il sentiero oltre a essere segnato malissimo all’inizio, fa un lunghissimo giro prima di ritrovare la via normale. Nota: attualmente (estate 2011) il sentiero del versante Est è diventato molto scomodo mentre il sentiero del versante Ovest è stato segnato molto bene con vernice bianco-rossa e lettera P, conviene prendere questo (da me precedentemente sconsigliato). Aggirata la montagna ci si ricongiunge al vecchio sentiero a quota 2074 m, si continua in direzione Sud mantenendosi leggermente a Est rispetto al crinale con spettacolari vedute dei valloni sottostanti (Vallone delle Tre Grotte e Selvaromana a Est, Vallone dell’Orfento a Ovest), si trascura il sentiero che in direzione Est scende nel Vallone delle Tre Grotte e si scende più nettamente sempre in direzione Sud, tra alti pini mughi, fino a giungere alla Sella Acquaviva 2100 m, (1,45 ore dalla partenza, ascesa 250 m). Ottima fonte (di solito un filetto d’acqua c’è sempre) senza nome su IGM, è alimentata da una sorgente, non visibile dalla Sella Acquaviva, che si trova in uno stretto vallone a 20 minuti di cammino in direzione Sud-Est. Dalla fontana si riparte lasciando a sinistra il poco visibile e mal segnato sentiero basso per la Cima delle Murelle e la traccia che porta alla sorgente. Si sale in direzione Sud seguendo il crinale tra alti mughi e ghiaie, superati circa 150 metri di dislivello si è a un bivio, lasciato il sentiero segnato che va a sinistra, (traversa un’ampia conca rocciosa e sbuca sul crinale Nord-Est del Monte Focalone, pochi metri al di là, non visibile, versante Est, c’è il bivacco Fusco 2455 m) si sale direttamente in direzione Sud lungo la dorsale Nord del Monte Focalone "direttissima", molto panoramica, su tracce di sentiero ripido, tra ghiaie e roccette, fino a raggiungere la vetta del Monte Focalone 2676 m (1,30 ore, ascesa 576 m). Alcuni opuscoli escursionistici sconsigliano di fare in salita l’ultimo tratto descritto, consigliando di passare dal crinale Nord-Est del Monte Focalone, in pratica seguendo il sentiero segnato, e facendo capire così che la “direttissima” è meglio affrontarla in discesa. Secondo me, invece, conviene farla in salita approfittando della freschezza fisica e mentale dell’individuo e delle articolazioni delle gambe (ancora non affaticate) che rispondono in maniera perfetta. Al ritorno quando la stanchezza si fa sentire, fare una discesa ripida su terreno infido è veramente pericoloso, conviene scendere comodamente verso il Bivacco Fusco (ben visibile dall’alto) e poi puntare, sempre per comodo sentiero, alla Sella Acquaviva. Il Monte Focalone è anche un punto di incrocio di sentieri, a sinistra (Est) si va verso il Monte Acquaviva e la Cima delle Murelle, andiamo a Sud-Ovest e fatti pochi metri davanti a noi si presenta un grande spettacolo lunare, il Primo Portone, Secondo Portone, Terzo Portone, Cima Pomilio, Monte San Angelo, Monte Rotondo, Pesco Falcone, Rifugio Manzini e il puntino rosso del Bivacco Pelino in cima al Monte Amaro. Si scende a toccare la massima depressione del Primo Portone 2568 m che separa la Valle dell’Orfento a Nord-Ovest dalla Valle delle Mandrelle a Sud-Est (qui su una piccola lastra di pietra c’è la testimonianza della presenza dei pastori con le loro greggi sui pascoli d’altura della Maiella,…in questi ultimi decenni non ci sono più, l’incisione recita: ”GIOVANNI VENDITTI DI CAPRACOTTA PASTORE P….DI RAFAJELE SONO STATO 1893 SINO AL 1899”), si risale dall’altra parte fino alla Cima Pomilio 2656 m (0,20 ore, ascesa 80 m). Da qui, per salire sul Monte San Angelo, si segue l’ampia cresta in direzione Sud in leggera discesa e poi si sale la dorsale rocciosa Sud-Est cercando di seguire le tracce di sentiero che zigzagano tra le rocce, giunti sotto il cono terminale lo si aggira verso destra (Sud) e si trova un sentiero che rapidamente porta in vetta, quota 2669 m. (0,30 ore, ascesa 50 m)


Discesa:

Come per la salita (tempo discesa 3 ore), al ritorno abbiamo circa 300 metri di salita da superare, ecco perché il dislivello totale (inteso come somma della salita e discesa) è di 2500 metri e non di 1900.


Note:

Il Monte San Angelo separa la Valle delle Mandrelle a Nord-Est dalla Valle Cannella a Sud. Ottima la vista sul Rifugio Manzini, il Monte Amaro e i Tre Portoni.


© VieNormali.it

Via Normale Monte Sant´Angelo - salendo sul Monte San Angelo vista di Monte Amaro Via Normale Monte Sant´Angelo - Giuseppe Albrizio sul Monte San Angelo, in fondo il Monte Amaro
salendo sul Monte San Angelo vista di Monte Amaro Giuseppe Albrizio sul Monte San Angelo, in fondo il Monte Amaro

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
5 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Appennini:

Libro 3000 delle Dolomiti


Sud Verticale  Appennino di neve e di ghiaccio Vol. 1  Appennino Bianco - Vol. 1  Appennino Bianco - Vol. 2  Creste d'Appennino  Dog Trekking in Appennino  I 2000 dell'Appennino  Il Terminillo e i Monti Reatini
Ghiaccio d'Appennino  Gran Sasso I Rifugi dell'Appennino Centrale  Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise  Sentieri nel Parco Nazionale Gran Sasso Laga  Parco d'Abruzzo  Carta escursionistica Parco d'Abruzzo  Bambini in Appennino
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> I 2000 dell'Appennino - II° Edizione - Alberto Osti Guerrazzi
           >> Mountain Bike nel Parco d'Abruzzo - Edizioni Il Lupo
           >> MTB in Abruzzo - Edizioni Il Lupo
           >> Monte Catillo - Monti Lucretili - Monte Navegna - Cervia - Edizioni Il Lupo
           >> Monti della Tolfa - Edizioni Il Lupo
           >> Monti Lepini - Edizioni Il Lupo
           >> Monti Sabini - Giulio Petrucci - Luca Scarnati
           >> Monti Simbruini - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monti Simbruini - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monte Genzana e Monte Rotella - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monte Catillo - Monti Lucretili - Monte Navegna - Cervia - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monti Sabini - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monti Reatini e Terminillo - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Majella - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Velino - Sirente - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monti Marsicani, Monti della Meta, Valle del Giovenco, Mainarde - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monti Marsicani
(Parco Nazionale d'Abruzzo) - Edizioni Il Lupo

           >> Carta Monti Ernici - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Altipiani Maggiori d'Abruzzo - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Gran Sasso - Edizioni Il Lupo
           >> Sui sentieri dei Castelli Romani - Edizioni Il Lupo
           >> Ghiaccio d'Appennino
           >> Appennino Bianco - Vol. 1
           >> Appennino Bianco - Vol. 2

Revisione: relazione rivista e corretta il 05/11/2012 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer