Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Vetta di Ron - 3137 m


Relazione della salita - Cima n° 1773


Via Normale Vetta di Ron
La Vetta di Ron da SSW
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Bernina

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Boirolo (q. 1615 m)

Versante di salita: S

Dislivello di salita: 1530 m - Totale: 3060 m

Tempo di salita: 4,30 h - Totale: 8,30 h

Periodo consigliato: estate

Punti di appoggio: nessuno
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - A - I - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: CARTA NAZIONALE DELLA SVIZZERA N. 278 - Monte Disgrazia 1:50000
Autore: Piero Vardinelli Profilo di Piero Vardinelli - Altre salite dell'autore
Data della salita: 22/06/2000
Data pubblicazione: 23/12/2010
N° di visualizzazioni: 7622
N° voti: 3 - Voto medio: Voto 5 stelle

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
11 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Introduzione:

La Vetta di Ron si trova sull´importante catena che dal Pizzo Scalino volge verso S e che divide di fatto la Valle Painale e di Togno ad W dalla Val Fontana ad E. Stupenda vetta, una delle più belle del gruppo, in particolare se vista da settentrione, con la Punta Corti e la Corna Brutana affiancate che le conferiscono un aspetto elegante e regale. Il versante meridionale, dove passa la via normale, si presenta come un´ampia parete rocciosa, formata dalla piramide di vetta e dalla larga cresta SE che scende verticale e solcata trasversalmente da una cengia, l´unico punto debole della montagna che permette di raggiungere abbastanza facilmente la vetta. Panorama unico sul gruppo del Bernina, Scalino, Painale e sulle Orobie intere.


Accesso:

Al termine della tangenziale di Sondrio si prosegue verso Tirano per circa 4,5 km fino ad un incrocio che verso sinistra conduce a Tresivio. Dopo aver raggiunto questa località la strada prosegue verso S. Abbondio e S. Antonio, con una serie di tornanti sale poi a Prasomaso ed infine a Boirolo, dove si parcheggia.


Descrizione della salita:

A Boirolo si segue la stradina sterrata che sale verso N e dopo aver superato un dosso, raggiunge la chiesetta di S. Stefano (q. 1806 m). Si prosegue poi al margine superiore della valle e verso (q. 2005 m) si arriva ad un incrocio. Verso destra una mulattiera conduce all´Alpe Rogneda, sotto la (q. 2188 m) e proseguendo oltre si raggiunge la stalla di (q. 2244 m). Seguendo ora le tracce verso NE, in breve si raggiunge il Lago di Rogneda (q. 2316 m). Per evitare la notevole distesa di ganda che ci sbarra l´accesso diretto alla Bocchetta N di Rogneda, dal lago si volge ad E, per un centinaio di metri o poco più e si segue poi un sentierino, verso N, che traversa alla base il ripido versante W del tratto di cresta compreso fra la Bocchetta S di Rogneda (q. 2362 m), non nominata sulla CNS e la (q. 2681 m). Al termine del traverso, seguendo le tracce, si sale alla Bocchetta N di Rogneda (q. 2657 m), non quotata sulla CNS. Da qui ci si abbassa leggermente sul versante opposto e si sale trasversalmente il pendio di erba e detriti, in direzione dell´ultimo canale a destra, che scende dalla cresta SE della Vetta di Ron. Non bisogna farci attrarre dai primi canali, esperienza personale, perchè molto ripidi, bisogna traversare a lungo sotto la cresta. Il canale non è comunque difficile da individuare in quanto, in alto, sul filo di cresta contro il cielo, risalta un piccolo gendarme; inoltre è segnalato, ma bisogna arrivarci vicino per individuare i segnali. Il canale lo si risale per pochi metri, per poi imboccare una cengia, larga all´inizio, che permette di traversare obliquamente tutta la parete. Nella parte inferiore, nel superamento di un ripido canale, la cengia diventa abbastanza stretta, ma poi prosegue sempre sufficientemente larga, fin sotto la vetta. Al termine della cengia si raggiunge una sella, dove si volge a destra e per rocce rotte e facili canaletti si arriva in vetta.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

Nota 1:
Dalla Bocchetta N di Rogneda la parete appare insuperabile, ma la salita è alla portata di ogni buon escursionista, l´importante è individuare il canale, segnalato, che permette d´imboccare facilmente la cengia. Durante la traversata della cengia bisogna fare attenzione ad eventuali cadute di sassi, in particolare durante il superamento di alcuni ripidi canaletti. La salita è assolutamente da evitare in presenza di neve, piccozza e ramponi possono essere utili ad inizio stagione nei punti in cui la neve tarda a sciogliersi. Corda ed imbrago non sono necessari, servono solo ai meno esperti.

Nota 2:
Il dislivello non eccessivo permette di raggiungere la vetta in giornata, va comunque precisato che nelle valli laterali sono presenti alcuni rifugi, ottimi punti d´appoggio per chi proviene da più lontano. Alla Piana dei Cavalli, sopra l´Alpe Mara, si trova il Rifugio Gugiatti-Sartorelli a (q. 2137 m) incustodito e chiuso, le chiavi sono disponibili presso la sezione del CAI Valtellinese a Sondrio. Mentre nella parte bassa della Val di Ron, è presente la Capanna Vetta di Rhon a (q. 2189 m), inaugurata nel 2007, anch´essa incustodita e chiusa, gestita dalla sottosezione CAI Ponte in Valtellina. Provenendo dal rifugio Gugiatti-Sartorelli ci si ricollega all´itinerario di salita nei pressi del Lago di Rogneda, mentre dalla Capanna Vetta di Rhon ci si ricollega all´imbocco del canale che permette di accedere alla cengia, alla base della cresta SE della Vetta di Ron.


© VieNormali.it

Via Normale Vetta di Ron - L´itinerario di salita da S Via Normale Vetta di Ron - Il Pizzo Scalino e il Gruppo del Painale, dalla vetta Via Normale Vetta di Ron - In discesa sulla cengia innevata
L´itinerario di salita da S Il Pizzo Scalino e il Gruppo del Painale, dalla vetta In discesa sulla cengia innevata

Mappa su Google:





Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli

Revisione: relazione rivista e corretta il 16/05/2012 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Ladakh con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer