Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Torre Gabrisa - via Directa - 1400 m


Relazione della salita - Cima n° 3270


Via Normale Torre Gabrisa - via Directa

La via
Regione: Veneto (VicenzaItaliane

Alpi e Gruppo: Prealpi - Prealpi Venete - Gruppo Piccole Dolomiti

Provincia: Vicenza

Punto di partenza: Contrà Doppio (q. 650 m)

Versante di salita: N

Dislivello di salita: 850 m - Totale: 1700 m

Tempo di salita: 5,00 h - Totale: 8,00 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Valposina - Altre cime della Valposina
Punti di appoggio: nessuno
Tipo di via: Via di roccia
Tipo di percorso: Via di roccia
Difficoltà:   EEA - AR - VI+ - TD+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Autore: Foto non presente Alessandro R. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 09/06/2019
Data pubblicazione: 10/06/2019
N° di visualizzazioni: 242
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

La Torre Gabrisa è un dente che s'erge al di sopra della Val Sorapache, sul lato nord-ovest del Pasubio, immersa in uno degli angoli più selvaggi delle Piccole Dolomiti. La torre fu scalata la prima volta nel 1951 da Binotto e Dalle Carbonare tramite una via di V grado parallela a quella qui descritta. Dopo 55 anni T. Balasso ha aperto la via diretta lungo lo spigolo, su roccia ottima e notevoli difficoltà. Sempre lo stesso ha aperto altre due vie: una sul lato est (the bEST) ed una sul lato ovest (the bOVEST) ma, malgrado ciò, la torre riceve poche visite. Lungo avvicinamento e ambiente opprimente.


Accesso:

Da Piovene-Rocchette, termine dell'autostrada Valdastico, dirigersi ad Arsiero e seguire per Posina parcheggiando presso una chiusa dell'Enel dove una strada sterrata s'addentra nella valle. Proseguire verso l'interno della valle seguendo la tranquilla stradina che diventa poi sentiero segnato fino al greto del torrente. Abbandonare il sentiero e seguire il greto del torrente, superando l'imbocco del Vajo che scende dalla Torre (orrendo) fino a scorgere un poderoso masso grigio nascosto nella boscaglia. Da qui due possibilità:

a) salire a sinistra del masso per tracce molto inerbate e ripidissimo bosco cercando il percorso migliore. In alto, dove spiana leggermente il costone, spostarsi a destra e salire lungo il crinale fino a portarsi contro la parete rocciosa di un avancorpo. Spostarsi a sinistra, attraversare il vajo e salire per il ripidissimo prato sul lato opposto fino a dove si esaurisce. Rientrare nel canale e salire verso sinistra fino alla parete della torre. Spostarsi a destra per cengetta ad un intaglio e guadagnare la selletta alla base dello spigolo (ore 2,30-3,00 da Contrà Doppio, percorso molto disagevole).

b) variante di A. Rossi e M. Camposilvan del 9-6-2019. Continuare lungo il greto del torrente fino allo sbocco del secondo vajo che scende dalla torre e risalirlo sul fondo per percorso meno impervio di quel che pare e guadagnare rapidamente quota fino allo sbarramento a tetto del canale. Salire delle roccette a destra e (conviene legarsi) superare il muro erboso verticale traversando poi a sinistra alla selletta alla base della torre (ancoraggi su arbusti, consigliato. Ore 2,00-2,30 da Contrà Doppio).


Descrizione della salita:

Per tiri di corda:

1L Ignorare il chiodo con cordino a destra (attacco della Binotto) e attaccare la parete un po' a sinistra presso lo spigolo, salendo una lama erbosa e portandosi a destra in placca. La placca strapiombante è il passo chiave della via ed è ben chiodato ma molto faticoso (VII/VII+ o A0). Spostarsi in obliquo a sinistra e imboccare un diedro strapiombante sul filo dello spigolo, all'inizio difficile (VI-) poi più facile e meno aggettante che porta con aerei passaggi al terrazzo di sosta (30 m; VI/A0 o VII, tiro chiave; sosta su due chiodi con cordone).

2L Aiutarsi con la lama a destra e vincere la placca verticale molto impegnativa per entrare in una nicchia (VI); passare il tetto della nicchia a destra e salire per un diedro verticale fino a raggiungere una cornice sotto un altro diedro che porta a sinistra, ignorarlo e traversare poco a destra fino alla sosta (30 m; VI poi V/V+; sosta su 3 ch. con cordone).

3L Traversare facilmente a destra ad un verticalissimo diedro che va risalito (stupendo) fino al tettino che si supera direttamente (VI+ obbl.); traversare a destra fino alla stretta cornice di sosta (25 m; V+ e VI+; sosta su 3 ch. da collegare in comune con "the bOVEST" che prosegue a destra).

4L Traversare a sinistra per prendere una verticalissima fessura netta che adduce ad un terrazzino (20 m; V+ atletico ma con roccia friabile; sosta su mugo con cordone).

5L Alzarsi sopra il mugo e traversare a sinistra (occhio al pilastro instabile) superando facili roccette e raggiungere la vetta (15 m; III+; sosta su mughi con cordoni).


Discesa:

Effettuare una prima calata da 55 m il linea retta lungo il fianco ovest (attenzione alle grosse scaglie rotte proprio sul bordo) per raggiungere la sosta su 4 ch. Effettuare una seconda calata da 35 m fino al vajo sottostante e poi scendere come nell'itinerario a) dell'avvicinamento (ore 3,00 per Contrà Doppio).


Note:

La via risulta ben chiodata con materiale tradizionale ma in alcuni tratti distanziato il che rende obbligatoria la difficoltà. Portare 15 rinvii per il primo tiro, cordini e fettucce e camalot viola, verde e rosso per i diedri. La roccia è ottima eccetto nella fessura del 4° tiro dove richiede attenzione. Ambiente molto selvaggio e isolato.


© VieNormali.it

Via Normale Torre Gabrisa - via Directa - Il primo tiro
Foto non disponibile Foto non disponibile
Il primo tiro Il diedro del terzo tiro

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).

Revisione: relazione rivista e corretta il 11/06/2019 dalla redazione di VieNormali.it

  

Carte escursionistiche sulle Prealpi:



Libri suggeriti sulle Prealpi:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Escursionismo invernale - Vol. 1 - Francesco Carrer, Luciano Dalla Mora
           >> Scialpinismo in Col Nudo - Cavallo
   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna

Izas Baltic - Pantaloni da montagna da uomo

- Tessuto mount-stretch, idrorepellente, traspirante, rapida asciugatura
- Tessuto elastico
- Ginocchia preformate
- Tasche posteriori e laterali con zip
- Vestibilità medium fit


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer