Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Galenstock - Vers. E e Cresta N - 3586 m


Relazione della salita - Cima n° 2924


Via Normale Galenstock - Vers. E e Cresta N
Galenstock versante E
Regione: Estero (EsteroSvizzere

Alpi e Gruppo: Estere - Estere Svizzere

Provincia: Estero

Punto di partenza: Loc. Tiefenbach-Matten (q. 2272 m)

Versante di salita: E-N

Dislivello di salita: 1314 m - Totale: 2628 m

Tempo di salita: 6,00 h - Totale: 11,00 h

Periodo consigliato: luglio - agosto

Punti di appoggio: Albert Heim Hütte SAC (q. 2480 m)
Tipo di via: Via di ghiaccio
Tipo di percorso: Traccia su ghiacciaio
Difficoltà:   EEA - AG - II - PD+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: www.geo.admin.ch
Autore: Foto non presente Giorgio Leoni - Altre salite dell'autore
Data della salita: 16/07/2016
Data pubblicazione: 12/09/2016
N° di visualizzazioni: 749
N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Introduzione:

La salita proposta è un’alternativa alla normale descritta da Piero Vardinelli. Si sale dal versante E lungo il ghiacciaio Tiefengletscher e la cresta N. Decisamente più tecnica in quanto bisogna superare una bastionata di granito liscio, messa a nudo dal ritiro del ghiacciaio, salendo una serie di gradini ed arrivare in vetta per un traverso su roccia (esposto), un successivo scivolo di neve ed un ultimo tratto di cresta che sbuca sulla calotta di vetta. Tutto abbordabile per buoni alpinisti abituati a muoversi in ambiente.


Accesso:

Come il percorso di cui alla relazione di Piero Vardinelli, ma prima del Furkapass a quota 2106 m in località Tiefenbach prendere sulla destra la strada sterrata con le indicazioni per la Albert Heim Hütte. La strada, percorribile da qualsiasi tipo di automobile, è a pedaggio 7 CHF (noi abbiamo trovato la colonnina fuori servizio) e conduce fino a quota 2272 m dove si parcheggia.


Descrizione della salita:

Dal parcheggio seguire le indicazioni per il Rifugio in direzione N ed il sentiero ben tracciato e segnalato che costeggia il torrente Tiefenbach. Arrivati a quota 2400 circa seguire l’indicazione leichter weg (sentiero più facile) posta su un palo e continuare sempre lungo il torrente. Lasciato a sinistra il ponte della via che porta alla Sidelenhütte, si continua su un falso piano in leggera salita fino a sbucare nella piana della lingua del ghiacciaio Tiefengletscher. Qui si incontra la traccia che proviene dal rifugio, visibile alle nostre spalle, e si continua in direzione W fino ad incontrare la neve o il ghiaccio. Indossata tutta l’attrezzatura e formata la cordata si percorre ancora un tratto in leggere salita per poi prendere, in direzione NE, il ripido risalto che si risale con qualche zig-zag. Comincia a schiarire e l’alba offre un grandioso spettacolo di guglie, gendarmi e creste di puro granito. Il percorso spiana leggermente per poi riprendere più ripido in direzione della conca sommitale del nostro ghiacciaio racchiusa da insormontabili bastioni. A circa quota 3050 si piega a W e poi decisamente a S, facendo quasi un’inversione di marcia. La nostra meta è esattamente di fronte a noi. Si sale lungo una diagonale puntando prima ad un grosso masso posto sul ghiacciaio e poi alla bastionata sulla quale si intravede il percorso di salita costituito da una serie di gradini prima e da una cengia poi. Arrivati sotto la bastionata si contorna uno splendido anfiteatro di neve, si scende leggermente nel catino, si supera facilmente il crepaccio terminale e si cominciano a salire i gradini infissi nel granito superando agilmente la placca di granito lasciata scoperta dal ghiacciaio. Dopo circa 20 metri i gradini terminano ed andando a sinistra, in direzione S, si sale lungo una cengia con facile arrampicata di 1° grado seguendo i fittoni presenti che tornano utili per eventuali sicure. Al termine della cengia si supera un diedro facilitati dalla presenza di una corda. Si sbuca così sulla cresta. Panorama mozzafiato sul ghiacciaio del Rodano ed il Dammastock. Ora il percorso traversa appena sotto il filo di cresta sulla parete W che sovrasta un ramo del ghiacciaio del Rodano. Il tratto più difficile è protetto da un fix cui attaccare un rinvio e continuare in sicurezza. I segni dei ramponi sul granito consentono di tenere il percorso fino ad arrivare ad una gobba nevosa ormai in vista della vetta. Si percorre la gobba che diventa sempre più ripida, max 40°, fin sotto la cresta terminale. Sulla aerea cresta si seguono anche qui i fittoni presenti ed i segni dei ramponi. L´arrampicata è semplice max II° grado, ma da fare con attenzione per non smuovere i blocchi di granito. Con un ultimo sforzo si sbuca sulla calotta di vetta ed in pochi passi ecco la nostra meta.


Discesa:

Come per la salita. Se si ripercorre la via di salita si può valutare, una volta scesi i gradini e messi i ramponi sul Tiefengletscher, di scendere andando a SE lungo il ramo meridionale del ghiacciaio. In questo modo si evita di ripercorre il traverso fatto in salita. Si accorcia il percorso, ma si corre il rischio di dover affrontare insidiosi crepacci. In alternativa si può percorrere un grandioso giro ad anello scendendo per la normale descritta da Piero Vardinelli lungo il versante W ed il ghiacciaio del Rodano fino al Belvedere. Da qui con autostop farsi accompagnare a Tiefenbach e salire a piedi al parcheggio.


Note:

Salita più tecnica rispetto a quella del versante W dal Belvedere. Si svolge in un ambiente più raccolto ma accompagnati dalle precipiti parete di granito che racchiudono il Tiefengletscher. La salita della infilata di gradini e la successiva cresta offrono belle sensazioni senza mai metterti troppo sotto pressione. Dalla vetta panorama grandioso su tutte le Alpi Bernesi fino alle nostre Grigne. Da fare assolutamente con bel tempo ed in assenza totale di nebbia. Calcolare 1 h in meno se si pernotta alla Albert Heim Hütte.
Per altre foto: www.signalkuppe.com


© VieNormali.it

Via Normale Galenstock - Vers. E e Cresta N - I gradini Via Normale Galenstock - Vers. E e Cresta N - Sulla gobba con alle spalle il traverso delicato Via Normale Galenstock - Vers. E e Cresta N - Cresta N tratto prima della vetta
I gradini Sulla gobba con alle spalle il traverso delicato Cresta N tratto prima della vetta


Libri suggeriti sulle Estere:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Revisione: relazione rivista e corretta il 12/09/2016 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna
Kamchatka con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer