Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Palino - 2686 m


Relazione della salita - Cima n° 3046


Via Normale Monte Palino

Il Monte Palino ripreso dal dosso con la croce di (q. 2382 m)
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Bernina

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Caspoggio, franzione S. Elisabetta (q. 1182 m)

Versante di salita: WNW

Dislivello di salita: 1500 m - Totale: 3000 m

Tempo di salita: 4,15 h - Totale: 8,15 h

Periodo consigliato: estate

Punti di appoggio: Nessuno
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero segnato
Difficoltà:   EE - (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: KOMPASS N. 93 – Bernina-Sondrio 1:50000
Autore: Piero Vardinelli Profilo di Piero Vardinelli - Altre salite dell'autore
Data della salita: 07/09/2017
Data pubblicazione: 10/09/2017
N° di visualizzazioni: 92

Introduzione:

Vetta a forma di trapezio, in particolare se osservata da N. Si trova sulla catena montuosa che diparte dal Pizzo Scalino e volge verso SW, separando la media Val Malenco ad occidente dalla Valle Painale ad oriente. Domina da SE gli abitati di Chiesa, Caspoggio e Lanzada ed è un ottimo punto panoramico sul Gruppo del Bernina. La via normale proposta si svolge lungo il versante WNW ed è alla portata di ogni buon escursionista. L’unico tratto un poco impegnativo è rappresentato da un ripido canaletto inciso in una placca rocciosa a poche decine di metri dalla vetta, ma è stato attrezzato con una fune metallica e quindi attualmente non presenta particolari difficoltà.


Accesso:

Da Sondrio (parte occidentale della città) si prende la strada per la Valmalenco. Poco prima di giungere a Chiesa in Valmalenco c’è un incrocio, qui si svolta a destra, seguendo le indicazioni per Caspoggio. Raggiunto questo paese, al primo incrocio si svolta a destra, imboccando la via Ezio Vanoni (venti metri prima dell’incrocio c’è un distributore di benzina) e si prosegue fino alla frazione di S. Elisabetta. Si parcheggia di fianco ad un parco giochi, dove diparte la stradina inizialmente asfaltata e in ripida salita (vietata al transito dei non autorizzati) contrassegnata con cartelli che riportano indicazioni per diverse località, tra le quali S. Antonio, Motta di Caspoggio e Piazzo Cavalli. Acquistando in comune l’autorizzazione per il transito veicolare su questa stradina e disponendo di una 4x4 è possibile salire fin verso (q. 1550 m).


Descrizione della salita:

Si imbocca a piedi la stradina asfaltata sopra citata che ben presto presenta il fondo cementato e poi sterrato. Seguendola fedelmente, si oltrepassa l’abitato di S. Antonio e si prosegue a monte, per un lungo tratto, fino a raggiungere un bivio a circa (q. 1550 m), dove si potrebbe giungere anche con una 4x4. A destra dell’incrocio la strada presenta uno slargo e prosegue con un breve tratto pianeggiante, i cartelli riportano le indicazioni per Dagua h 0.40, Torre di Santa Maria h 1.40, Motta di Caspoggio h 0.20. Tralasciando queste indicazioni noi proseguiamo a sinistra, lungo una pista in leggera salita, il cartello riporta le indicazioni per Piazzo Cavalli h 0.20 e Monte Palino. Venti metri più avanti c’è un elettrodotto e una baracca in legno di servizio alle piste da sci.
Proseguiamo quindi lungo questa pista per una ventina di minuti fino ad arrivare alla stazione di Piazzo Cavalli (q. 1719 m). Anche qui i cartelli indicano di salire lungo le piste e riportano le scritte Dosso dei Galli h 1.00 e Monte Palino h 3.00. Continuiamo quindi la monotona e lunga salita lungo le piste, fino a raggiungere i ruderi di un vecchio ski lift. Dietro di esso si stacca un sentiero segnalato che si addentra nel bosco che poi diventa sempre più rado. I segnali talvolta sono rari ma la traccia è sempre ben marcata e si sale lungo dossi cespugliosi, colate di ganda e radi larici. Tralasciamo a destra il bivacco dei cacciatori (q. 2265 m) adagiato in una conca, mentre in alto, sulla sinistra, appare già ben visibile il dosso (q. 2382 m) con un’alta croce eretta dai valligiani in seguito all’alluvione del 1987.
Seguendo il sentiero, ora maggiormente segnalato anche dalla presenza di diversi ometti di pietre, lungo tratti di terreno abbastanza ripido, andiamo a raggiungere la sommità di questo dosso. Volgendo ora lo sguardo verso SE (vedi immagine principale) si potrà notare l’intero percorso che ci condurrà in vetta al Monte Palino. I segnali che ci porteranno sulla groppa del dosso ad E della croce sono quasi del tutto assenti, ma dopo averne raggiunta la sommità riappariranno numerosi e sempre ben evidenti fino in cima. Dal dosso ad E della croce risaliamo quindi a lungo sulla larga distesa di pietre accatastate che rappresentano la dorsale NW della nostra montagna.
Giunti a circa 150 metri dalla vetta la cresta diventa più stretta, ma sempre facile, il sentiero si sposta sul lato meridionale, per un breve tratto, poi ritorna a sinistra del filo. Nel prosieguo si supera un saltello di circa tre metri utilizzando una catena e poi si continua facilmente lungo la cresta, fino alla base del canaletto roccioso finale, alto poco più di una ventina di metri, ripido nella parte superiore, ma interamente attrezzato con una corda metallica. Al suo termine pochi metri di cresta elementare conducono alla croce e poco più avanti alla vetta.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

Su alcune carte e riportata erroneamente la dicitura Pizzo Palino.


© VieNormali.it

Via Normale Monte Palino - In giallo i 2 tratti attrezzati che precedono la vetta
Via Normale Monte Palino - Nel canaletto attrezzato con una corda metallica
Via Normale Monte Palino - La vetta e a sinistra il Gruppo del Bernina
In giallo i 2 tratti attrezzati che precedono la vetta Nel canaletto attrezzato con una corda metallica La vetta e a sinistra il Gruppo del Bernina

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
2 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli

Revisione: relazione rivista e corretta il 10/09/2017 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Kamchatka con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer