Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Acquanera - Cresta ENE - 2806 m


Relazione della salita - Cima n° 3197


Via Normale Monte Acquanera - Cresta ENE

Il Monte Acquanera e la sua cresta ENE, dai pressi del Passo degli Ometti
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Bernina

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Strada per Alpe Campascio di Caspoggio (q. 2020 m)

Versante di salita: ENE

Dislivello di salita: 850 m - Totale: 1700 m

Tempo di salita: 3,30 h - Totale: 7,00 h

Periodo consigliato: da luglio a settembre

Punti di appoggio: Rif. Cristina (q. 2230 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - A - II- - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: GLOBALMAP - Valmalenco 1:25000
Autore: Piero V.  Profilo di Piero V. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 05/10/2018
Data pubblicazione: 12/10/2018
N° di visualizzazioni: 420
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna

Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

Regolare piramide di rocce ed erba sulla catena montuosa che dal Pizzo Scalino si stacca in direzione SW e che divide la Valmalenco dalla Valle Painale. Le due creste principali della montagna, la ENE e la WSW, delimitano altrettanti versanti, quello meridionale è erboso con salti di rocce, mentre quello settentrionale presenta una larga e tetra parete in prevalenza rocciosa. È la cima più elevata di questa dorsale, offre quindi un bellissimo panorama sul Gruppo del Pizzo Painale, su quello del Disgrazia e del Bernina, unico quello sul versante occidentale del Pizzo Scalino. La salita proposta si svolge lungo la cresta ENE che prende avvio dal Passo degli Ometti e sebbene non presenti particolari difficoltà, non è nemmeno del tutto banale (F, II-). Più semplice (EE/EE+) è invece la cresta WSW, nel caso si intenda effettuare la traversata della montagna e scendere dalla Bocchetta di Acquanera (non nominata sulle carte). Anche questo itinerario richiede comunque un po’ di attenzione, sia nell’individuazione della bocchetta, che si trova lungo un tratto di cresta frastagliata, comunque segnalata ma con segnali rari e sbiaditi, sia per la presenza sotto il valico di una cengia un po’ esposta.


Accesso:

Da Sondrio (parte occidentale della città) si prende la strada per la Valmalenco. Giunti a Chiesa in Valmalenco si svolta a destra, verso Lanzada e la Val Lanterna. La strada passa dal villaggio di Campo Franscia e poi sale con numerosi tornanti e sempre asfaltata fino alla località di Campo Moro. Circa 1.5 km prima di raggiungere questa località, la strada compie l’ultimo tornante, che è sinistrorso. Da questa curva si prosegue per circa 500 metri e si affronta una prima galleria e subito dopo, una seconda. Dopo circa 100 metri la strada presenta un notevole slargo sulla sinistra e prosegue diritta, mentre sulla destra c’è un bivio con una curva a gomito, segnalato da un cartello di notevoli dimensioni e, poco a destra, da dei normali cartelli segnaletici che riportano: Alpe Campascio di Caspoggio h 0.25 (la nostra prima meta), Alpe Prabello – Rifugio Cristina h 1.00 e Passo degli Ometti h 2.30. Si svolta quindi a destra, la strada è ancora asfaltata e poco più avanti, dopo alcuni tornanti, si arriva ad un cartello di divieto di transito, a circa (q. 2020 m). Si parcheggia in uno slargo presente sulla sinistra.


Descrizione della salita:

Dal parcheggio si imbocca la stradina con il fondo in parte cementato e in parte sterrato, che sale con alcuni stretti tornanti e in breve si raggiunge il piano pascolivo dell’Alpe Campascio di Caspoggio (q. 2087 m). Circa 100 metri prima di arrivare alle case di questo alpeggio, sulla destra si stacca un sentiero segnalato da un cartello che riporta le indicazioni per: Alpe Prabello – Rifugio Cristina h 0.30 e Passo degli Ometti h 2.10. Si percorre questo sentiero, sempre ben segnalato ed evidente, che inizialmente traversa parallelo alla sterrata, poi, giunto sotto le case dell’alpe, svolta decisamente a destra (SE). Si risalgono ora con moderata pendenza larghi pascoli, tra macchie di larici e gobbe rocciose, in un bel ambiente alpino, mentre all’orizzonte appare l’inconfondibile piramide del Pizzo Scalino.
Si prosegue per un buon tratto, seguendo sempre l’evidente sentiero segnalato, fino a quando ci si immette su di una stradina sterrata. Anche a questo bivio sono presenti dei cartelli, che indicano di imboccare verso destra la stradina e 400 metri più avanti si arriva alla bellissima piana dell’Alpe Prabello, dove c’è il Rifugio Cristina (q. 2230 m, vedi prima immagine di dettaglio della relazione: Pizzo Scalino – dalla Val Painale). Il sentiero, sempre ben segnalato con bandierine e bolli bianco-rossi, prosegue ad E del rifugio e dopo una cinquantina di metri, in prossimità di un ponticello sul torrente, c’è un bivio anche questo ben segnalato. Si prende a destra, per Passo degli Ometti. Inizialmente i segnali aggirano su pascolo pianeggiante, un largo dosso di ganda, in direzione SE, poi si volge gradualmente verso destra e si inizia a risalire con moderata pendenza un pendio di detriti, a cui fa seguito una ripida china di erba e sassi. Si sale poi in obliquo sempre verso destra, scavalcando per un lungo tratto facili blocchi accatastati.
Da ultimo, si traversa con moderata pendenza, pochi metri sotto la cresta SW dello Scalino, fino a raggiungere il Passo degli Ometti (q. 2766 m), dove terminano i segnali. Da qui si scende lungo la cresta, aggirando a sinistra le difficoltà, fino al punto più depresso tra il Pizzo Scalino e il Monte Acquanera, a circa (q. 2700 m). Poi inizia la risalita lungo la cresta ENE, aggirando anche qui a sinistra le maggiori asperità, talvolta su prati un po’ ripidi, fino a giungere in prossimità della torretta rocciosa sommitale. Venti metri prima di questo risalto, per la prima volta si aggira a destra la cresta, per una facile cengia si va poi a risalire un gradino alto 2 metri e ci si porta di nuovo sul filo, sotto la torretta finale. Si arrampica ora un poco a destra del ripido (II-) ma ben appigliato filo di cresta, alto una quindicina di metri e si arriva in vetta. Sul pianoro sottostante è presente un’alta croce in legno.


Discesa:

Si offrono 2 possibilità:
1°) Come per la salita.
2°) Per la cresta WSW, la Bocchetta di Acquanera (q. 2707 m), l’Alpe Acquanera (q. 2116) e ritorno all’Alpe Prabello (q. 2225 m), dove ci si ricollega con l’itinerario di salita e si ritorna al parcheggio (difficoltà: EE/EE+, sempre che non sia presente neve o terreno ghiacciato). Per maggiori dettagli vedi relazione e immagini di: Monte Acquanera.
Dalla vetta si scende per un centinaio di metri di dislivello la larga e breve cresta WSW, aggirando facilmente a sinistra le difficoltà, fino a raggiungere la Bocchetta di Acquanera. Alcuni segnali sbiaditi sulle rocce indicano il punto esatto del valico. Da qui si divalla verso WNW nel largo ed inizialmente ripido canalone sottostante, su tracce di sentiero segnalato. Dopo una trentina di metri iniziali senza difficoltà, è obbligatorio imboccare una cengia in alcuni punti esposta, che scende trasversalmente da destra verso sinistra. Se c’è anche solo un pò di neve e terreno ghiacciato, questo tratto è abbastanza delicato e richiede l’uso dei ramponi e massima attenzione (esperienza personale).
Poi si scende più facilmente fino a raggiungere i detriti sottostanti. Seguendo sempre i segnali si esce da questo canalone traversando verso destra e scendendo lungo la facile dorsale e poi a mezzacosta, fino a giungere sul ciglio del pendio cespuglioso e con radi larici che sovrasta di un centinaio di metri l’Alpe Acquanera. Si scende questo pendio con diverse svolte, giunti quasi al piano i segnali, qui rari e poco evidenti, traversano a destra e raggiungono l’alpe da E. Ad ogni modo, se nell’ultimo tratto non si rintracciassero i segnali si può tranquillamente scendere a vista direttamente verso le baite dell’alpe, senza problemi.
Da questo stupendo e pianeggiante alpeggio si segue il sentiero indicato da un cartello che in direzione NE riporta: Alpe Prabello – Rif. Cristina h 0.40. Questo sentiero, sempre in leggera salita, si svolge su massi, cespugli con radi larici ed infine su pascolo, in un bellissimo ambiente alpino e ci permette di rientrare all’Alpe Prabello e da qui all’Alpe Campascio di Caspoggio e al parcheggio. Nel caso si intenda affrontare questa traversata della montagna, prevedere un’oretta in più rispetto alle ore totali riportate nella scheda.


Note:

Sulla carta della Globalmap, la stradina che conduce all’Alpe Campascio di Caspoggio e i vari sentieri, sono molto ben riportati, non è però indicata la Bocchetta di Acquanera e la sottostante traccia segnalata che conduce all’alpe omonimo.


© VieNormali.it

Via Normale Monte Acquanera - Cresta ENE - Sulla cresta ENE
Via Normale Monte Acquanera - Cresta ENE - Le rocce sommitali, si arrampica (II-) poco a destra del filo di cresta (linea rossa)
Via Normale Monte Acquanera - Cresta ENE - Panorama di vetta sul Pizzo Scalino
Sulla cresta ENE Le rocce sommitali, si arrampica (II-) poco a destra del filo di cresta (linea rossa) Panorama di vetta sul Pizzo Scalino

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).

Revisione: relazione rivista e corretta il 17/10/2018 dalla redazione di VieNormali.it

  

Carte escursionistiche sulle Alpi Occidentali:



Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli
   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna



Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer