Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Groppo delle Ali - 1680 m


Relazione della salita - Cima n° 2872


Foto via normale Groppo delle Ali   non disponibile Regione: Emilia Romagna (PiacenzaItaliane

Alpi e Gruppo: Appennini - Appennino Settentrionale - Gruppo Maggiorasca

Provincia: Piacenza

Punto di partenza: SP 654 Selva di Ferriere (1250 m)

Versante di salita: N

Dislivello di salita: 400 m - Totale: 800 m

Tempo di salita: 1,30 h - Totale: 2,45 h

Periodo consigliato: tutto l'anno

Valle: Val Nura - Altre cime della Val Nura
Punti di appoggio: Biv.Sacchi (1567 m)
Tipo di via: Via ferrata
Tipo di percorso: Via ferrata
Difficoltà:   EEA - AR - III (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: CARTINA 14 APPENNINO PIACENTINO CAI PIACENZA
Autore: Enrico N.  Profilo di Enrico N. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 16/04/2016
Data pubblicazione: 18/04/2016
N° di visualizzazioni: 2179
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
3 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

Il Groppo delle Ali si eleva roccioso e solitario fra le boschive montagne dell´appennino piacentino-ligure che comprendono, tra gli altri, il Monte Maggiorasca (1805 m, il più alto della zona) e il Monte Bue (1777 m , noto specialmente ai liguri per la presenza di un piccolo comprensorio sciistico sulla sua sommità). Sulle sue pareti si sviluppa una ferrata abbastanza breve, panoramicamente interessante e a tratti difficile in certi suoi passaggi.


Accesso:

Punto di partenza dell´itinerario è la SS654 della Val Nure, strada che collega la cittadina di Piacenza con il paese ligure di Rezzoaglio: in corrispondenza del km 66 (poco prima del passo dello Zovallo per chi viene da Piacenza) è posta una piccola piazzola, in cui si parcheggia. Da qui si seguono le indicazioni per il sentiero 007 che sale inizialmente tortuoso fra i boschi e poi, sempre in ambiente boschivo, assume un andamento più lineare seguendo il percorso di un rumoroso ruscello. Ignorando i vari bivi presso la sorgente della "Fontana Gelata" ,si prosegue in salita più marcata e fra enormi massi in direzione del Bivacco Sacchi (1567 m), che si raggiunge dopo 40´ abbondanti dal parcheggio e sorge nei pressi del granitico torrione del Dente delle Ali. Dietro il bivacco si seguono le indicazioni per la ferrata Mazzocchi lungo il sentiero 009, il cui attacco è presto raggiunto.


Descrizione della salita:

La ferrata - munita di cavo e di qualche catena- sale inizialmente lungo un facile camino gradinato che termina su un piccolo pulpito. Da qui si gira verso destra su di un traverso abbastanza esposto in cui la trazione sul cavo risulta essenziale e si raggiunge in breve una prima scala traballante che si supera però con facilità. Da qui si prosegue su un facile tratto gradinato in cui il cavo è utile per lo più come scorrimano e velocemente si giunge ad una placca verticale che si può superare sulla destra con l´aiuto di alcune staffe un po´ scomode o sulla sinistra salendo direttamente sulla roccia stabile ma un po´ povera di appigli. Terminata la paretina si prosegue su terreno più agevole, si supera una facile cengia e quindi si prosegue su un traverso su roccia verticale e povera di appigli, che risulta particolarmente difficoltoso in caso di roccia bagnata (punto chiave della via); da qui si affronta un ripido camino grazie ad una solida scala metallica e si arriva ad un ulteriore traverso , questa volta più semplice data l´inclinazione poco accentuata della parete e quindi ad una seconda e lunga scala metallica che risulta fondamentale data la notevole esposizione. Da qui il termine della ferrata si raggiunge in breve tempo attraverso alcuni passaggi attrezzati su facili roccette gradinate e su un´ ultima paretina. La ferrata termina nei pressi dell´ampio prato di vetta del Giogo delle Ali (1680 m) e la cima del vicino e più panoramico Monte Bue (1777 m) - già visibile all´orizzonte con il suo enorme rifugio (chiuso) - è eventualmente raggiungibile in venti minuti abbondanti attraverso gli ottimamente segnati sentieri 009 e 007 tra boschi e prati. Dalla cima il panorama risulta grandioso con il selvaggio entroterra ligure verso Sud e i boscosi pendii dell´Appennino emiliano verso nord e risulta ancora migliore dalla vicina e facilmente raggiungibile cima del Monte Maggiorasca (1805 m).


Discesa:

Dalla cima del Monte Bue si percorre a ritroso il sentiero 007 precedentemente percorso ignorando ad un certo punto il bivio con il sentiero 009 (quello proveniente dal Giogo delle Ali e dalla ferrata Mazzocchi) e scendendo direttamente al Bivacco Sacchi. Da qui, rientro alla macchina attraverso lo stesso sentiero percorso all´andata.


Note:

Percorso bello, non lungo e alla portata di tutti , anche se la ferrata risulta un po´ ostica in alcuni punti. Per la cima del Monte Bue calcolare 100 m in più di dislivello e quaranta minuti circa di cammino totale fra andata e ritorno. Per chi intendesse salire solamente al Monte Bue senza passare dalla ferrata, la via normale risulta quella descritta per la discesa (sentiero 007 , un´ora e mezza dalla macchina alla vetta)


© VieNormali.it


Revisione: relazione rivista e corretta il 14/05/2016 dalla redazione di VieNormali.it

  


Mappa su Google:



Carte escursionistiche sulle Appennini:



Libri suggeriti sulle Appennini:


Sud Verticale  Appennino di neve e di ghiaccio Vol. 1  Appennino Bianco - Vol. 1  Appennino Bianco - Vol. 2  Creste d'Appennino  Dog Trekking in Appennino  I 2000 dell'Appennino  Il Terminillo e i Monti Reatini
Ghiaccio d'Appennino  Gran Sasso I Rifugi dell'Appennino Centrale  Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise  Sentieri nel Parco Nazionale Gran Sasso Laga  Parco d'Abruzzo  Carta escursionistica Parco d'Abruzzo  Bambini in Appennino
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Alta Maremma e Selva del Lamone - Edizioni Il Lupo
           >> Bambini in Appennino - Alberto Osti Guerrazzi, Aldo Frezza
           >> Ciaspolate - Domenico Vasapollo
           >> Ghiaccio d'Appennino
           >> Appennino Bianco - Vol. 1
           >> Appennino Bianco - Vol. 2
   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna

Assicuratore Click Up Climbing Technology

Il CLICK UP è un assicuratore a frenata manuale progettato per l'arrampicata in falesia, utilizzabile con tutte le corde singole da 8.6 a 10.5 mm. Compatto e leggero, consente di assicurare un arrampicatore da primo e in top-rope manovrando la corda con entrambe le mani, e di calarlo. Permette di dare corda in modo veloce e senza intoppi e di arrestare una caduta trattenendo il lato libero della corda.


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer