Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Marmolada - Punta Penia (cresta W) - 3343 m


Relazione della salita - Cima n° 655


Via Normale Marmolada - Punta Penia (cresta W)
Il percorso di salita
Regione: Trentino Alto Adige (TrentoItaliane

Alpi e Gruppo: Dolomiti - Alpi Dolomitiche - Gruppo Marmolada

Provincia: Trento

Punto di partenza: Rif. Pian dei Fiacconi (2625 m)

Versante di salita: W

Dislivello di salita: 800 m - Totale: 1518 m

Tempo di salita: 4,00 h - Totale: 5,30 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Val di Fassa - Altre cime della Val di Fassa
Punti di appoggio: Cap. P. Penia (q 3343 m) - Rif. Pian dei Fiacconi (q 2625 m)
Tipo di via: Via ferrata
Tipo di percorso: Sentiero e traccia, via ferrata
Difficoltà:   EEA - AR - III- - PD+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: TABACCO Nº 06 - Val di Fassa - Marmolada - Catinaccio/Rosengarten 1:25000
Autore: Guido Caironi Profilo di Guido Caironi - Altre salite dell'autore
Data della salita: 10/09/2007
Data pubblicazione: 05/03/2008
N° di visualizzazioni: 11471

Introduzione:

Interessantissima e classica ascensione alpinistica alla “Regina delle Dolomiti”. L’itinerario riassume in sé le principali caratteristiche di una buona, divertente e non difficile via alpinistica: avvicinamento su sentiero e facile ghiacciaio, via di roccia (ferrata) e, a seconda delle condizioni di raffreddamento climatico, di misto; vetta e discesa su ghiacciaio crepacciato. La compresenza di elementi così spiccatamente alpinistici richiede una ovvia preparazione tecnica e un ottimo allenamento fisico, così da rendere la bellissima via sconsigliata ai neofiti se non accompagnati da una buona guida, ma assai consigliata invece a coloro che in possesso di discrete abilità desiderino cimentarsi in una ascesa di sicure soddisfazioni. Il percorso permette di osservare da “dentro” il magnifico articolarsi di questo massiccio spiccatamente disomogeneo: ai ghiacciati pendii del versante nordico infatti si oppongono i vertiginosi precipizi della parete meridionale (osservabili in alcuni tratti dalla via ferrata). I rilievi più importanti (da Ovest a Est) sono: Gran Vernel (3210 m.), Piccolo Vernel (3098 m.), Punta di Penìa (3343 m.), Punta di Rocca (3309 m.), Piz Serauta (3035 m.). Ad ultima integrazione può essere interessante sapere che la roccia della Marmolada non è costituita da dolomia: “Marmolada” deriva infatti da “Marmol”, marmo, roccia eruttiva che ha protetto il calcare originario dall’azione marina impedendone così la trasformazione in dolomite.


Accesso:

Verso il passo di Fedaia, da Canazei (1450 m.), passando per Penia; in prossimità del lago Fedaia (2053 m.) attraversare la diga e parcheggiare presso la cabinovia Ciampac (2074 m.). Oppure da Caprile passando da Malga Ciapela, sempre verso il passo di Fedaia.


Descrizione della salita:

Prima parte, alla Forcella della Marmolada.
Partenza: 2625 m., Rifugio Pian dei Fiacconi. Arrivo: 2896 m., Forcella della Marmolada.
Profilo Altimetrico: 350 m. circa (perdita di quota dal Rifugio Pian dei Fiacconi).
Tempo effettivo: 1 ora e 45 minuti.
Difficoltà: EE la prima parte, F l’ascesa sul ghiacciaio del Vernèl, PD– la risalita alla forcella (AD in caso di ghiaccio).
Segnaletica: sentiero n. 606, bolli rossi, scritte a vernice nella prima porzione.

Seguendo le indicazioni dell’itinerario n. 606 ed alcune scritte a vernice (“via ferrata” – “Klettersteig”), si prosegue a mezza costa attraverso le pietraie in direzione ovest, perdendo lentamente quota ed entrando nel Vallone di Sot Vernèl. Si contorna la base dello sperone che dalla vetta discende verso nord e, piegando leggermente a sinistra, si risale faticosamente una pietraia morenica, riguadagnando quota, sino a scoprire il ghiacciaio del Vernèl che sale alla Forcella della Marmolada. Indossati i ramponi si risale il pendio ghiacciato puntando verso il canalino roccioso ai piedi della forcella e, aggirati sulla destra due stretti crepacci, si raggiunge la base delle rocce che danno sbocco al canalino roccioso.
Prestando attenzione all’eventuale crepaccia terminale (poco profonda) si risale con fatica lo stretto canalino (corde metalliche, attenzione in caso di ghiaccio o vetrato che qui può essere presente anche a stagione inoltrata) e si perviene alla Forcella della Marmolada, alla quale dall’altro lato sopraggiunge anche l’itinerario che conduce dal rifugio Contrin.
Osservati i resti di una postazione austriaca si percorre con l’ausilio di pioli un marcato traverso a sinistra (di solito ghiacciato) e si giunge all’inizio vero e proprio della via ferrata.

Seconda parte, la via Ferrata Cresta Ovest.
Partenza: 2896 m., Forcella della Marmolada.
Termine: 3343 m., Punta Penia, Vetta Marmolada.
Dislivello: 450 m.
Tipo ambiente: cresta.
Difficoltà: MD (alcuni brevi passaggi D in presenza di vetrato).
Possibilità di uscita: nessuna.
Tempo medio di percorrenza della via: 2 ore.
Struttura degli infissi: pioli, corda metallica, staffe.

Dalla Forcella della Marmolada (2896 m.) si traversa a sinistra pervenendo alla prima paretina, che si vince grazie ad una serie di gradini metallici e si giunge alla cresta rocciosa, attrezzata con corda metallica e pioli in ferro. Si prosegue lungo la cresta, con ampie svolte a destra e sinistra, si traversa nuovamente a sinistra aiutati da gradini metallici e si giunge ad una nuova paretina molto ripida, risalibile sempre grazie a fittoni e staffe. Un ulteriore semplice passaggio in cresta conduce ad una lunga, ripida e liscia parete, affrontabile grazie ad una lunga serie di pioli metallici (alcuni ritorti). Si perviene a questo punto ad un ballatoio (1 ora e 20’) con vista sulla incredibile parete sud e si prosegue a mezza costa sulla cresta sul lato settentrionale, risalendo alcuni tratti con l’ausilio di pioli e costeggiando altrove la corda metallica a mo’ di ringhiera.
Dopo un ennesimo traverso a sinistra e vinta una ulteriore porzione di cresta si raggiungono i pendii ghiaiosi ed il firn di vetta in corrispondenza di una marcata forcella alla nostra destra (1 ora e 45’).
Prestando attenzione all’erto pendio ghiacciato alla nostra sinistra si risale faticosamente in direzione della croce di vetta (traccia su neve o ghiaia) che ormai si rende visibile, ed oltrepassata la capanna di Punta Penia (gestita sino a metà settembre) si raggiunge la sommità della Marmolada (3343 m).


Discesa:

Terza parte, discesa lungo la Via Normale.
Partenza: 3343 m., Punta Penia.
Arrivo: 2625 m., Rifugio Pian dei Fiacconi.
Profilo Altimetrico: discesa con dislivello complessivo di 720 m.
Tempo effettivo: 1 ora e 30´ circa.
Difficoltà: PD (passaggi di I-II° nel canalino roccioso verso il ghiacciaio).
Segnaletica: traccia su ghiacciaio.

Dalla croce di vetta si scende verso nord lungo la “Schiena del Mulo” (Schena del Mul), per circa 20’, prestando attenzione ai pendii alla nostra sinistra che precipitano verso la parete nord ed a eventuali cornici di neve a destra (seguire la marcata traccia). Giunti ad una forcella sulla destra, evidenziata dalla presenza di una corda metallica, si abbandona il tracciato per ridiscendere il canale roccioso, lungo circa 100 metri, verso il ghiacciaio sottostante. Il percorso è interamente attrezzato con corde fisse che rendono più sicura la discesa; è comunque necessario prestare adeguata attenzione, evitando di smuovere sassi ed eventualmente assicurandosi con il kit da ferrata (passaggi di II° nella prima porzione e di I° nella seconda).
Legati in cordata, ramponi ai piedi e piccozza alla mano, attraversare la crepaccia terminale e contornare l’anfiteatro glaciale aggirando i primi crepacci. Eseguire un ampio cerchio verso la nostra destra, per ridiscendere zigzagando intorno ai numerosi, profondi ed aperti crepacci, sempre seguendo la traccia su neve. In taluni casi ed a seconda delle condizioni del ghiacciaio si renderà necessario l’attraversamento su ponti di neve: effettuarli sempre velocemente, un alpinista alla volta, assicurati dai colleghi. Puntare in direzione della Capanna del Ghiacciaio e del Rifugio Pian dei Fiacconi, sempre seguendo la traccia e giungendo nella parte terminale del ghiacciaio, incontrando infine le prime rocce montonate ove sarà possibile slegarsi e riporre negli zaini la propria preziosa attrezzatura.
Ridiscendere lungo le rocce levigate, su percorso non obbligato (alcuni omini in pietra), in direzione del Rifugio Pian dei Fiacconi (non è necessario transitare dalla Capanna del Ghiacciaio).


Note:

Il tempo totale dell’itinerario, escludendo pause e fotografie è di circa 6 ore, 6 ore e 30’. Evitare in caso di maltempo o condizioni climatiche incerte: la Marmolada è sovente “incappucciata” da densi vapori, perlopiù nelle ore pomeridiane, ed il cambiamento repentino di clima può far precipitare le temperature sotto zero, ghiacciando tratti di percorso, o sviluppando temibili temporali! Prestate la massima e dovuta attenzione!


© VieNormali.it

Via Normale Marmolada - Punta Penia (cresta W) - Staffe lungo una parete Via Normale Marmolada - Punta Penia (cresta W) - Vista sul ghiacciaio del Piccolo Vernel Via Normale Marmolada - Punta Penia (cresta W) - Prima del tratto roccioso in discesa sul ghiacciaio
Staffe lungo una parete Vista sul ghiacciaio del Piccolo Vernel Prima del tratto roccioso in discesa sul ghiacciaio

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
13 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Dolomiti:

Libro 3000 delle Dolomiti


Camminare  Scialpinismo e ciaspole Pale San Martino  Vie Normali Dolomiti - I 3000 delle Dolomiti  Marmolada e San Pellegrino  Dolomiti di Fiemme e Fassa  Vie Normali 111 Cime Dolomiti attorno a Cortina  Ferrate nelle Dolomiti Centrali  Ferrate nelle Pale di San Martino
Escursionismo consapevole in Dolomiti  Escursioni a Cortina e Misurina  Ferrate nelle Dolomiti Bellunesi  Escursioni ad Anello nelle Dolomiti Occidentali  Escursioni a Madonna di Campiglio  Via delle Bocchette e Ferrate del Brenta  Vie ferrate dell'Alto Garda  Dolomiti Oltre Piave
Vie ferrate Cortina Ampezzo  IV grado Dolomiti Occidentali Vol. 1  IV grado Dolomiti Occidentali Vol. 2  IV Grado - Dolomiti Orientali 1  IV Grado - Dolomiti Orientali 2  Dolomiti di Brenta - Val d'Ambiez  Dolomiti di Brenta Vol. 2  Dolomiti di Brenta Vol. 3
Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali  Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali  Dolomiti Photo  Dolomiti UNESCO a tavola  DoloMITICHE Opere d'arte a cielo aperto  Freeride e Scialpinismo in Sella e Sassolungo  Sci Ripido e Scialpinismo - I 3000 delle Dolomiti  Scialpinismo e ciaspole nelle Dolomiti di Brenta
Scialpinismo e Freeride nel Gruppo della Marmolada  Scialpinismo Freeride e Ciaspole nelle Pale di San Martino  Wild Dolomiti  Scialpinismo in Comelico - Sappada  Dolomiti - Sentieri dedicati  Dolomiti  Dolomiti di Sesto (vol. 1)  Dolomiti di Sesto (vol. 2)
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Mountain Bike in Val di Fassa - Francesco Cappellari
           >> Roccia d'Autore - Emozioni Dolomitiche - Stefano Michelazzi
           >> IV grado - Dolomiti Occidentali Vol. 1 - Emiliano Zorzi
           >> IV grado - Dolomiti Occidentali Vol. 2 - Emiliano Zorzi
           >> Bruno Detassis e le sue vie - Omar Oprandi
           >> IV grado - Quarto grado e più Friuli Occidentale - Emiliano Zorzi
           >> IV grado - Quarto grado e più Friuli Orientale - Emiliano Zorzi
           >> Ferrate a Cortina
           >> Moiazza - Roccia tra luce e mistero
           >> Croda Rossa d'Ampezzo
           >> Dolomiti di Sesto (vol. 1)
           >> Dolomiti di Sesto (vol. 2)
           >> Dolomiti Monte Cristallo
           >> Preti - Duranno
           >> Sorapís e Marmarole Occidentali
           >> VieNormali delle Dolomiti - Marmolada - R. Ciri
           >> Vie e vicende in Dolomiti - Ivo Rabanser, Orietta Bonaldo
           >> Dolomiti - Giorni Verticali - Stefano Ardito
           >> Pale di San Martino - Samuele Scalet, con Sebastiano Zagonel, Tullio Simoni, Mariano Lott, Duilio Boninsegna
           >> Scialpinismo in Tirolo - Roberto Iacopelli
           >> Marmolada - Parete Sud - Maurizio Giordani
           >> Tre Cime - Erik Svab, Giovanni Renzi
           >> Sulle tracce di pionieri e camosci - Vittorino Mason
           >> Camminare - Samuele Scalet
           >> 111 Cime attorno a Cortina
           >> 3000 delle Dolomiti
           >> Dalle ciaspole al telemark

Revisione: relazione rivista e corretta il 28/09/2011 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer