Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Frisozzo - 2898 m


Relazione della salita - Cima n° 3165


Via Normale Monte Frisozzo

Monte Frisozzo
Regione: Lombardia (BresciaItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Adamello

Provincia: Brescia

Punto di partenza: Case di Val Paghera (q. 1222 m)

Versante di salita: S-W

Dislivello di salita: 1700 m - Totale: 3400 m

Tempo di salita: 4,30 h - Totale: 8,00 h

Periodo consigliato: estate - autunno

Valle: Val Paghera di Ceto - Altre cime della Val Paghera di Ceto
Punti di appoggio: Rif. Maria e Franco (2577 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero e traccia segnata
Difficoltà:   EE - AR - II+ - PD (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: KOMPASS N.105 - Le Tre Valli Bresciane - 1:50000
Autore: Gianba F.  Profilo di Gianba F. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 17/08/2018
Data pubblicazione: 22/08/2018
N° di visualizzazioni: 1638
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
3 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna

Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

Nella selvaggia valle di Dois parte alta della val Paghera di Ceto, che volge a Nord dopo le case di val Paghera (1210 m) fino a giungere al passo Dernal (2574 m) dove sorge l’ex rifugio Brescia, oggi Maria e Franco, il più alto rifugio della provincia di Brescia,si trova il Monte Frisozzo. Vetta remota adamellina poco conosciuta e frequentata. Vi si sale dalla Val Paghera o dal lago d'Arno; in circa 3 ore si raggiunge la base rocciosa al Rifugio Maria e Franco. Successivamente in un'ora circa attraverso un ghiaione, si raggiunge la cresta; scavalcando diversi blocchi granitici in 20 m. si giunge al culmine, dal quale si può godere un esteso panorama. Esso domina la Val d'Arno. Vi si gode uno spettacolo stupendo e vario. La gita prima parte escursionistica,in seguito alpinistica,comporta il superamento di circa 1700 m di dislivello e 8 ore tra andata e ritorno.


Accesso:

Il punto di partenza è Case di Val Paghera (1222 m) vi si giunge da Ceto,dopo aver percorso la stretta e tortuosa strada che sale per 9 km dal paese. Giunti presso la Colonia Campo Tres, si parcheggia l'auto e si segue la segnaletica nei pressi di una fontana verso sinistra nel rado bosco di abeti e larici.


Descrizione della salita:

Lungo il sentiero 37 sempre ben segnato,si incrocia anche il sentiero della Grande Guerra con le rispettive tabelle. Infatti vi è un bivio al sentiero 39 che appunto porta verso i resti e le trincee situate tra la Cima della Monoccola e Cima Listino (video youtube). Durante la nostra escursione finora tranquilla è un continuo attraversamento del torrente Dois che poi diventa il Torrente Palobbia. Giungo quindi in 40 min presso Malga Dois (1720 m) poco oltre la quale si stacca verso sinistra il Sentiero Giovanni Antonioli che rimonta l'erto pendio verso il Passo di Mezzamalga. Continuiamo cosi con percorso vario attraverso tratti erbosi,sconnesse pietraie e costeggiando,ora a destra ora a sinistra il torrente a ridosso di salti rocciosi. Arriviamo ad un rudere al suggestivo laghetto di Pile (2165 m). Un'ampia conca pietrosa di formazione glaciale a balcone sulla valle costellata da fitte macchie di candidi piumini di eriofori. In alto si profila l'ampia insellatura del Passo Dernal con l'inconfondibile sagoma del rifugio. La sua vista mi fa innestare nuovamente il turbo. Così salendo il sentiero descrivendo numerose giravolte e mantenendosi sempre sulla sinistra alta del torrente. Ultimi strappi ed in tre ore siamo al Rifugio Maria e Franco (2577 m). Sede della tappa Alta Via dell’Adamello Sent.1 .Saluti a Fiorella e Giacomo i rifugisti. Quest'ultimo ci da indicazioni su come arrivare ed affrontare le creste del Frisozzo.Ci riferisce che ha segnato per bene di blu il tracciato il quale stacca poco sopra il sentiero 16. In caso di nebbia fitta tornare indietro! Indi fino al bivio con il sent. 16 che va verso il Bivacco Macherio e, dopo un centinaio di metri, troviamo il segnavia blu per il Frisozzo. Si risale la traccia segnata di blu, tra pietraie ed erba isiga. Portandosi sotto la vetta del Frisozzo per poi piegare decisamente a destra verso Cima di Val Ghilarda dove arriviamo ad una bocchetta. Dalla bocchetta proseguiamo avanti una decina di metri per poi scendere decisamente verso la Valle del Frisozzo e lago d'Arno e seguendo la morena ci porta verso un canalino che sale verso sinistra. Passaggi di II grado al massimo su per il canalino. Ora siamo sulla cresta che porta al Frisozzo. Qualche ometto e segni blu qua e là sono presenti,ci fanno arrivare verso un anticima segnata da vari sassi disposti uno sopra l'altro. Qui si scende di poco in direzione del lago Arno per poi salire all'interno di due cavità rocciose verso la nostra cima di Frisozzo con passaggi anche di II+/III- grado. E finalmente ecco le due croci di vetta. Una in legno e l'altra piccola in ferro. Un mare di nuvole impedisce l'ottimo panorama che si potrebbe godere da qua ovvero verso Adamello, Carè Alto, Orobie e pianura. Riesco a vedere bene il Lago Arno e la valle omonima, il Re di Castello (video youtube), Cima Dernal e a sud il gruppo del Tredenus.


Discesa:

Come per la salita. Anche se si potrebbe giungere fino al bivacco Macherio e poi tramite Sentiero Antonioli arrivare al Passo Mezzamalga e da li scendere ad intuito nuovamente alla Malga di Dois. Tuttavia il rifugista lo sconsiglia in quanto in disuso da anni.


Note:

Un cordino sarebbe opportuno per i meno esperti.


© VieNormali.it

Via Normale Monte Frisozzo - Case Val paghera
Via Normale Monte Frisozzo - Canalino di salita
Via Normale Monte Frisozzo - Croce di vetta
Case Val paghera Canalino di salita Croce di vetta

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).

Revisione: relazione rivista e corretta il 04/09/2019 dalla redazione di VieNormali.it

  


Mappa su Google:



Carte escursionistiche sulle Alpi Occidentali:



Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli
   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Dolomiti di Brenta Dolomiti di Brenta

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna

Lixada - Giacca da uomo antivento

Giacca antivento idrorepellente, con morbido e caldo rivestimento interno, per attività invernali all'aperto. Polsini stretti con chiusura a nastro regolabile; collare e cappuccio regolabile e staccabile che garantiscono una doppia protezione contro il vento; 2 tasche zip, 1 tasca nastrata zip esterna, 1 tasca interna per portafoglio, cellulare e altri oggetti di valore.


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer