Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Ortles - 3905 m


Relazione della salita - Cima n° 583


Via Normale Ortles
Il versante nord dell´Ortles con parte della via normale
Regione: Trentino Alto Adige (BolzanoItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Orientali - Alpi Retiche - Gruppo Ortles Cevedale

Provincia: Bolzano

Punto di partenza: Solda (q. 1861 m) Valle di Solda

Versante di salita: N

Dislivello di salita: 2100 m - Totale: 4200 m

Tempo di salita: 8-9 h - Totale: 15-16 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Valle di Solda - Altre cime della Valle di Solda
Punti di appoggio: Rif. Payer (q. 3029 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EEA - AG - III - PD+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: TABACCO N. 08 - Ortles Cevedale 1:25000
Autore: Foto non presente Nicola Sasso - Altre salite dell'autore
Data della salita: 14/08/1994
Data pubblicazione: 27/10/2007
N° di visualizzazioni: 42229

Introduzione:

L´Ortles è la cima più alta dell´Alto Adige nonchè di tutte le alpi ad oriente del Bernina. E´ una montagna possente e maestosa, adornata di ghiacciai su tutti i suoi versanti. Numerose sono le vie di salita alla vetta, tutte di notevole impegno, sia per il dislivello, sia dal punto di vista tecnico. Anche la via normale, che sale da nord, pur essendo la più facile tecnicamente, non è assolutamente da sottovalutare in quanto essa si presenta varia, a tratti esposta, pericolosa in alcuni punti sul ghiacciaio per via dei serracchi e dei crepacci, nonchè per la pendenza. Il continuo abbassamento dei ghiacciai alpini ha infierito anche sulla via normale dell´Ortles, rendendola più difficile di un tempo. Infatti, nel tratto che precede il Bivacco Lombardi, a 3316 m, il ritiro del ghiacciaio ha lasciato scoperta la roccia per circa una decina di metri, e le difficoltà su questa sono valutate intorno al III°. Tuttavia, i tratti su roccia precedenti a questo passaggio sono attrezzati con funi metalliche, scalette e catene. Altro aspetto da non sottovalutare è l´affollamento della via che può rallentare e creare pericoli di caduta sassi. In caso di cattivo tempo o nebbia, la parte alta della via, poichè si svolge su un plateu ghiacciato con scarsa pendenza e senza punti di riferimento, può trasformarsi in una trappola da cui è difficile sfuggire. Ascensione da intraprendere, quindi, con tempo assolutamente sicuro.


Accesso:

Da Solda, in prossimità della chiesetta di S. Geltrude, parte il sentiero N.4, che risale indirezione nord un bel bosco di pini cembri, fino a sbucare in prossimità delle morene glaciali della Vedretta del Marlet, che si attraversano con dei saliscendi fino ad arrivare sotto un pendio che si supera con corti zig-zag. Alla fine del pendio si incontra il Rifugio Tabaretta (q. 2556 m). Oltre il rifugio, il sentiero continua, sempre verso nord, in leggera salita, attraversando un pendio ghiaioso, poi per un ultimo tratto ripido in un canalino si perviene su una sella (Forcella dell´Orso q. 2871 m), sulla cresta della Tabaretta. Si continua verso sud, a destra del crestone (tratti attrezzati) fino a toccare il Passo della Tabaretta (q. 2903 m). Il sentiero quindi si innalza sulla cresta fino ad arrivare al Rifugio Payer (q. 3029 m) dopo circa 3,30-4,00 di cammino da Solda.


Descrizione della salita:

Partiti di buon´ora dal rifugio (il primo tratto di solito si fa´ con le pile frontali), si attraversa in salita (spesso neve) il versante nord di Punta Tabaretta, fino ad un intaglio roccioso. Si scende qualche metro e si procede sul sentiero che attraversa ora lo scosceso versante ovest della Punta T., fino ad una prima sella dove si riprende la cresta. Con passaggi di facile arrampicata, si rimane sul filo di questa o nelle sue prossimità (evidenti tracce di passaggio). Qui la via diviene più esposta e dopo alcuni passaggi piuttosto aerei, si scende ad una seconda sella dalla quale si deve prendere una via attrezzata con scale e catene, che risale prima una parete di circa 60 metri, e poi attraversa a destra della cresta, sempre con catene e funi metalliche in aiuto, delle placche esposte che portano fino ad una spalla dalla quale ora si mette piede sul ghiacciaio (q. 3204 m). Da qui si attraversa in piano verso destra il ghiacciaio per potersi inoltrare in un largo canalone ghiacciato (la Eisrinne) dominato dai serracchi i quali ne fanno un punto piuttosto pericoloso, da percorrere alquanto in fretta. Lo si rimonta tutto facendo un percorso a semicerchio per poter raggiungere una spalla, a sinistra, sulla quale sorge il Bivacco Lombardi (q.3316 m). Qui il ghiacciaio si è assottigliato, lasciando scoperti circa 10-15 m di roccia che non è stata ancora attrezzata tranne che per il chiodo di calata in corda doppia da usare in discesa. Qui la difficoltà massima è valutata sul III°. Dal bivacco si riprende a salire sul ghiacciaio che ora diviene ripido (40° max) e crepacciato (a seconda dell´innevamento si possono presentare problemi per attraversare, su ponti di neve, i crepacci più larghi). Passata la zona più tormentata del ghiacciaio, a una quota di circa 3600 m, i pendii si fanno più dolci, e compiendo un ampio giro a semicerchio verso SX, sempre su ghiacciaio, si arriva comodamente sulla vetta (3,00-4,00 ore dal Rifugio Payer).


Discesa:

Come per la salita. In discesa, sul ghiacciaio, occhio al tratto più ripido: è molto facile scivolare a causa della neve che, vista l´ora del ritorno, può diventare molle e creare pericolosi zoccoli sotto i ramponi.


Note:

Con giornata ideale, panorama stratosferico a 360°.


© VieNormali.it

Via Normale Ortles - Tratto aereo della cresta Via Normale Ortles - La parete attrezzata Via Normale Ortles - In vetta.
Tratto aereo della cresta La parete attrezzata In vetta.

N° voti: 16 - Voto medio: Voto 4 stelle

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
40 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Orientali:


L'anima del Gran Zebrù  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni
Scalata fotografica Guarda la fotoscalata di Ortles
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli


  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Kamchatka con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer