Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformitÓ al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Sass de le SnÓre o Cima D┤AngherÓz - 2708 m


Relazione della salita - Cima n░ 3203


Via Normale Sass de le SnÓre o Cima D┤AngherÓz

Tracciato cresta finale vista dalla cima de la BŔta
Regione: Veneto (BellunoItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Orientali - Alpi Dolomitiche - Gruppo Pale di San Martino

Provincia: Belluno

Punto di partenza: FrassenŔ (q. 1100 m)

Versante di salita: S,E

Dislivello di salita: 1608 m - Totale: 3600 m

Tempo di salita: 5,30 h - Totale: 10,00 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Val Sarzana - Altre cime della Val Sarzana
Punti di appoggio: Rif. Scarpa Gurekian (q.1735 m)
Tipo di via: Via di roccia
Tipo di percorso: Via di roccia
Difficoltà:   EEA - AR - III+ - AD+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: TABACCO N.22 ľPale Di San Martino 1:25000
Autore: Foto non presente Silvano Z. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 03/10/2018
Data pubblicazione: 19/10/2018
N░ di visualizzazioni: 267
N░ voti: 1 - Voto medio: Voto 5 stelle

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore Ŕ stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Proposte di trekking e scalate in Veneto:


Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

Questa vetta Ŕ posizionata a ovest del monte AgnŔr, tra la Cima de la BŔta e il Sass de le CÓore. E┤ inserita nella catena dell┤AgnŔr, che fa parte delle Pale Di San Martino.
Lĺinizio di questa variante della via normale del Sass delle SnÓre Ŕ la stessa del Sass De Le CÓore e del Sass Dei GnŔi.
Itinerario poco conosciuto e quasi mai frequentato. La cima Ŕ composta da 2 vette separate solo nella parte finale da una forcella.


Accesso:

Da Agordo prendere per passo Cereda Fiera di Primiero; dopo Voltago Agordino si sale verso FrassenŔ; arrivati al centro del paese, all┤altezza della farmacia, si gira a destra e si seguono le indicazioni su piccoli cartelli per rifugio Scarpa fino all┤ultimo parcheggio adiacente alla sbarra verde che blocca la strada alle auto per salire al rifugio. Da qui si pu˛ salire per la strada ghiaiosa che va al rifugio Scarpa (1,15 h) oppure, dopo 50 m dalla sbarra verde del parcheggio, si gira a destra per il vecchio sentiero che permette di salire in meno tempo.
In inverno, quando il rifugio Ŕ chiuso, lasciano aperta la Malga L˛sch dove si pu˛ bivaccare.


Descrizione della salita:

Dal rifugio Scarpa seguite per pochi metri il sentiero per cima AgnŔr, appena incontrata la traccia di sentiero pianeggiante sulla vostra sinistra senza segni CAI, la seguite fino a una vasca di cemento che serve per la raccolta d┤acqua vicino a un canalone; lo attraversate e dopo pochi metri di lieve salita, trovate scritto "Sass Dei GnŔi" con una freccia sopra un grosso sasso in un arancione sbiadito dal tempo (15 minuti dal rifugio).
Salite puntando verso una parete con delle piccole grotte; 50 m prima di raggiungerla, attraversate una piccola rampa d┤erba alla vostra sinistra; poi per pochi metri seguite la traccia in mezzo ai mughi tagliati, fino ad un canale di sassi e erba; risalitelo fin contro la parete e poi andate a destra camminando sopra i mughi e portandovi in un┤altro canale di erba. Risalite anche questo canale passando anche 3 piccoli salti fino ad un grande terrazzo d┤erba.

Da qui salite 40 m (circa) stando un poĺa destra fino a uno spigolo roccioso, poi attraversate alla vostra destra una rampa rocciosa larga 30 m; arrivati contro una parete di roccia alta 10 m, salitela al centro in obliquo (II). Sopra troverete un┤altra grande terrazza d┤erba che, attraversandola, permette di spostarsi facilmente verso est fino ad arrivare al canalone che separa il Sass Dei GnŔi dal Campanile San Marco. Aggirate lo spigolo, stando a ridosso dello stesso, dalla parte del canalone. Una volta girato l┤angolo salite per 60 m, non dentro il diedro, ma nella parete, misto roccia erba appena a destra (ll). Qui ci sono i cordini per 2 calate da 30 m, uno su un gendarme di roccia, su 2 chiodi, e l┤altro al centro della parete su spuntone in mezzo all┤erba. Da qui salite aggirando due gendarmi di roccia stando verso il canalone; poi rientrate sulla vostra sinistra fino a delle pareti d┤erba; una volta raggiunte, salite puntando verso un piccolo pinnacolo di roccia sopra di voi, stando sempre abbastanza vicini al canalone; quando l┤avrete raggiunto, passategli sotto, aggirandolo, e salite anche un poĺarrampicando, sulla rampa dĺerba posta proprio dietro il pinnacolo di roccia, fino a una grande conca di sassi (l, 1,30 h dalla scritta); la conca Ŕ posizionata prima della cima del Sass Dei GnŔi.

Attraversate la conca verso sinistra e salite sulla forcella posizionata a ovest, poi scendete attraverso un canalino di 30 m (l), proseguite stando a ridosso della parete del Sass Dei GnŔi, raggiungete un grosso sasso con un ometto sopra, lo aggirate a destra e scendete per un canalino di 5 metri.
Salite poi sopra il masso posto appena sopra di voi (passaggio di ll+). Qui trovate un canale, lo risalite per 20 m, poi uscite e attraversate 120 m verso ovest sopra una parete di erba e roccia fino ad arrivare ad una piccola conca da dove inizia un altro canale (l; 45 minuti dalla grande conca). Salite il canale cercando di stare alla vostra sinistra fino a una forcella (100 m circa; passaggi di ll). Dalla forcella salite la parete alla vostra destra per 20 m (passaggio di lll). Appena sopra troverete un cordino per la calata di ritorno. Salite la facile rampa dĺerba fino alla forcella che separa il Sass De Le CÓore dal Sass De Le SnÓre

Dalla forcella andate verso ovest attraverso la cengia che costeggia la parete;appena aggirato l┤angolo troverete una piccola caverna, la superate continuando sulla cengia, fino a raggiungere uno spigolo di roccia che scende verso il canalone che divide il Sass de le CÓore dalla Cima de la BŔta. Scendete lo spigolo fino a un masso alto 3 metri circa,dove c┤Ŕ un cordino per una calata da 30 m (lll+ per il ritorno 1,30 h dalla piccola conca). Scendete 100 metri di dislivello circa, per una stretta cengia, verso il Sass de le SnÓre in obliquo, fino a raggiungere un canale di roccia bianca; scendere altri 30 m per il canale fino al canalone di divisione tra il Sass de le CÓore e la Cima de la BŔta (l passaggi di ll). Andate verso ovest per una larga cengia, senza alzarvi troppo di quota, fino ad arrivare vicino la parete della Cima de la BŔta(l). Salite per un canalino puntando la forcella che divide le due cime del Sass de le SnÓre; la cima pi¨ a ovest Ŕ la pi¨ alta (ll;cordino per la calata da 30 m). Poco prima della forcella salite la cresta (ll) senza via obbligata stando vicino lo spigolo est (1,30 h dal masso alto 3 m). Panorama fantastico verso l┤altopiano delle Pale di San Martino, le Prealpi e le cime della catena dell AgnŔr.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

Via lunga e impegnativa, non sempre facile da trovare, consigliata solo con ottime condizioni di visibilitÓ. Questa relazione descrive una variante iniziale della via normale. All┤inizio, quando ci si trova in mezzo ai mughi, bisogna fare attenzione dove sono stati tagliati perchÚ ci indica il passaggio. In questa zona troverete pochi ometti(spesso cadono) e poche tracce di passaggio perchÚ poco frequentata; in alcuni punti trovate delle piccole frecce rosse che indicano il percorso descritto, ma non sempre si vedono. La via normale di Giuseppe Zecchini e Oskar Schuster, del 29 luglio 1899, che percorre tutto il canalone tra la Cima de la BŔta e il Sass de le CÓore, Ŕ sconsigliata e pericolosa per continue scariche di sassi. Inoltre, con lĺabbassamento del nevaio, dentro il canalone i gradi di difficoltÓ sono molto pi¨ alti del ll grado segnalato in passato e le pareti sono spesso bagnate. L┤ulteriore variante della DolÓda che si raggiunge dalla via normale della Cima de la BŔta, che permette di salire nel canalone pi¨ in alto, presenta meno pericoli della via normale, ma spesso si trova neve.


© VieNormali.it

Via Normale Sass de le SnÓre o Cima D┤AngherÓz - Tracciato dopo la f,lla con il Sass de le CÓore
Via Normale Sass de le SnÓre o Cima D┤AngherÓz - Il masso da dove si effettua la calata
Via Normale Sass de le SnÓre o Cima D┤AngherÓz - Foto di vetta
Tracciato dopo la f,lla con il Sass de le CÓore Il masso da dove si effettua la calata Foto di vetta

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).

Revisione: relazione rivista e corretta il 26/10/2018 dalla redazione di VieNormali.it

  


Libri suggeriti sulle Alpi Orientali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Mountain Bike in Val di Fassa - Francesco Cappellari
           >> Roccia d'Autore - Emozioni Dolomitiche - Stefano Michelazzi
           >> IV grado - Dolomiti Occidentali Vol. 1 - Emiliano Zorzi
           >> IV grado - Dolomiti Occidentali Vol. 2 - Emiliano Zorzi
           >> Bruno Detassis e le sue vie - Omar Oprandi
           >> IV grado - Quarto grado e pi¨ Friuli Occidentale - Emiliano Zorzi
           >> IV grado - Quarto grado e pi¨ Friuli Orientale - Emiliano Zorzi
           >> Ferrate a Cortina
           >> Moiazza - Roccia tra luce e mistero
           >> Croda Rossa d'Ampezzo
           >> Dolomiti di Sesto (vol. 1)
           >> Dolomiti di Sesto (vol. 2)
           >> Dolomiti Monte Cristallo
           >> Preti - Duranno
           >> SorapÝs e Marmarole Occidentali
           >> VieNormali delle Dolomiti - Marmolada - R. Ciri
           >> Vie e vicende in Dolomiti - Ivo Rabanser, Orietta Bonaldo
           >> Dolomiti - Giorni Verticali - Stefano Ardito
           >> Pale di San Martino - Samuele Scalet, con Sebastiano Zagonel, Tullio Simoni, Mariano Lott, Duilio Boninsegna
           >> Scialpinismo in Tirolo - Roberto Iacopelli
           >> Marmolada - Parete Sud - Maurizio Giordani
           >> Tre Cime - Erik Svab, Giovanni Renzi
           >> Sulle tracce di pionieri e camosci - Vittorino Mason
           >> Camminare - Samuele Scalet
           >> 111 Cime attorno a Cortina
           >> 3000 delle Dolomiti
           >> Dalle ciaspole al telemark

   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Dolomiti di Brenta Dolomiti di Brenta

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna

Lixada - Giacca da uomo antivento

Giacca antivento idrorepellente, con morbido e caldo rivestimento interno, per attivitÓ invernali all'aperto. Polsini stretti con chiusura a nastro regolabile; collare e cappuccio regolabile e staccabile che garantiscono una doppia protezione contro il vento; 2 tasche zip, 1 tasca nastrata zip esterna, 1 tasca interna per portafoglio, cellulare e altri oggetti di valore.

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer