Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Pagano - 2348 m


Relazione della salita - Cima n° 2965


Via Normale Monte Pagano

Il Monte Pagano visto da ovest
Regione: Lombardia (BresciaItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Orientali - Alpi Retiche - Gruppo Pietra Rossa

Provincia: Brescia

Punto di partenza: Loc. Ponte Palù - sulla S.P. 81 Monno - Mortirolo´” (q. 1633 m.)

Versante di salita: W

Dislivello di salita: 715 m - Totale: 1450 m

Tempo di salita: 2,15 h - Totale: 3,45 h

Periodo consigliato: tutto l'anno

Valle: Val Camonica - Altre cime della Val Camonica
Punti di appoggio: nessuno
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero segnato
Difficoltà:   E (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: INGENIA 1:25.000 P.N.S Foglio n° “Valcamonica, Passo Gavia e Val di Rezzalo”.
Autore: Gabriele A.  Profilo di Gabriele A. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 14/12/2016
Data pubblicazione: 24/12/2016
N° di visualizzazioni: 2360
N° voti: 1 - Voto medio: Voto 4 stelle

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Proposte di trekking e scalate in Lombardia:


Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

Se visto dal Passo del Mortirolo o da una qualsiasi delle cime che lo circondano, il Monte Pagano appare come un grande e dolce dossone erboso che ha nel versante settentrionale il suo punto più scosceso. Solo dall´abitato di Incudine, in Valcamonica, esso appare come una montagna abbastanza possente. Cima sicuramente secondaria dal punto di vista della quota e dell´impegno fisico, risulta invece estremamente interessante sia dal punto di vista paesaggistico, per il panorama mozzafiato specialmente sul Gruppo dell´Adamello, che da quello storico. Infatti, oltre a trinceramenti e postazioni, la sua cima presenta una singolare quanto bella fortezza risalente alla Prima Guerra Mondiale.
Dall´abitato di Monno, in Valcamonica, si risale per circa cinque chilometri e mezzo la S.P. 81 del Passo del Mortirolo fino alla località Ponte Palù (m. 1633), dove si parcheggia in uno dei numerosi spiazzi presenti, evitando di passare dall´altro lato del torrente.


Accesso:

Dal Ponte, seguendo le indicazioni per il Monte Pagano, si volge in direzione N-NE prendendo la stradina in decisa salita che affianca il torrente Ogliolo ed alcuni prati. Si tralasciano un paio di diramazioni sulla sinistra e si continua a seguire la stradina principale (segnavia n. 145, cartelli per Monte Pagano e percorso con ciaspole) oltrepassando le località di Cantia, Plazza e Caret. Poco più in alto, dopo alcune svolte, si raggiunge un bivio (ore 1¼, cartello con indicazioni per Monte Pagano).


Descrizione della salita:

Qui, seguendo la bella mulattiera risalente alla Grande Guerra, si lascia a destra il sentiero n. 145A per il Pianaccio e si prende a sinistra (NE, segnavia n. 145), iniziando a risalire, grazie ad alcuni tornanti, l´ampia dorsale Sud della montagna. Con percorso sempre panoramico, si raggiunge la vasta calotta dell´anticima Sud. Seguendo sempre la bella mulattiera, si punta ora alla tozza vetta, che è vicina e ben visibile davanti a noi e sulla quale spicca una singolare fortificazione che la cinge per intero. Ora, seguendo sempre la strada militare si contorna la cima e la relativa fortificazione sul versante Ovest e vi si accede da quello Nord tramite una tanto bella quanto singolare porta di pietra. Non rimane altro che percorrere gli ultimi facili metri che ci separano dall´omino di pietre e dal Tricolore presenti sulla cima.


Discesa:

Come per la salita, passando, stavolta, dalla porta gemella presente sul versante Sud. In alternativa, proseguendo sul sentiero n. 145, dalla cima si può decidere di percorrere interamente la cresta Nord-Est fino alla località Pianaccio (m.2165, ore 0,30 dalla cima). Da qui si può poi scegliere se rientrare al punto di partenza tramite il bel sentiero n. 145A che, tagliando i versanti Ovest e Sud della montagna, in una quarantina di minuti riconduce al cartello con indicazioni sotto la dorsale Sud, oppure tramite la strada che conduce a Malga Salina Bassa (m. 2100) e il sentiero n. 3 che discende la Valle di Grom ritornando direttamente al Ponte Palù (ore 1,45 dalla cima).


Note:

Pur non presentando alcuna difficoltà e sviluppandosi interamente su strada sterrata e mulattiera di guerra, questa escursione viene classificata con difficoltà E puramente per la lunghezza ed il dislivello che, per chi non è allenato, non sono da sottovalutare. Questa salita è sicuramente da considerare nelle mezze stagioni, quando non fa troppo caldo e le condizioni del manto nevoso non permettono di andare più in alto. Ad ogni modo, la bellezza dell´itinerario, il suo valore storico ed i panorami che vi si possono apprezzare, fanno sì che il Pagano sia un´escursione fortemente consigliata ed alla portata di tutti. Se poi, come consigliato, si dovesse decidere di effettuare salita e discesa per itinerari diversi, allora l´intero giro verrebbe veramente valorizzato al massimo.


© VieNormali.it

Via Normale Monte Pagano - In salita lungo la piacevole strada sterrata
Via Normale Monte Pagano - Sulla mulattiera militare con il Gruppo del Baitone sullo sfondo
Via Normale Monte Pagano - Vista verso Nord dalla cima del Monte Pagano
In salita lungo la piacevole strada sterrata Sulla mulattiera militare con il Gruppo del Baitone sullo sfondo Vista verso Nord dalla cima del Monte Pagano

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).

Revisione: relazione rivista e corretta il 09/01/2017 dalla redazione di VieNormali.it

  


Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Orientali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli
   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna

Assicuratore Click Up Climbing Technology

Il CLICK UP è un assicuratore a frenata manuale progettato per l'arrampicata in falesia, utilizzabile con tutte le corde singole da 8.6 a 10.5 mm. Compatto e leggero, consente di assicurare un arrampicatore da primo e in top-rope manovrando la corda con entrambe le mani, e di calarlo. Permette di dare corda in modo veloce e senza intoppi e di arrestare una caduta trattenendo il lato libero della corda.

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer