Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Masuccio (cresta SW) - 2816 m


Relazione della salita - Cima n° 3016


Via Normale Monte Masuccio (cresta SW)

Monte Masuccio e la lunga cresta SW dalla q. 2650 m
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Cima di Piazzi

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Prà Campo (q. 1696 m)

Versante di salita: S-SW

Dislivello di salita: 1400 m - Totale: 2800 m

Tempo di salita: 3,15 h - Totale: 6,15 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Val Grosina - Altre cime della Val Grosina
Punti di appoggio:
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - A - II- - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: KOMPASS N. 96 - Bormio, Livigno, Valtellina 1:50000
Autore: Foto non presente Irene Girola - Altre salite dell'autore
Data della salita: 21/06/2017
Data pubblicazione: 26/06/2017
N° di visualizzazioni: 223

Introduzione:

Dall´alto dei suoi 2816 m, il Monte Masuccio domina, con la sua mole, la città di Tirano e funge da spartiacque tra la Valtellina e la Val Poschiavina. Il Monte Masuccio può essere raggiunto anche dal Rifugio Schiazzera, attraverso un percorso più corto e più semplice di quello descritto. L´itinerario qui proposto, invece, si snoda sulla lunga e divertente cresta SW, passando anche per la Croce di Tirano (q. 2665 m), elevazione minore della catena. Mentre si percorre questa bella cresta , l´impressione è quella di trovarsi sul filo del cratere di un vulcano e il panorama è spettacolare.


Accesso:

Da Sondrio percorrere la SS38 fino a Tirano. Al semaforo che si incontra prima di uscire dal paese, svoltare a sinistra in Via Pedrotti e seguire le indicazioni per Baruffini. Raggiunta quest´ultima località, proseguire verso Prà Baruzzo prima e Prà Campo poi, dove termina la strada. Buone possibilità di parcheggio negli spiazzi davanti alla vecchia caserma militare.


Descrizione della salita:

Dalla vecchia caserma di Prà Campo, seguire le indicazioni per Pian Cavallino. Il sentiero, guadagnando quota in maniera molto regolare, entra subito in un bel bosco di conifere. Raggiunto Pian Cavallino, imboccare la traccia che si stacca sulla destra (cartello in legno con la scritta "MONTE MASUCCIO"). Mano a mano che si sale, il bosco si dirada, fino a scomparire del tutto nei pressi di una grossa croce in legno, ottimo balcone panoramico sulle Orobie e sulla sottostante Valtellina. A questo punto, il sentiero s´impenna notevolmente e, seguendo qualche raro e sbiadito bollo bianco-rosso e ometti, risalire il ripido pendio erboso soprastante la croce in legno. Dopo aver superato il cippo di confine Italia/Svizzera, si perviene alla (q. 2650 circa), punto di partenza per la lunga cresta SW che, compiendo un largo ed ampio semicerchio, termina in vetta all´ancor lontano Monte Masuccio. Da qui in avanti, rimanere sempre sul filo di cresta fino a raggiungere la Croce di Tirano (punto quotato sulla CNS - q. 2665 m). Lungo questo primo tratto di cresta, un paio di torrioni sono tranquillamente aggirabili (una sola breve placchetta di II-° UIAA) seguendo alcune tracce di passaggi e radi ometti e cercando di non perdere eccessivamente quota. Alla base della bianca croce che si affaccia a picco sul sottostante paese di Tirano, si incontra una traccia ben marcata che, attraversando la pietraia verso destra (N), evita due impervi torrioni rocciosi. Seguendo sempre i numerosi ometti, risalire un ripido canalino detritico fino a guadagnare uno stretto colletto con ometto (q. 2730 m). Proseguire, quindi, verso sinistra, restando sempre sul filo di cresta e, con una bella, divertente e, in alcuni punti, un po´ esposta arrampicata, raggiungere la vetta del Monte Masuccio.


Discesa:

Come per la salita. Per i più allenati, invece, consiglio la seguente traversata. con giro ad anello. Dal Monte Masuccio, seguendo qualche rada traccia e cercando il percorso più agevole tra gli instabili detriti, scendere sotto la verticale della vetta, puntando alla sottostante ed evidente conca detritica, fino ad intercettare gli ometti che, dai Laghi Schiazzera, conducono al colletto di (q. 2730 m). Seguire i numerosi ometti fino ad un breve canale roccioso (a inizio stagione è possibile trovarvi ancora neve), con un grosso ometto al suo imbocco. Una volta raggiunte le rive del Lago Brodego (q. 2356 m), seguire la strada militare che, con ampi tornanti e transitando vicino al Lago Fusino (q. 2263 m), giunge ad un bivio: ignorare il sentiero che, sulla sinistra, scende al Rifugio Schiazzera, quindi proseguire in mezza costa in direzione di Prà Baruzzo sino alla località Sovo (q. 1727 m). Poco oltre questa piccola frazione, nei pressi di una palina segnaletica, abbandonare la strada per Prà Baruzzo per seguire, sulla destra, un piccolo e poco evidente sentierello (nessuna indicazione) che, con un lungo traverso, in alcuni punti stretto ed esposto, con continui sali e scendi riporta sulla strada a meno di cinque minuti da Prà Campo.


Note:

1) Il tratto di cresta tra il colle alla q. 2730 m circa e la vetta non presenta grandissime difficoltà, data la grande presenza di numerosi appigli: tuttavia, due passaggi sono stati attrezzati con catene; 2) Il sentiero che dalla località Sovo riporta a Pra´ Campo in alcuni punti è un po´ franato ed è molto poco frequentato; nonostante ciò, il percorso da seguire è sempre ben evidente e facilitato dalla presenza di qualche sbiadito bollo bianco-rosso; 3) Tempi di percorrenza e dislivello si riferiscono all´anello completo; 4) La corda non è necessaria, ma potrebbe risultare utile per i meno esperti.


© VieNormali.it

Via Normale Monte Masuccio (cresta SW) - I ripidi pendii erbosi da risalire per raggiungere l´inizio della cresta SW
Via Normale Monte Masuccio (cresta SW) - In cresta
Via Normale Monte Masuccio (cresta SW) - All´inizio della discesa dalla cima
I ripidi pendii erbosi da risalire per raggiungere l´inizio della cresta SW In cresta All´inizio della discesa dalla cima

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli

Revisione: relazione rivista e corretta il 28/06/2017 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer