Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Cima di Piazzi dalla Val Grosina - 3439 m


Relazione della salita - Cima n° 3109


Via Normale Cima di Piazzi dalla Val Grosina
Fascia rocciosa con i canali
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Cima di Piazzi

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Eita in Val Grosina (q. 1703 m)

Versante di salita: W-SW

Dislivello di salita: 1749 m - Totale: 3490 m

Tempo di salita: 5,3 h - Totale: 9,3 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Val Grosina - Altre cime della Val Grosina
Punti di appoggio: Rif. Eita (q. 1703 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EEA - A - I+ - F+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: map.geo.admin.ch 1:25000
Autore: Foto non presente Giorgio L. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 22/06/2017
Data pubblicazione: 06/03/2018
N° di visualizzazioni: 1115
N° voti: 1 - Voto medio: Voto 4 stelle

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
3 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Proposte di trekking e scalate in Lombardia:


Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

La presente descrizione aggiorna, con qualche indicazione in più, il tracciato riportato nella relazione di Piero Vardinelli. Lo scopo è quello di rendere più facile l’individuazione del percorso con la possibilità di ridurre di un'ora il tempo di salita.
L'ascensione è stata effettuata il 22 giugno 2017 al termine di una stagione invernale contraddistinta da scarsissimo innevamento. Abbiamo trovato più sfasciumi che neve nella parte che approccia il risalto roccioso e quindi la progressione è stata faticosissima. A questo dobbiamo aggiungere che, in salita, abbiamo percorso il canale di sinistra con molta attenzione per i blocchi ed i massi instabili e la roccia marcia. In discesa abbiamo percorso invece il canale di destra più facile e con meno problemi, ma sempre attenti a non smuovere gli sfasciumi. Se ci fosse stata neve il tutto sarebbe risultato più semplice e sicuro. Questa condizione si sta verificando, purtroppo, su molte delle nostre montagne a causa del mutamento del clima e la conseguente scomparsa dei nevai anche all'inizio della stagione estiva. Sempre per facilitare il percorso abbiamo rimpolpato gli ometti esistenti ed innalzato dei nuovi.


Accesso:

Da Milano per la SS36 del Lago di Como e dello Spluga fino a Colico, poi per la SS38 dello Stelvio in direzione Sondrio e Tirano. Arrivati a Grosio uscire dalla SS entrare in paese e seguire le indicazioni per la Val Grosina. La strada, stretta ma asfaltata, sale lungo la valle fino al bivio di Fusino. Qui occorre pagare il pedaggio di euro 3, solo con moneta, per poi prendere in direzione di Eita. La strada diventa a tratti sterrata, ma sempre ben percorribile, fino all'incantevole località di Eita. Ad Eita si può pernottare nel bello ed accogliente rifugio.


Descrizione della salita:

Lasciata l'auto nel parcheggio in prossimità del rifugio si inizia a camminare lungo la sterrata, percorribile con permesso e dai soli mezzi fuoristrada, che risale tutta la valle. Lasciato a destra il bivio del Rifugio Falck del CAI Dervio, si continua con alcuni tagli dei tornanti fino al Passo di Verve (q. 2301 m) a 1h 30m da Eita. Dal passo si prende in direzione E seguendo la traccia di sentiero e costeggiando a destra, salendo, un torrente fino ad una balza rocciosa che si supera facilmente. Da qui per traccia ed ometti si continua su un falso piano fino a lambire un laghetto (q. 2600 m) e cominciare a salire in direzione NE per una faticosa morena, seguendo sempre una labile traccia e radi ometti. A circa metà del pendio si incontrano su un masso i primi segni bianchi tracciati non sappiamo da chi. I segni proseguono oltre ma a volte non è facile individuarli, per cui occorre prestare attenzione. Arrivati ad una conca nevosa (q. 2900 m) si apre davanti e sopra la fascia rocciosa, di cui Pietro Vardinelli fa menzione. Si sale ancora per sfasciumi per un centinaio di metri fino a vedere distintamente i due canali. Come scritto nell'introduzione abbiamo percorso in salita quello di sinistra più difficile, più faticoso e più pericoloso per gli sfasciumi e la roccia marcia, mentre conviene salire più comodamente per quello di destra. Per non commettere errori individuare un segno bianco posto all'imbocco del canale di destra e salire prima in diagonale verso destra, poi diritti per finire piegando a sinistra nel terrazzo sotto la cresta di vetta. Si punta la cresta obliquando verso SE ed avendo come riferimento un palo posto al termine della salita. L'ultimo tratto è su traccia lungo sfasciumi e blocchi. Avendo la croce di vetta di fronte in direzione N si continua ancora per un breve tratto di blocchi accatastati e si perviene alla cresta nevosa che si percorre con o senza ramponi o piccozza a seconda delle condizioni. Si attaccano così gli ultimi venti metri di ripide roccette resi più sicuri da numerosi golfari resinati nella roccia. Dalla vetta panorama grandioso a 360° e sul sottostante ghiacciaio del versante N.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

L'aspetto maggiore è l'individuazione del percorso. Questo è ora facilitato da un maggior numero di ometti e dai segni bianchi che si incontrano prima della fascia rocciosa. La cresta nevosa prima delle roccette che portano in vetta è breve e se, le condizioni della neve lo consentono, può essere percorsa con la sola piccozza quale sicura. Il tratto prima della cima è stato protetto con numerosi golfari resinati per cui avere con sé una corda è utile per assicurare i meno esperti soprattutto in discesa. La salita è lunga, quasi diciotto chilometri di sviluppo complessivo, e si svolge in ambiente severo e selvaggio. Da evitare assolutamente con scarsa visibilità.


© VieNormali.it

Via Normale Cima di Piazzi dalla Val Grosina - Tracce prima della cresta in vista della vetta Via Normale Cima di Piazzi dalla Val Grosina - Paretina sotto la vetta con fittone resinato Via Normale Cima di Piazzi dalla Val Grosina - Cresta di neve NE
Tracce prima della cresta in vista della vetta Paretina sotto la vetta con fittone resinato Cresta di neve NE


Revisione: relazione rivista e corretta il 13/04/2018 dalla redazione di VieNormali.it

  

Carte escursionistiche sulle Alpi Occidentali:



Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli

   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna
Kamchatka con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer