Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Pizzo Grande - 1574 m


Relazione della salita - Cima n° 2972


Via Normale Pizzo Grande

Il Pizzo Grande dal Monte Molinasco
Regione: Lombardia (BergamoItaliane

Alpi e Gruppo: Prealpi - Prealpi Lombarde - Gruppo Alpi Orobie

Provincia: Bergamo

Punto di partenza: Alino (q. 690 m)

Versante di salita: vari

Dislivello di salita: 1180 m - Totale: 2360 m

Tempo di salita: 2,30 h - Totale: 5,15 h

Periodo consigliato: primavera - autunno

Valle: Val Brembana - Altre cime della Val Brembana
Punti di appoggio:
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero e traccia segnata
Difficoltà:   E (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: KOMPASS N. 104 – Alpi Orobie Bergamasche 1 : 50.000
Autore: Irene G.  Profilo di Irene G. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 06/01/2017
Data pubblicazione: 13/01/2017
N° di visualizzazioni: 2430
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
4 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna

Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

Il Pizzo Grande è un´elevazione erbosa che si affaccia sia sulla Val Brembana, sia sulla vicina Val Taleggio. L´itinerario qui descritto propone un piacevole e lungo giro ad anello che permette di toccare la vetta di ben quattro montagne, compiendo una breve deviazione per raggiungere la cima principale di questo piccolo gruppo montuoso, appunto il Pizzo Grande. Sinteticamente, l´itinerario è il seguente: ALINO - MONTE MOLINASCO - PIZZO GRANDE - PASSO DEL SORNADELLO - CIMA SECONDARIA DEL MONTE SORNADELLO - MONTE FOLDONE - ALINO.


Accesso:

Da Bergamo seguire la statale della Val Brembana fino al paese di S. Pellegrino Terme. Entrare in centro paese fino ad incontrare, sulla sinistra, la deviazione per la località Alino. Possibilità di parcheggio nello spiazzo davanti alla Chiesa.


Descrizione della salita:

Dal parcheggio, imboccare, sulla sinistra, la strada asfaltata con segnavia per il Monte Molinasco. Seguire la strada (numerosi tagli segnalati con bandierine bianco - rosse) fino alla località Ca´ Boffelli (q. 974 m). Dalla sopracitata località, proseguire lungo la strada fino ad un bivio con indicazioni per Baita degli Alpini. Si abbandona, quindi, la strada, per immergersi in un bel bosco fino a raggiungere la Capanna degli Alpini (q. 1102 m). Seguire l´evidente sentiero che, alle spalle del Rifugio e in ripidissima salita, conduce, in 10 minuti circa, in vetta al Monte Molinasco (q. 1175 m e 1,00 ora circa dalla partenza) con caratteristica croce. Dalla cima del Molinasco, una volta rientrati al bivio con il sentiero proveniente dalla Baita degli Alpini, imboccare la traccia che si stacca sulla destra. Perdere quota per circa 70/80 metri, fino ad incontrare dei cartelli, quindi proseguire in direzione PZ. GRANDE - SORNADELLO - B.TE SORNADELLO. Il sentiero si sviluppa, ora, in mezzacosta e piuttosto pianeggiante, per poi diventare più ripido fino alla Baita Sornadello, presso la quale sorge anche un bel laghetto (q. 1405 m). Continuare lungo il ripido sentiero alle spalle della baita (bolli rossi sugli alberi) fino ad un bivio. Qui svoltare decisamente a destra e, in 20 minuti circa, si raggiunge, quasi in piano, la croce del Pizzo Grande (q. 1574 m).


Discesa:

Dalla vetta, una volta rientrati al precedente bivio, continuare dritti fino al Passo del Sornadello (q. 1547 m) prima, e alla cima minore del Monte Sornadello poi (q. 1566 m - per guadagnare quest´ultima elevazione, una volta raggiunta la q. 1530 m circa, al posto di di iniziare subito la scoscesa discesa in direzione della casera Foldone e dell´omonimo Monte, occorre abbandonare il sentiero segnalato per svoltare decisamente a destra e, per tracce, raggiungere la vetta erbosa del Sornadello). Ritornati alla (q. 1530 m), seguire il sentiero che, in ripida discesa (prestare attenzione nel caso di erba bagnata e/o ghiacciata) prima, e leggera salita poi, conduce ad un bel pianoro dove sorge la casera Foldone (q. 1444 m). Dalla baitella proseguire in piano fino ad una piccola forcella posta alla (q. 1453 m circa). Qui, al posto di scollinare, svoltare decisamente a sinistra (scritta in rosso su un masso: FOLDONE). Inerpicandosi su ripidi prati con rade tracce di passaggio, si guadagna, pertanto, la cima del Monte Foldone (q. 1502 m), ultima del giro. Dal Foldone, dopo essere rientrati all´omonima Casera, imboccare la labile traccia che si stacca alle spalle della baita. Il sentierino, che si snoda in un ripido bosco di faggi e con numerosi tornanti, conduce alla Baita Aral (q. 1270 m). Dalla baita seguire il sentiero sulla sinistra che riporta a Ca´ Boffelli prima e ad Alino poi.


Note:

Itinerario lungo (circa 16 km) ma mai difficile e dai piacevoli panorami. Consigliato soprattutto durante le mezze stagioni.


© VieNormali.it

Via Normale Pizzo Grande - Dal Molinasco, vista sulla Val Brembana
Via Normale Pizzo Grande - In vetta alla cima minore del Sornadello
Via Normale Pizzo Grande - Casera Foldone
Dal Molinasco, vista sulla Val Brembana In vetta alla cima minore del Sornadello Casera Foldone

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).

Revisione: relazione rivista e corretta il 13/01/2017 dalla redazione di VieNormali.it

  


Mappa su Google:



Carte escursionistiche sulle Prealpi:



Libri suggeriti sulle Prealpi:


Prealpi Lombarde Centrali  Prealpi Lombarde Occidentali  Prealpi Bresciane  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Nel giardino di pietra  Corni di Canzo e Moregallo  Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni  Ghiaccio delle Orobie
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Ghiaccio Orobico - Michele Cisana
           >> Arrampicate sportive e moderne fra Lecco e Como - Eugenio Pesci
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 1 - Alessio Pezzotta
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 2
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 3
           >> Prealpi Lombarde Centrali
   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna

Assicuratore Click Up Climbing Technology

Il CLICK UP è un assicuratore a frenata manuale progettato per l'arrampicata in falesia, utilizzabile con tutte le corde singole da 8.6 a 10.5 mm. Compatto e leggero, consente di assicurare un arrampicatore da primo e in top-rope manovrando la corda con entrambe le mani, e di calarlo. Permette di dare corda in modo veloce e senza intoppi e di arrestare una caduta trattenendo il lato libero della corda.


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer