Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Punta d´Arbola - dal Vannino - 3235 m


Relazione della salita - Cima n° 2154


Via Normale Punta d´Arbola - dal Vannino
Il versante ENE della Punta d’Àrbola
Regione: Piemonte (VerbaniaItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Lepontine - Gruppo Monte Leone

Provincia: Verbania

Punto di partenza: Canza (q. 1412 m)

Versante di salita: ENE

Dislivello di salita: 1823 m - Totale: 3646 m

Tempo di salita: 5,00 h - Totale: 9,30 h

Periodo consigliato: giugno - settembre

Punti di appoggio: Rif. Margaroli (q. 2194 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero segnato
Difficoltà:   EE - AG - PD (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: CARTA NAZIONALE DELLA SVIZZERA N. 1271 - Basòdino 1:25000 e N. 1270 – Binntal 1:25000
Autore: Piero Vardinelli Profilo di Piero Vardinelli - Altre salite dell'autore
Data della salita: 08/07/2001
Data pubblicazione: 25/12/2011
N° di visualizzazioni: 4273
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
3 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Introduzione:

Maestosa vetta di roccia e ghiaccio, fra il Piemonte e il Vallese. Dal versante elvetico è conosciuta con il nome di Ofenhorn ed è ugualmente molto bella. Purtroppo il considerevole ritiro del ghiacciaio, sta spogliando la “regina della Val Formazza” del suo candido mantello e gli affioramenti rocciosi si allargano ad ogni estate. Anche la seraccata pensile della parete N è ormai del tutto scomparsa e lo scivolo finale che precede la cresta, ghiacciato fino al decennio scorso, a stagione avanzata diventa un ripido pendio di rocce. Ma in quanto a fascino e regalità ha ancora pochi rivali e non solo in questa valle. Giustamente l’amico Bellinzani nella sua relazione la considera una vetta che fa innamorare, io aggiungerei: fin dal primo sguardo.
Nel 2001 l’ho salita due volte nel giro di quindici giorni, entrambe in giornata: la prima dal Vannino con partenza da Canza, in solitaria; la seconda dal Vallese, in traversata dalla Punta del Sabbione, con l’amico Cattaneo.


Accesso:

Si percorre l’autostrada A26 fino all’ultima uscita di Gravellona Toce e si prosegue sulla superstrada fino a Domodossola. Poi si risale la V. d’Óssola, passando da Crodo e Formazza, fino al piccolo villaggio di Canza. Si può lasciare l’auto in uno spiazzo prima dell’ingresso di questo abitato, oppure scendere al parcheggio in riva al fiume Toce.


Descrizione della salita:

Oltrepassato il fiume Toce, si scende nel nucleo sottostate di case e seguendo i cartelli indicatori posti fra due abitazioni, si svolta a destra su di una mulattiera. Poco sopra ci si addentra nel bosco e prima di uno slargo di una stradina sterrata, si compie un traverso a sinistra. Al termine del traverso si sale ad immettersi in questa sterrata, seguendola per un breve tratto. Poche decime di metri dopo un tornante, la si abbandona e si prosegue lungo il sentiero che si stacca sulla sinistra. Con un lungo traverso nel bosco verso SSW, accostandoci talvolta alla stradina, si raggiunge la stazione di arrivo della seggiovia del Sagersboden (q. 1772 m). Esistono altre due possibilità per raggiungere questa stazione, entrambe con partenza dal paese di Valdo (q. 1274 m):
1°) bisogna raggiungere il parcheggio della stazione di partenza della seggiovia, si sale poi lungo la pista da sci, su sentiero ripido, fino alla stazione di arrivo. L’itinerario è più diretto rispetto al precedente, ma è più faticoso e con un dislivello maggiore ed è quindi preferibile partire da Canza;
2°) utilizzando la seggiovia. Bisogna però informarsi sull’orario di apertura degli impianti, presumo verso le otto. Ma se si vuole partire presto per raggiungere la vetta in giornata e fare ritorno, è una scelta da valutare attentamente, se non da scartare. Mentre in sci-alpinistica è ovviamente la soluzione migliore.
In ogni caso, da Sagersboden si prosegue lungo la sterrata che sale nel bosco verso WNW e sbuca nel pianeggiante Vallone del Vannino, costeggiando ora il torrente, con bella vista sulla Punta d’Àrbola. Un secondo strappo conduce ad un piccolo sbarramento, a cui fa seguito un nuovo tratto pianeggiante. Seguendo sempre la pista sterrata, si continua fino ai piedi del dosso sopra il quale è posto il Rifugio Margaroli (q. 2194 m). Una sosta è d’obbligo, terminata la pista si sale al rifugio su comodo sentiero.
Ridisceso il dosso in direzione dello stallone dell’Alpe Vannino, si prende il sentiero che sale lungo i prati, in direzione NW. Preferendo il più alto dei due sentieri paralleli, si arriva al Lago Srùer (q. 2330 m). Sempre su sentiero si costeggia il lago a destra e al suo termine si volge ad W e si sale nel vallone che conduce al Passo del Vannino (q. 2732 m). Inizialmente si risale questo vallone sulla destra, su sfasciumi e morene, guidati anche dagli ometti in pietre, in seguito su nevai, fino a raggiungere l’ampia sella che si apre sul Ghiacciaio del Sabbione. Opportunamente legati si prosegue dritti al centro del ghiacciaio, evitando un settore crepacciato sulla sinistra e dopo un centinaio di metri si volge a sinistra, in direzione del versante ENE della montagna. Attraversata la distesa glaciale si sale lungo il pendio, fino a raggiungere la crepaccia terminale, dove inizia il tratto più ripido e impegnativo. In condizioni di buon innevamento le difficoltà sono contenute, superata la crepaccia, si risale il ripido pendio e si arriva sulla cresta SE. Percorrendo poi la breve e facile dorsale verso W, si raggiunge la croce di vetta.
Come tutti sappiamo, i ghiacciai in questi ultimi anni stanno subendo profondi mutamenti, trattandosi di una salita del 2001, è in quest’ottica che bisogna valutare sia l’itinerario sia le immagini. Va comunque precisato che a stagione avanzata o in condizioni di scarso innevamento, il ripido pendio finale che precede la cresta diventa roccioso e, avendolo salito con abbondante innevamento, non mi è dato a sapere né il grado di difficoltà delle rocce né le difficoltà da affrontare per il superamento della crepaccia terminale.


Discesa:

Come per la salita.


© VieNormali.it

Via Normale Punta d´Arbola - dal Vannino - Verso il Passo del Vannino Via Normale Punta d´Arbola - dal Vannino - In discesa sulla cresta, all’inizio del tratto ripido Via Normale Punta d´Arbola - dal Vannino - La Punta d’Àrbola in un’immagine ravvicinata dal M. Basòdino
Verso il Passo del Vannino In discesa sulla cresta, all’inizio del tratto ripido La Punta d’Àrbola in un’immagine ravvicinata dal M. Basòdino

Mappa su Google:





Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


A piedi in Alta Val Chisone  A piedi in Alta Valle Susa  Cento salite in Alta Val Susa e Val Sangone  Montagne di Valsusa  Sentieri in Ossola e Valsesia  Trekking sulle Alpi di Torino  A piedi in Piemonte - Vol. 1  A piedi in Piemonte - Vol. 2
Alta Valsesia  Val Bognanco  Val Divedro  Val Formazza  Val Formazza  Valle Antrona  Valle Anzasca Est  Valle Anzasca Ovest
Valsesia Nord Est  Valsesia Nord Ovest  Valsesia Sud Est  Valsesia Sud Ovest  Alpe Devero  Monte Rosa  Val Formazza  Valsesia 
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Revisione: relazione rivista e corretta il 25/02/2012 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposte di montagna

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer