Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Cima Orientale di Lago Spalmo - Cresta SW - 3291 m


Relazione della salita - Cima n° 3166


Via Normale Cima Orientale di Lago Spalmo - Cresta SW

La Cima Or. di Lago Spalmo da SW. In giallo la variante di discesa dal versante WNW
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Cima di Piazzi

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Strada per Eita, bivio a (q. 1680 m)

Versante di salita: SW

Dislivello di salita: 1611 m - Totale: 3222 m

Tempo di salita: 6,00 h - Totale: 11,00 h

Periodo consigliato: luglio e agosto

Punti di appoggio: nessuno
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - A - III- - PD (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: KOMPASS N. 96 - Bormio, Livigno, Alta Valtellina 1:50000
Autore: Piero V.  Profilo di Piero V. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 22/08/2018
Data pubblicazione: 27/08/2018
N° di visualizzazioni: 787
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna

Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

È sicuramente una delle più belle montagne, non solo del Gruppo Dosdé-Viola al quale appartiene, ma anche di questo settore delle Alpi. Estasiante è la visione che offre dall’Alta Val Viola, con i versanti settentrionali ammantati dalle Vedrette di Dosdé, che le conferiscono l’aspetto di un maestoso quattromila. Visione che tuttavia va scemando di anno in anno per il continuo arretramento e smagrimento dei ghiacciai.
Anche il versante meridionale ha il suo fascino sebbene un poco sminuito dall’ imponenza della vicina parete SE della Cima Viola. L’unico ghiacciaio di questo versante è quello di Lago Spalmo, racchiuso nell’alto circo del vallone che divide la Cima Viola dalle due Cime di Lago Spalmo. In questi ultimi anni, anche a causa dell’esposizione sfavorevole, si è notevolmente ridotto e ricoperto di detriti, tant’è che la variante di discesa dal versante WNW, nei mesi di luglio e agosto e più in generale in mancanza di neve, non richiede l’uso di piccozza e ramponi.
La salita proposta dalla cresta SW è considerata dalla guida del CAI-TCI di difficoltà F, ma in effetti non è tanto semplice, si svolge prevalentemente un poco a sinistra del filo, è sempre aerea e presenta un tratto di II+/III-. Più facile (F) è la variante di discesa, che ovviamente può essere utilizzata anche per la salita, l’unica difficoltà è rappresentata dall'individuazione del canaletto che in alto permette di superare una ripida costola rocciosa.


Accesso:

A Grosio, seguendo le indicazioni, si prende la strada per la Val Grosina e si sale fino a Fusino, dove c’è, davanti alla chiesa, un bivio segnalato e la cassa automatica per il pagamento del ticket (€ 3,00) per l’accesso su queste strade. Si prosegue poi verso Eita. Poche centinaia di metri prima di raggiungere questa località, sulla sinistra si stacca la stradina che risale la Valle di Avedo, contrassegnata da diversi cartelli indicatori per: Lago Negro, Passo-Capanna Dosdé, Laghi di Tres, Passo di Vermolera. Si parcheggia in qualche spiazzo ai lati della strada.


Descrizione della salita:

Imboccata a piedi la stradina (vietata al transito dei veicoli non autorizzati) si sale nel bosco con alcuni tornanti, si passa da Stabine (q 1821 m) e più avanti, in piano, si raggiunge Vermolera (q. 1927 m). Qui si attraversa il torrente sopra un ponte e si risale la valle sulla destra orografica. La stradina lascia ora il posto ad una pista sterrata abbastanza larga, che supera un gradone della valle e conduce ai Laghi di Tres (q. 2186 m). Seguendo ora le indicazioni di un cartello per Lago Negro e Passo-Capanna Dosdé, si attraversa sopra un ponticello il torrente emissario dei laghi e si arriva subito all’Alpe di Tres. Da qui si prosegue lungo il sentiero su terreno alluvionale e più avanti si oltrepassa il torrente emissario del Lago Spalmo.
Circa 200 metri dopo questo torrente, si abbandona il sentiero e si sale, a destra e senza traccia, un ripido e lungo pendio erboso frammisto a colate di detriti. In alto si aggira a sinistra una fascia rocciosa e poi si affronta una larga distesa di ganda, compresa tra il Dosso Camoscio a sinistra e il Lago Spalmo a destra. Cercando il percorso migliore tra i massi, si supera questa distesa di blocchi, a cui fa seguito un paio di dossi di detriti ed erba. Al loro termine ci si immette sul filo della grande morena della sinistra orografica (vedi 1a immagine di dettaglio), dove c’è un sentierino. Nel prosieguo, si aggira a sinistra, su detriti, una fascia rocciosa trasversale che rappresenta l’inizio della cresta SW e poi si sale, verso destra e senza difficoltà, un largo pendio detritico sopra la stessa fascia rocciosa, fino a raggiungere il filo della cresta.
Inizialmente si arrampica facilmente poco a sinistra del filo, che sul versante opposto è precipite. Più avanti la cresta si impenna e si prosegue sempre appoggiando a sinistra, ma le difficoltà aumentano I+/II, fino a raggiungere il tratto più impegnativo della salita, una specie di diedro, dal quale bisogna uscire verso sinistra con passaggi di II+/III- (vedi 2a immagine di dettaglio). La cresta diventa poi meno ripida, ma sempre aerea (I+/II) e qualche aggiramento lo si può effettuare anche a destra. Si prosegue in questo modo fino al punto in cui la cresta si spegne contro il pendio detritico sommitale. Senza difficoltà si risale questo pendio di un centinaio di metri di dislivello e si arriva in vetta. Bellissimo panorama, in particolare sulle cime del gruppo.


Discesa:

Si offrono due possibilità:
1°) Come per la salita.
2°) Dal versante WNW (difficoltà: F). In questo caso, dalla vetta si scende per un centinaio di metri di dislivello il pendio detritico utilizzato per la salita, ma questa volta verso destra, fino a raggiungere il bordo superiore di una costola rocciosa. Qui bisogna individuare un canaletto, indicato da un ometto di sassi, che permette di scendere questo salto. Al centro e sulla sinistra il canale presenta una ripida ed esposta placca rocciosa, bisogna quindi scendere a destra. Il punto più delicato è il breve passaggio iniziale, poi diventa più facile. Da verificare in loco se, un po’ più in basso, esista un canaletto più semplice. Ad ogni modo, superato questo passaggio, terminano le difficoltà. Si prosegue la discesa su detriti, appoggiando sempre verso destra, per evitare altri salti rocciosi. Prima di raggiungere il ghiacciaio si volge a sinistra e, senza alcuna difficoltà, ci si ricollega con l’itinerario di salita in prossimità della grande morena della sinistra orografica.


© VieNormali.it

Via Normale Cima Orientale di Lago Spalmo - Cresta SW - All’inizio della morena della sinistra orografica
Via Normale Cima Orientale di Lago Spalmo - Cresta SW - Il tratto più impegnativo della cresta SW (II+/III-)
Via Normale Cima Orientale di Lago Spalmo - Cresta SW - Lo stupendo panorama di vetta, verso W
All’inizio della morena della sinistra orografica Il tratto più impegnativo della cresta SW (II+/III-) Lo stupendo panorama di vetta, verso W

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).

Revisione: relazione rivista e corretta il 01/09/2018 dalla redazione di VieNormali.it

  


Mappa su Google:



Carte escursionistiche sulle Alpi Occidentali:



Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli
   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna

Assicuratore Click Up Climbing Technology

Il CLICK UP è un assicuratore a frenata manuale progettato per l'arrampicata in falesia, utilizzabile con tutte le corde singole da 8.6 a 10.5 mm. Compatto e leggero, consente di assicurare un arrampicatore da primo e in top-rope manovrando la corda con entrambe le mani, e di calarlo. Permette di dare corda in modo veloce e senza intoppi e di arrestare una caduta trattenendo il lato libero della corda.


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer