Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 


TRAVERSATA DI MONTAGNA A CURA DI PIERO VARDINELLI



Traversata delle cime del Pizzo Suretta


a cura di Piero Vardinelli

Il Pizzo Suretta da SE
Il Pizzo Suretta da SE

Regione: Lombardia
Alpi: Italiane - Alpi Occidentali - Retiche - Gruppo Avers
Punto di partenza: Passo dello Spluga (q. 2115 m)
Direzione di salita: S - SE
Quota massima: 3027 m
Dislivello di salita: 1000 m
Dislivello totale: 2000 m
Tempo di salita: 2,30 h
Tempo totale: 6,30 h
Difficoltà: EE - A - II - PD (scala difficoltà)
Punti di appoggio: Biv. Suretta (q. 2753 m)
Tipo di salita: Ghiacciaio e roccette, passaggi su roccia
Periodo consigliato: estate
Cartografia: CARTA NAZIONALE DELLA SVIZZERA N. 1255 - Splügenpass 1:25000
Attrezzatura:
Valutazione:


Introduzione:
Il Pizzo Suretta (Surettahorn sulla CNS) s’innalza poco ad E del Passo dello Spluga, confine geografico fra le Alpi Lepontine e le Alpi Retiche, rappresenta quindi la prima elevazione ad W di quest’ultimo gruppo. L’aspetto topografico della montagna è di un vasto circo di elevate creste che presentano anche un considerevole sviluppo. Da S emerge con una corona di creste e di punte sopra il Ghiacciaio di Suretta Sud, mentre i versanti N ed E sono ricoperti dal Surettagletscher, il più esteso ghiacciaio di questo settore delle Alpi. L’incrocio delle creste del Suretta si presta a diverse combinazioni di traversate. Quella proposta qui di seguito è sicuramente una fra le più belle dell’intera zona dello Spluga, può essere affrontata comodamente in giornata e si svolge lungo il Ghiacciaio di Suretta S e la cresta SE, toccando il punto culminante chiamato Punta Nera (q. 3027 m), a cui fa seguito la Punta Rossa (q. 3020 m), la (q. 2978 m) e la Punta Adami (q. 2968 m). È un’entusiasmante cavalcata di creste, arricchita dalla bellissima arrampicata sul calcare rosso abrasivo della Punta Rossa e ovviamente il percorso può essere affrontato anche al contrario. La traversata del settore occidentale, che comprende l’Inner Schwarzhorn e gli altri torrioni delle Cime Cadenti, presenta difficoltà alpinistiche più elevate (AD+) e non vengono raggiunte con questo itinerario.

Va comunque precisato che anche l’ascesa alla Punta Nera e la traversata della cresta SE, sebbene non difficile, non è affatto da sottovalutare, bisogna superare tratti ripidi sia su ghiacciaio sia su terreno franoso e la cresta in diversi punti è decisamente esposta (vedi foto scalate).

Per la salita alla Punta Nera vedi anche relazioni:
Pizzo Suretta
Punta Nera - Surettahorn
Per la traversata vedi anche relazione:
Surettahorn-Traversata delle Cime

Accesso:
Da Chiavenna (SO) si prosegue sulla strada per il Passo dello Spluga, fino alla dogana italiana sulla sella del passo, dove si parcheggia.

Descrizione:

Dal Passo dello Spluga, pochi metri oltre la dogana, si segue il sentiero segnalato che in direzione E con numerose svolte conduce al Bergseeli (q. 2311 m). Dalle rive di questo lago i segnali conducono verso SE al Lago Azzurro (2429). Seguendo sempre i segnali si procede ora verso E e per canaletti di ganda e grossi massi da aggirare si raggiunge un canale morenico nei pressi della fronte dal Ghiacciaio di Suretta Sud, a poca distanza dal Bivacco Suretta, visibile sulla cima di un cono morenico. Giunti sul ghiacciaio e valutata la necessità o meno di legarsi in cordata, piccozza e ramponi sono comunque indispensabili, si procede verso nord, in direzione della parte più elevata e ripida del ghiaccio, sotto la verticale della Punta Nera. Generalmente la crepaccia terminale non pone grossi problemi e viene superata a destra, imboccando una rampa detritica di una decina di metri o poco più. Verso sinistra si segue poi l’evidente, ripida e poco marcata rampa detritica, che con un percorso trasversale da E a W, conduce sulla cresta SW, a pochi metri dalla cima. Appoggiando a destra di tale cresta si raggiunge la vetta della Punta Nera (q. 3027 m).

Il percorso di cresta che segue, fra la Punta Nera e la Punta Rossa, è decisamente esposto e non del tutto semplice. Come alternativa al filo di cresta integrale, si può aggirare a S (destra) il primo spuntone roccioso, il pendio è comunque assai ripido e bisogna fare molta attenzione. Ripreso appena possibile il percorso di cresta, si scavalcano alcuni grossi massi e si rimonta facilmente la cresta di calcare rosso, che in breve conduce alla Punta Rossa (q. 3020 m). Da questa vetta si ha una straordinaria visione del notevole e complesso sviluppo di tutte le creste del Pizzo Suretta: la SW delle Cime Cadenti, la NNE che ha origine al Surettajoch, la NE che affonda nel Surettagletscher, la SE che scende alla (q. 2978 m) e alla Punta Adami, proseguendo poi con un largo semicerchio verso la Punta Scaramellini, la Punta Brasca, il Piz Por e il più lontano Piz Muttàla.

Dalla Punta Rossa si scende per la cresta SE, leggermente a sinistra del filo, la prima parte è ripida ma la roccia di un compatto calcare rossastro è eccezionalmente abrasiva e ricca di appigli. Raggiunta la sella nevosa che divide la Punta Rossa dalla parte meridionale del gruppo, rimane da affrontare un passaggio esposto a destra del filo, oltre il quale il percorso di cresta diventa più facile e si sale alla (q. 2978 m), dove ci viene offerta una bellissima visione della piramide della Punta Rossa. Con un percorso quasi pianeggiante si raggiunge poi la Punta Adami, dedicata a Paolo Adami deceduto nelle vicinanze nel 1909, come cita la croce posta a ricordo. Da questa vetta si scende lungo la cresta SE. Nella parte bassa tale cresta diventa un ripido ammasso di grossi blocchi e risalti rocciosi da aggirare, comunque non particolarmente impegnativi e si scende rimanendo in prossimità del margine destro della cresta, in modo da poter individuare il punto migliore per scendere sul ghiacciaio. È anche possibile scendere fin oltre il livello della fronte del ghiacciaio, traversare poi a W e in leggera ascesa raggiungere il ghiacciaio, ricollegandoci con l’itinerario di salita.

Discesa:
Dal ghiacciaio di Suretta S si ritorna al Passo dello Spluga seguendo il percorso di salita.

Autore: Piero Vardinelli - Altre traversate dell'autore...

Data: 14/09/2000

© VieNormali.it

Traversata delle cime del Pizzo Suretta - Panorama verso S dalla vetta
Panorama verso S dalla vetta
Traversata delle cime del Pizzo Suretta - Sulla cresta fra la Punta Nera e la Punta Rossa
Sulla cresta fra la Punta Nera e la Punta Rossa
Traversata delle cime del Pizzo Suretta - A sinistra la Punta Adami dalla Punta Rossa
A sinistra la Punta Adami dalla Punta Rossa
Traversata delle cime del Pizzo Suretta - Bellissima Punta Rossa e a sinistra la Punta Nera dalla q. 2978 m
Bellissima Punta Rossa e a sinistra la Punta Nera dalla q. 2978 m





<< Vai all'elenco delle traversate
   Condividi su:





SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Iter Edizioni - Itinerari più belli

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna

YiLianDa - Pantaloni softshell da uomo

Pantaloni in stile classico dalla vestibilità perfetta, realizzati in materiale resistente con lavorazione di qualità. Morbido interno in softshell, buona elasticità, inserto in corrispondenza delle ginocchia e tasche laterali. Antistatici, resistenti all'abrasione e allo sporco, impermeabili, ad asciugatura rapida, antibatterici, traspiranti e antivento.


18/03/2019 - Il CAI e l'educazione ambientale
Cinque progetti del CAI rivolti alle scuole fra i vincitori del bando del Ministero dell'Ambiente


13/03/2019 - Adventure Outdoor Fest 2019
Dal 25 al 28 luglio il festival delle esperienze outdoor ai piedi della Marmolada


13/03/2019 - C.A.M.P. con Arc'teryx all'Alpine Academy 2019
Dal 4 al 7 luglio 2019 a Chamonix l'evento che si annuncia assolutamente eccezionale


05/03/2019 - Ortler Bike Marathon 2019
Il 1° giugno a Glorenza, in Val Venosta


01/03/2019 - Azione Natura 2019
Vivere la bellezza della Terra: la via è la meta


01/03/2019 - VieNormali.it partner di Yakki.net
La nuova piattaforma per trovare esperienze outdoor con guide certificate


25/02/2019 - Verona Mountain Film Festival 2019
Dal 5 al 9 marzo 2019 il festival del Veneto interamente dedicato all'alpinismo


18/02/2019 - Mammut vince tre ISPO Awards
Ben tre premi ISPO nelle categorie outdoor e snowsports nel settore dei prodotti innovativi


18/02/2019 - La Sportiva e CAMP sulle spalle dei giganti dello skialp
Accordo di co-marketing tra le due aziende italiane per la fornitura degli zaini CAMP Rapid e Veloce per gli atleti del Team La Sportiva


18/02/2019 - Online il Sentiero Italia CAI
L'itinerario escursionistico più lungo del mondo, 6880 km di grande bellezza.


16/02/2019 - Vibram Vertikal Sass de Fer 2019
Ad aprile la 3° edizione della Vertikal Trail Running di Varese


31/01/2019 - ISPO Award 2019 a Salewa
Il prestigioso premio ISPO alla scarpa Wildfire Edge Mid GTX e alla giacca Pedroc Hybrid Alpine Wool Perform Jacket


30/01/2019 - Nuova giacca Agner Hybrid Down Salewa
La soluzione semplice al complesso problema di proteggere dal freddo durante l'arrampicata alpina


30/01/2019 - Golden Trail National Series Italy
L'Italia è tra i 5 Paesi in Europa a proporre nel 2019 questo innovativo format di gare.


29/01/2019 - La Sportiva e la FFASI insieme verso Tokyo 2020
Accordo triennale per vestire le Nazionali climbing e paraclimbing


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer