Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Pala di San Martino - 2982 m


Relazione della salita - Cima n° 3337


Via Normale Pala di San Martino
Pala di San Martino da Cima delle Scarpe
Regione: Trentino Alto Adige (TrentoItaliane

Alpi e Gruppo: Dolomiti - Alpi Dolomitiche - Gruppo Pale di San Martino

Provincia: Trento

Punto di partenza: Rif. Pedrotti (q. 2581 m)

Versante di salita: NW

Dislivello di salita: 600 m - Totale: 1200 m

Tempo di salita: 5,3 h - Totale: 11 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Valle di Primiero - Altre cime della Valle di Primiero
Punti di appoggio: Rif. Pedrotti (q. 2581), Biv. Guide San Martino (q. 2982)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Via di roccia
Difficoltà:   EE - AR - IV - AD (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: TABACCO N. 022 - Pale di San Martino 1:25000
Autore: Marco T.  Profilo di Marco T. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 10/08/2019
Data pubblicazione: 08/10/2019
N° di visualizzazioni: 234
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna

Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

Cima centrale del vasto gruppo delle Pale di San Martino, ampio panorama a 360°. Salita per la prima volta da N nel 1878 da Meurer, Pallavicini, Bettega, Dimai e Siorpaes, la attuale normale fu aperta da G. Langes nel 1921.


Accesso:

Dal Rif. Pedrotti (q. 2581 m) seguire il sent 707-709 (bivio a destra per P.so Pradidali) e successivamente continuare per pochi minuti ed abbandonarlo verso dx seguendo il costone che sale verso Cima delle Scarpe (ometti, attenzione all'orientamento presenti molti ometti non sempre utili). Si aggira sul versante N cima delle Scarpe senza salirvi, discesa su tracce fino ad una forcella tra la stessa e la cime del Pilastro dell'Amicizia (q. 2810 m). Risalire la dorsale pietrosa fino alla vetta (presenti molti ometti in cima e muretto a secco di riparo di emergenza) e continuare in lieve discesa sul versante S in vista delle torri e gendarme della Pala fino a raggiungere un forcellino (ometto e fix resinato a sin faccia a valle) che si discende per circa 30 m (I+) fino alla forcella con la prima torre (attacco della via, 1,15-3,00 h).
Alternativamente (solo con ottima visibilità), percorso più diretto: abbandonare il sentiero presto con risalita libera nel vallone tra la Rodetta e la Cima delle Scarpe. In forcella si seguono degli ometti che permettono di aggirare a Sud la Cima delle Scarpe su comoda cengia attraversando alcuni canalini e sbucando poco sopra la forcella tra la Scarpe e la q. 2810 m.


Descrizione della salita:

Salire la torre con agevoli passaggi e detrito (25 m, II, 4 fix) fino ad uscire a dx su una cengia camminabile. Proseguire sulla beve cengia che dopo poco torna ad essere rocciosa (II) fino al canale tra la prima e seconda torre (30 m c.ca orizzontali, II esposto, numerosi fix). Scendere leggermente verso dx seguendo bolli gialli (molto sbiaditi) e rari segni rossi, aggirare alcuni spigoli (esposto) continuando in orizzontale fino al canale tra seconda e terza torre 40-50 m (II+, numerosi fix). Continuare senza farsi tentare dal facile canale che sale leggermente a dx (la via continua praticamente sempre in orizzontale con qualche saliscendi) in leggera discesa fino ad aggirare uno spigolo, da qui discesa verticale facile dentro un canale detritico e poi nuovamente in orizzontale verso sin (faccia a valle) per esposta traversata fino ad incontrare un moschettone di calata su due fix (30-40 m II+). Scendere per un vago caminetto per 8-10 m (non indispensabile la doppia, II+) e riprendere la traversata verso sin (faccia a valle) molto esposta con passaggi delicati fino ad arrivare al canale tra la terza e quarta torre (p. III, circa 30 m dal camino in discesa). Traversare verso sin sempre in grande esposizione doppiando due spigoli e relativi canalini secondari (roccia instabile, spesso bagnata, numerosi fix ed un ch con fettuccia, II e p III 30-40 m) fino a raggiungere una placca delicata da traversare doppiando un vago spigolo fino ad una terrazza con sosta su due fix e moschettone di calata sopra il canale tra la quarta torre ed il gendarme (II+ per 10-15 m, 5 m III ben protetti numerosi fix). Utile effettuare doppia su camino di III per 10 m fino alla forcella con il gendarme, possibile bagnato.(NB al ritorno: camino da risalire, 1 spit appena sopra la sosta in forcella, eventualmente più semplice leggermente a sinistra faccia a monte senza protezioni. Una volta in sosta tralasciare freccia rossa che farebbe risalire un facile camino alto 10m di II+, ma traversare a sin faccia a monte sulla placca). Risalire su facili gradoni con detrito fino alla base del gendarme che va aggirato a sinistra nel senso di progressione (non a destra come tutte le torri, 15-20 m, II, 2-3 fix). Scendere per traccia camminabile per 15 m fino alla forcella tra il gendarme e la quinta torre. Ben visibile la parete aperta da risalire (60 m ca.). Attaccare il tiro chiave in corrispondenza di un camino aperto giallastro con pancia leggermente strapiombante a 8 m dalla forcella (10 m IV, ben manigliati), passati i gialli risalire più facilmente sul III+ seguendo una vaga rampa ascendente destra per altri 15 m e poi traversare verso sinistra fino ad anelloni di ferro di calata (5 m) (30 m IV, III, 3 fix, utili protezioni veloci). Dalla sosta salire leggermente verso sin verso il bordo dello spigolo sotto un giallo che va traversato da sin a dx per poi salire dritti per altri 30 m fino alla sosta con 2 fix e moschettone di calata (30 m, III+ e poi III, 2 fix ed 1 cl.). Dalla sosta traversare a dx (faccia a monte) doppiando uno spigolo con intaglio (II+ in spaccata) e salire fino ad una nuova sosta con due fix e moschettone (non farsi tentare dai facili gradoni II che portano in cima alla quinta torre). Effettuare doppia di circa 10-12 m su camino viscido e poco saldo (II+ da risalire, 2 fix) e poi traversare verso sin (faccia a valle) per placconate esposte (30-40 m, II+) passando sotto due pinnacoli fino alla forcella tra la quinta e la sesta torre. Seguire la cengia molto esposta ma ben attrezzata (II+ e p. III, 50 m) fino alla calata tra la sesta torre e il corpo principale della Pala. Raggiunta la forcella risalire seguendo le protezioni la parete (alcuni fix, III circa 50-60 m verticali) fino alle placconate coperte di detrito della calotta sommitale. Seguire per circa 120-150 m di dislivello i bolli (elementare, alcuni p. I+ con detrito, attenzione all'orientamento in caso di scarsa visibilità) fino alla cima con bivacco. Dalla forcella con la prima torre alla cima 3,30-4,30 h.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

Bellissima ed impegnativa salita che richiede esperienza alpinistica su roccia. L'orientamento non è difficile con buona visibilità (seguire i fix; attenzione: i bolli gialli sono molto sbiaditi ed i segni rossi pochi e alcune volte fuorvianti -vecchia normale), molto più complesso con nuvole basse (frequenti nel pomeriggio sulle Pale). Roccia mediamente ottima (solo due o tre canali friabili). Attraversa numerosi canali esposti a Nord, possibilità di neve o roccia bagnata. I tempi sono indicativi, dipende dall'esperienza e dalla confidenza nei traversi (sempre molto esposti!). Per la conformazione della via (orizzontale, numerosi spigoli e canali) i tiri non possono essere lunghi (max 30 m). Utile spezzare le doppie in rientro per ridurre il rischio di incastro (all'andata sono tutte circa di 10 m circa). Utili protezioni veloci solo nel tiro chiave (un fix ogni 10 m circa); sulle cenge assolutamente non necessari (giustamente il razionale delle attrezzature è rivolto a chi utilizza la normale come rientro dopo le lunghe vie di roccia della Pala). Per l'accesso da San Martino al Rif. Pedrotti aggiungere 1100 m di dislivello su sentiero e circa 2.30-3h in andata e 1.45-2h al ritorno.


© VieNormali.it

Via Normale Pala di San Martino - Percorso tra le torri (T) e gendarme (G)
Via Normale Pala di San Martino - Traverso delicato tra la 3a e 4a torre Via Normale Pala di San Martino - Gendarme e parete 5a torre
Percorso tra le torri (T) e gendarme (G) Traverso delicato tra la 3a e 4a torre Gendarme e parete 5a torre

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).

Revisione: relazione rivista e corretta il 08/10/2019 dalla redazione di VieNormali.it

  


Libri suggeriti sulle Dolomiti:


Camminare  Scialpinismo e ciaspole Pale San Martino  Vie Normali Dolomiti - I 3000 delle Dolomiti  Marmolada e San Pellegrino  Dolomiti di Fiemme e Fassa  Vie Normali 111 Cime Dolomiti attorno a Cortina  Ferrate nelle Dolomiti Centrali  Ferrate nelle Pale di San Martino
Escursionismo consapevole in Dolomiti  Escursioni a Cortina e Misurina  Ferrate nelle Dolomiti Bellunesi  Escursioni ad Anello nelle Dolomiti Occidentali  Escursioni a Madonna di Campiglio  Via delle Bocchette e Ferrate del Brenta  Vie ferrate dell'Alto Garda  Dolomiti Oltre Piave
Vie ferrate Cortina Ampezzo  IV grado Dolomiti Occidentali Vol. 1  IV grado Dolomiti Occidentali Vol. 2  IV Grado - Dolomiti Orientali 1  IV Grado - Dolomiti Orientali 2  Dolomiti di Brenta - Val d'Ambiez  Dolomiti di Brenta Vol. 2  Dolomiti di Brenta Vol. 3
Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali  Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali  Dolomiti Photo  Dolomiti UNESCO a tavola  DoloMITICHE Opere d'arte a cielo aperto  Freeride e Scialpinismo in Sella e Sassolungo  Sci Ripido e Scialpinismo - I 3000 delle Dolomiti  Scialpinismo e ciaspole nelle Dolomiti di Brenta
Scialpinismo e Freeride nel Gruppo della Marmolada  Scialpinismo Freeride e Ciaspole nelle Pale di San Martino  Wild Dolomiti  Scialpinismo in Comelico - Sappada  Dolomiti - Sentieri dedicati  Dolomiti  Dolomiti di Sesto (vol. 1)  Dolomiti di Sesto (vol. 2)
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Mountain Bike in Val di Fassa - Francesco Cappellari
           >> Roccia d'Autore - Emozioni Dolomitiche - Stefano Michelazzi
           >> IV grado - Dolomiti Occidentali Vol. 1 - Emiliano Zorzi
           >> IV grado - Dolomiti Occidentali Vol. 2 - Emiliano Zorzi
           >> Bruno Detassis e le sue vie - Omar Oprandi
           >> IV grado - Quarto grado e più Friuli Occidentale - Emiliano Zorzi
           >> IV grado - Quarto grado e più Friuli Orientale - Emiliano Zorzi
           >> Ferrate a Cortina
           >> Moiazza - Roccia tra luce e mistero
           >> Croda Rossa d'Ampezzo
           >> Dolomiti di Sesto (vol. 1)
           >> Dolomiti di Sesto (vol. 2)
           >> Dolomiti Monte Cristallo
           >> Preti - Duranno
           >> Sorapís e Marmarole Occidentali
           >> VieNormali delle Dolomiti - Marmolada - R. Ciri
           >> Vie e vicende in Dolomiti - Ivo Rabanser, Orietta Bonaldo
           >> Dolomiti - Giorni Verticali - Stefano Ardito
           >> Pale di San Martino - Samuele Scalet, con Sebastiano Zagonel, Tullio Simoni, Mariano Lott, Duilio Boninsegna
           >> Scialpinismo in Tirolo - Roberto Iacopelli
           >> Marmolada - Parete Sud - Maurizio Giordani
           >> Tre Cime - Erik Svab, Giovanni Renzi
           >> Sulle tracce di pionieri e camosci - Vittorino Mason
           >> Camminare - Samuele Scalet
           >> 111 Cime attorno a Cortina
           >> 3000 delle Dolomiti
           >> Dalle ciaspole al telemark
   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna

Climbing Technology - Rampone Nuptse Evo

Ramponi a 12 punte per alpinismo e vie di misto. Struttura in acciaio temprato e verniciato, punte anteriori nervate per una migliore tenuta sul ghiaccio. Innovativo sistema di macro-regolazione ultra rapido per spostarsi facilmente tra i due intervalli di misura scarpa 36-43 / 42-47. Nuovo sistema di regolazione taglia a doppia leva, facilmente utilizzabile anche con una sola mano. Antibotts intercambiabili fissati ad incastro e dotati di soffietto che impedisce la formazione dello zoccolo.


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer