Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Miletto (da S) - 2050 m


Relazione della salita - Cima n° 1601


Via Normale Monte Miletto (da S)
Il percorso di salita
Regione: Molise (IserniaItaliane

Alpi e Gruppo: Appennini - Appennino Meridionale - Gruppo Monti del Matese

Provincia: Isernia

Punto di partenza: Chiesetta di S. Michele (q. 1015 m)

Versante di salita: SW

Dislivello di salita: 1035 m - Totale: 2070 m

Tempo di salita: 3,00 h - Totale: 5,30 h

Periodo consigliato: tutto l´anno

Punti di appoggio: Miralago (q. 1096 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero e traccia segnata
Difficoltà:   EE (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: Matese - Versante settentrionale - Carta escursionistica dei sentieri su base IGM 1:25000
Autore: Luca Bianchi Profilo di Luca Bianchi - Altre salite dell'autore
Data della salita: 09/10/2009
Data pubblicazione: 10/04/2011
N° di visualizzazioni: 9673

Introduzione:

Il Miletto è la vetta più alta dei Monti del Matese, uno dei gruppi carsici più importanti e noti della penisola. È situato nella zona settentrionale del massiccio, a cavallo di Campania (prov. di Caserta) e Molise (prov. di Isernia e Campobasso).
Dalla sua sommità il panorama spazia a 360°, includendo le Mainarde, la Maiella meridionale, il preappennino molisano, i Monti del Sannio, il Lago del Matese, il massiccio del Taburno-Camposauro, la valle del medio Volturno ed i Trebulani; nelle giornate particolarmente limpide, è possibile perfino scorgere il Tirreno a W e l´Adriatico a E.


Accesso:

Il Lago del Matese è raggiungibile in automobile dal versante molisano (da Campitello Matese o Guardiaregia) oppure da quello campano (da Piedimonte Matese o da Benevento via Bocca della Selva).
Dal passo di Miralago (q. 1096 m) si procede a W costeggiando la sponda meridionale del lago, fino a raggiungere la Palazzina del Matese (q. 1019 m). Da qui si guadagna la sponda opposta del lago passando sulla diga e seguendo il sentiero n° 13D, fino alla chiesetta di San Michele (q. 1015 m), alle spalle della quale inizia la salita all´interno del Vallone San Massimo.


Descrizione della salita:

Dalla chiesetta di San Michele (q. 1015 m), si segue la traccia n° 13D che si inerpica all´interno del Vallone San Massimo. Dopo un tratto iniziale di salita su fondo sassoso, si prosegue dapprima sul lato sinistro del vallone, con brevi passaggi in aree boscose, e successivamente sul lato destro. Superato il primo bivio per la vicina vetta del La Gallinola seguendo la traccia sinistra (q. 1272 m), si continua ad avanzare in direzione N fino a sbucare nell´alta Valle dell´Esule (q. 1430 m). Da qui in poi la vegetazione arborea inizia a scarseggiare, rendendo a volte difficoltosa l´individuazione dei segnavia (soprattutto bollini rossi) durante l´attraversamento dei tratti erbosi.
Il percorso prosegue ora a NW, risalendo il pendio SE del Colle del Monaco fino a raggiungere un piccolo pianoro carsico dotato di inghiottitoio (q. 1562 m). Da qui si procede ancora a NW, lungo una traccia scarsamente visibile su terreno ghiaioso. Oltrepassata una piccola baracca di lamiera metallica (q. 1700 m), e superato una coppia di tornantini, si raggiunge la selletta Forca di Cane (q. 1900 m), che separa il Miletto dal Colle Tamburo. Il sentiero piega ora bruscamente a NE, con andamento serpeggiante, e risale la cresta SW fino al pianoro glaciale posto alla base della vetta (q. 2001 m). Infine, si percorrono gli ultimi metri di dislivello seguendo i bollini segnavia (direzione E) fino alla grande croce metallica del Miletto.


Discesa:

Come per la salita, oppure mediante il seguente percorso alternativo (durata: circa 1,30 h): dalla vetta si scende lungo la serpentina già impiegata per l´ultimo tratto della salita, proseguendo poi a SW lungo la traccia che conduce fino ad un pendio erboso (q. 1700 m circa). Seguendo i radi bollini segnavia, la discesa prosegue per la Serra Campo dell´Acero (q. 1580 m) ed all´interno del bosco sottostante, su un fondo cedevole composto di fogliame secco e terriccio soffice, terminando in località Sbrecavitelli (q. 1100 m circa, vi si trova un piccolo parcheggio per automobili lungo la strada che conduce a Letino).


Note:

La salita può essere effettuata anche seguendo, in direzione inversa, l´itinerario di discesa alternativo proposto (durata: circa 2,30 h - dislivello: circa 950 m), oppure dal versante S (cfr. relazione n° 1875); tuttavia, entrambi i percorsi risultano meno appaganti, sia dal punto di vista escursionistico sia da quello paesaggistico, rispetto all´itinerario proposto.

Durante la stagione invernale, in caso di innevamento consistente, è frequente la presenza di tratti ghiacciati, specialmente negli ultimi 200 m di salita; in queste circostanze, è richiesta necessariamente la dotazione di ramponi e piccozza, e la difficoltà può essere classificata F.

Da segnalare:
> dalla cima principale, percorrendo circa 300 m in direzione NW, si può raggiungere agevolmente anche l´anticima N (q. 2040 m), riconoscibile per la presenza di una capanna in legno dotata di antenna parabolica (0,10 h);
> a circa 200 m di distanza dal pianoro carsico di q. 1562 m si può imboccare una traccia che scende a WSW fino ad un altro pianoro carsico detto Campo dell´Arco (q. 1536 m) per la presenza di un arco naturale di pietra che sormonta un piccolo inghiottitoio (l´arco è visibile già dal sentiero).

La cima è inclusa nell´elenco dei 2000 m dell´Appennino, pertanto è oggetto di collezione per gli iscritti al Club2000m.


© VieNormali.it

Via Normale Monte Miletto (da S) - Il versante campano del Matese Via Normale Monte Miletto (da S) - Panorama sul vicino Colle Tamburo Via Normale Monte Miletto (da S) - La croce di vetta con Gallinola e Mutria sullo sfondo
Il versante campano del Matese Panorama sul vicino Colle Tamburo La croce di vetta con Gallinola e Mutria sullo sfondo

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
5 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Libri suggeriti sulle Appennini:


Sud Verticale  Appennino di neve e di ghiaccio Vol. 1  Appennino Bianco - Vol. 1  Appennino Bianco - Vol. 2  Creste d'Appennino  Dog Trekking in Appennino  I 2000 dell'Appennino  Il Terminillo e i Monti Reatini
Ghiaccio d'Appennino  Gran Sasso I Rifugi dell'Appennino Centrale  Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise  Sentieri nel Parco Nazionale Gran Sasso Laga  Parco d'Abruzzo  Carta escursionistica Parco d'Abruzzo  Bambini in Appennino
Panoramica Guarda la panoramica dalla cima:
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Revisione: relazione rivista e corretta il 14/09/2011 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Val Formazza

Carta Val Formazza

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo nelle Alpi Giulie Occidentali

Scialpinismo nelle Alpi Giulie

Appennino di neve e di ghiaccio

Appennino di neve e di ghiaccio

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Ghiaccio Salato

Ghiaccio Salato


Giardini di Cristallo


Scialpinismo in Tirolo


Ciaspolate

Neve libera

Neve libera

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio svizzero

Ghiaccio svizzero

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Alpe Adria Trail

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer