Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 


TRAVERSATA DI MONTAGNA A CURA DI ANDREA VISINTIN



Traversata dal Rif. Pellarini a Camporosso


a cura di Andrea Visintin

Sella Carnizza
Sella Carnizza

Regione: Friuli Ven. Giulia
Alpi: Italiane - Alpi Orientali - Giulie - Gruppo Jof Fuart
Punto di partenza: Rif. Pellarini (q. 1499 m)
Direzione di salita: SE - N
Quota massima: 2071 m
Dislivello di salita: 1000 m
Dislivello totale: 2000 m
Tempo di salita: 2,20 h
Tempo totale: 11,20 h
Difficoltà: EE - A - F (scala difficoltà)
Punti di appoggio: Rif. Pellarini (q.1499 m)
Tipo di salita: Sentiero e traccia segnata
Periodo consigliato: estate
Cartografia: TABACCO N. 019 - Alpi Giulie Occidentali 1:25000
Attrezzatura:
Valutazione:


Introduzione:
Lungo giro effettuato in due giorni che tocca le pareti dello Jof Fuart delle Cime delle Rondini per concludersi a Camporosso (800 m), dopo aver raggiunto la Cima dei Cacciatori (2087 m) e il Monte Lussari (1766 m). Giro effettuato con mio fratello e un mio amico.

Accesso:
Da Valbruna prendere la statale in direzione Val Saisera, a pochi km dal paese girare a sinistra al cartello Rif. Pellarini e agriturismo Prati Otzinger. Dal parcheggio prendere il sentiero cai 616 e in 1,30-2 h arrivare al rifugio.

Descrizione:

1° giorno:
Arrivati al rifugio nel pomeriggio decidiamo di salire a Sella Nabois (1970 m), prima tappa del giro, sempre per il sentiero cai 616 che parte da sopra il rifugio ed attraversa il greto del torrente che risale la Carnizza di Rio Zapraha in direzione ovest. Dopo aver fatto alcune fotografie soprattutto delle pareti dello Jof Fuart e delle cime vicine scendiamo lungo lo stesso itinerario (ore 2,20). Pernottamento in rifugio.

2° giorno:
Sveglia alla mattina presto e salita a Sella Carnizza che mette in collegamento La Canizza del Rio Zapraha con La Carnizza di Riofreddo. Si segue il sentiero cai 618 che è ben segnalato da tabelle e bollini, esso sale lungo un ripido canale con ripide svolte sino a giungere alla Sella (0,20 h). Si scende per l'altro versante che, essendo più rovinato dalle varie frane che si sono succedute negli anni, richiede maggior attenzione e in 20 min circa si giunge al bivio con il sentiero per la Forc. di Riofreddo, da qui ci dirigiamo in direzione N verso Sella Prasnig grande sella erbosa a quota 1491 m ,vi giungiamo in circa 1 ora, questa sella è situata tra la Cima delle Rondini e la Cima dei Cacciatori, famosa cima che sovrasta il Monte Lussari. Da qui decidiamo di salire Cima dei Cacciatori dal versante meno conosciuto, il versante sud, che segue una variante del sentiero 617 che porta al Monte Lussari. Il sentiero nei primi tratti è ben segnalato e su facile sentiero, problemi si riscontrano nel tratto finale dove la scarsa manutenzione e le frane fanno sì che nel salire si debba prestare molta attenzione non essendoci più i cavi di sicurezza. Arrivati in cima (1.30 h da sella Prasnig) si scende (sentiero cai 613) per il versante più conosciuto, il sud. Qui la grossa difficoltà è data dal numero spropositati di turisti visto la semplicità sella salita da questo versante. Infatti il percorso qui si svolge su sentiero ed in alcuni punti dove vi erano passaggi di I° grado sono stati attrezzati con cavi fissi rendendo la discesa e la salita di una semplicità assoluta e si arriva infine ad un bivio tra vari sentieri: il 613 e varianti del 617. Decidiamo di scendere alla Malga Lussari (1573 m) e da qui prendere in discesa il famoso sentiero del Pellegrino sempre sentiero cai 613, una strada bianca ripidissima che collega Il Monte Lussari e Camporosso. Conclusa la discesa in un paio d'ore arriviamo a valle stanchi e soddisfatti (totale giornata circa 9 h).

Discesa:
Discesa per sentiero del Pellegrino, sentiero cai 613 fino a Camporosso.

Note:
Fantastico panorama sulle cime delle Rondini, del gruppo del Riofreddo e dello Jof Fuart. Passi di montagna interessanti quali: Sella Nabois, Sella Carnizza e Sella Prasnig.

Autore: Andrea Visintin - Altre traversate dell'autore...

Data: 16/08/2009

© VieNormali.it
Traversata dal Rif. Pellarini a Camporosso - Carnizza di Rio Zapraha
Carnizza di Rio Zapraha
Traversata dal Rif. Pellarini a Camporosso - Cima dei Cacciatori
Cima dei Cacciatori
Traversata dal Rif. Pellarini a Camporosso - Salita a Cima dei Cacciatori
Salita a Cima dei Cacciatori
Traversata dal Rif. Pellarini a Camporosso - Vista sul Mangart dalla Cima dei Cacciatori
Vista sul Mangart dalla Cima dei Cacciatori

Mappa del percorso Traversata dal Rif. Pellarini a Camporosso
Tracciato indicativo della traversata





<< Vai all'elenco delle traversate
   Condividi su:





SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Dolomiti di Brenta Dolomiti di Brenta

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna


Al Cospetto del Ghiacciaio dei Forni

Al Cospetto del Ghiacciaio dei Forni
Il Ghiacciaio dei Forni, un
Regione: Lombardia - Parco Nazionale dello Stelvio
Data: da concordare   Durata: 5 h   Difficoltà: E


18/03/2019 - Il CAI e l'educazione ambientale
Cinque progetti del CAI rivolti alle scuole fra i vincitori del bando del Ministero dell'Ambiente


13/03/2019 - Adventure Outdoor Fest 2019
Dal 25 al 28 luglio il festival delle esperienze outdoor ai piedi della Marmolada


13/03/2019 - C.A.M.P. con Arc'teryx all'Alpine Academy 2019
Dal 4 al 7 luglio 2019 a Chamonix l'evento che si annuncia assolutamente eccezionale


05/03/2019 - Ortler Bike Marathon 2019
Il 1° giugno a Glorenza, in Val Venosta


01/03/2019 - Azione Natura 2019
Vivere la bellezza della Terra: la via è la meta


01/03/2019 - VieNormali.it partner di Yakki.net
La nuova piattaforma per trovare esperienze outdoor con guide certificate


25/02/2019 - Verona Mountain Film Festival 2019
Dal 5 al 9 marzo 2019 il festival del Veneto interamente dedicato all'alpinismo


18/02/2019 - Mammut vince tre ISPO Awards
Ben tre premi ISPO nelle categorie outdoor e snowsports nel settore dei prodotti innovativi


18/02/2019 - La Sportiva e CAMP sulle spalle dei giganti dello skialp
Accordo di co-marketing tra le due aziende italiane per la fornitura degli zaini CAMP Rapid e Veloce per gli atleti del Team La Sportiva


18/02/2019 - Online il Sentiero Italia CAI
L'itinerario escursionistico più lungo del mondo, 6880 km di grande bellezza.


16/02/2019 - Vibram Vertikal Sass de Fer 2019
Ad aprile la 3° edizione della Vertikal Trail Running di Varese


31/01/2019 - ISPO Award 2019 a Salewa
Il prestigioso premio ISPO alla scarpa Wildfire Edge Mid GTX e alla giacca Pedroc Hybrid Alpine Wool Perform Jacket


30/01/2019 - Nuova giacca Agner Hybrid Down Salewa
La soluzione semplice al complesso problema di proteggere dal freddo durante l'arrampicata alpina


30/01/2019 - Golden Trail National Series Italy
L'Italia è tra i 5 Paesi in Europa a proporre nel 2019 questo innovativo format di gare.


29/01/2019 - La Sportiva e la FFASI insieme verso Tokyo 2020
Accordo triennale per vestire le Nazionali climbing e paraclimbing


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer