Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Pale del Fop - 2550 m


Relazione della salita - Cima n° 857


Via Normale Pale del Fop
Le Pale del Fop viste da sud
Regione: Veneto (BellunoItaliane

Alpi e Gruppo: Dolomiti - Alpi Dolomitiche - Gruppo Marmolada

Provincia: Belluno

Punto di partenza: Campeggio Malga Ciapela (q. 1559 m)

Versante di salita: E-SE

Dislivello di salita: 1100 m - Totale: 2200 m

Tempo di salita: 3,00 h - Totale: 5,30 h

Periodo consigliato: luglio - ottobre

Valle: Val Pettorina - Altre cime della Val Pettorina
Punti di appoggio: Malga Ombretta (q. 1904 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - A - I+ - F+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: TABACCO N. 06 - Val di Fassa 1:25000
Autore: Foto non presente Claudio P. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 24/10/2008
Data pubblicazione: 02/11/2008
N° di visualizzazioni: 9695
N° voti: 1 - Voto medio: Voto  stelle

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
33 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

Ci troviamo in provincia di Belluno, di fronte alla regina Marmolada. Dalla Malga Ombretta, luogo di passaggio verso il rifugio Falier, si apre la Val Ombretta delimitata da un lato dalla gigantesca parete sud della Marmolada e dal lato opposto da una lunga cresta che culmina con il Monte Fop. Senza raggiungere la massima sommità, una volta sulle Pale del Fop accederemo a uno spettacolare balcone privilegiato e solitario sul lato più impressionante della Marmolada e ci apriremo panorami inaspettati.


Accesso:

Lasciata l’auto oltre il campeggio (una stradina asfaltata porta più in alto, fino a un cartello di divieto) percorriamo il facile sentiero 610 seguendo le indicazioni per il Rif. Falier. Possibile anche percorrere una scorciatoia ripida ma non difficile indicata da un cartello.


Descrizione della salita:

Quando la scorciatoia attraversa il sentiero principale (cartello “Scorciatoia Malga Ciapela”) la si asseconda salendo a sinistra per una trentina di metri. Si passa tra due blocchi rocciosi, uno dei quali (quello di destra) è facilmente riconoscibile per due evidenti ganci di ferro: si lascia allora la scorciatoia che in breve porterebbe a Malga Ombretta e si svolta a sinistra nel bosco per traccia non segnalata che a prima vista non pare porti da nessuna parte. Ci troviamo in realtà su una vecchia strada militare sorretta da muretti a secco, di recente disboscata dai mughi ma in parte ancora invasa dall’erba alta. La seguiamo fino al suo termine evitando in questo modo la scomoda e più impegnativa risalita del primo salto roccioso ricoperto di vegetazione che si oppone a chi parte direttamente da Malga Ombretta. La mulattiera e i muretti a secco terminano ai piedi di un ripido e stretto pendio erboso che va risalito direttamente senza alcuna traccia in direzione di una prima macchia di mughi, oltre la quale per prati via via più ripidi ci si alza sotto un breve salto superabile a sinistra per un canale di roccette friabili miste a terriccio (sconsigliato) oppure a destra letteralmente arrampicando sui mughi (scomodo ma più sicuro). Usciti finalmente (è il caso di dirlo) dalla vegetazione, appare in modo più evidente lo sviluppo logico del percorso: Alcuni passaggi di roccia e erba misti ci possono mettere in difficoltà con terreno umido, altrimenti la progressione è abbastanza agevole (a parte la forte pendenza). Una volta nei pressi dell’anticima tagliamo a destra e puntiamo alla cima che raggiungiamo arrampicando per una ventina di metri (I).


Discesa:

Come per la salita.
Traversata in Val Franzedàs: per chi vuole continuare l’avventura, è possibile in breve abbassarsi per facile cresta in direzione Ovest alla sottostante Forcella del Fop 2542 m, scendere di pochi metri fin dentro il bel ghiaione della Busa del Fop e risalirlo verso destra in faccia alla parete del Monte Fop. Si svolta a sinistra per ripide ghiaie per guadagnare la più alta e stretta insellatura tra due cime rocciose (il Campanile Franzedàs e il Banc da le Ciaure) chiamata Forcella del Giaron 2680 m. In molte carte la Forcella del Fop e quest’ultima non sono nemmeno menzionate, ma individuarle è semplice. Cosa meno semplice e invitante è scendere il friabile canale che ci si presenta, un tempo percorso da un sentiero attrezzato ma ora assolutamente caduto nell’oblio. Possiamo ancora tornare indietro alla Forcella del Fop e percorrere a ritroso la via di salita. Chi vuole scendere in Val Franzedàs prenda il ramo sinistro del canale (passaggi di I° friabile e a tratti friabilissimo) fino a un breve salto di II° evitabile prendendo a questo punto il ramo di destra con delicata traversata. Ora il canale prosegue meno ripido fino all’ultima difficoltà, costituita da un enorme masso incastrato che forma un salto di un paio di metri: dall’alto, da un chiodo con anella, penzola tetro e inutile quel che resta del cavo metallico (poco più che un fil di ferro) che un tempo facilitava il passaggio assieme a una scaletta ora completamente sparita. Il passaggio non è in realtà difficile – lo si supera appoggiando la schiena alla parete del canale e i piedi in opposizione su buoni appoggi del macigno. Il canale sfocia più in basso in Val Franzedàs su veloci ghiaioni che depositano sul comodo sentiero proveniente dalla Forca Rossa e diretto a Malga Ciapela.


Note:

Bella salita su una montagna trascurata da quasi tutti (credo per il non facile tratto iniziale). Grandiosa la vista sulla parete sud della Marmolada che sembra di poter toccare e in ogni caso panorama particolare (bellissima la valle del Fop in cui si può pure agevolmente scendere (non sono a conoscenza di sbocchi percorribili facilmente verso il basso però). Le difficoltà sono quasi completamente concentrate sul non facile approccio per la quasi totale mancanza di tracce umane e qualche salto da superare. Attenzione con il bagnato visto i tratti scoscesi. Una corda nel tratto inferiore (da memorizzare all’andata) potrebbe servire per una breve calata. Itinerario comunque da non sottovalutare.
(Aggiornamento relazione e foto di dettaglio di Gianni Fabbri - 2012).


© VieNormali.it

Via Normale Pale del Fop - Il percorso con la discesa in Val Franzedàs, dal Sasso Bianco Via Normale Pale del Fop - Il percorso di salita poco sopra la fine della strada militare Via Normale Pale del Fop - La cima della Pala del Fop dalla Forc. del Fop
Il percorso con la discesa in Val Franzedàs, dal Sasso Bianco Il percorso di salita poco sopra la fine della strada militare La cima della Pala del Fop dalla Forc. del Fop


Revisione: relazione rivista e corretta il 03/09/2012 dalla redazione di VieNormali.it

  



Trekking del Sassolungo



Mappa su Google:





Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...


Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Dolomiti di Brenta Dolomiti di Brenta

Libri di montagna

Link sponsorizzati, in qualità di Affiliato Amazon vienormali.it riceve un guadagno dagli acquisti idonei.

Salewa Alpine-x Ice
Salewa Alpine-x Ice
SALEWA Toxo Casco
Salewa Toxo Casco


Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Sampaoli Creazioni

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer