Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Punta d´Arbola - dal Hohsandjoch - 3235 m


Relazione della salita - Cima n° 2155


Via Normale Punta d´Arbola - dal Hohsandjoch
A centro immagine il Hohsandjoch, dalla Punta del Sabbione
Regione: Estero (EsteroItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Lepontine - Gruppo Monte Leone

Provincia: Estero

Punto di partenza: Fäld (q. 1519 m), nel Vallese

Versante di salita: NW-N-NE

Dislivello di salita: 1716 m - Totale: 3432 m

Tempo di salita: 5,00 h - Totale: 9,30 h

Periodo consigliato: giugno - settembre

Punti di appoggio: Binntalhütte (q. 2267 m).
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero segnato
Difficoltà:   EE - AG - PD (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: CARTA NAZIONALE DELLA SVIZZERA N. 1270 – Binntal 1:25000
Autore: Piero Vardinelli Profilo di Piero Vardinelli - Altre salite dell'autore
Data della salita: 22/07/2001
Data pubblicazione: 25/12/2011
N° di visualizzazioni: 2000

Introduzione:

Il versante settentrionale ghiacciato, è un classico nell’iconografia di questa stupenda montagna. Ma anche la parete NW con i seracchi pensili del Tälligletscher, sebbene meno celebrata, è ugualmente spettacolare. Bisogna risalire l’intera Binntal per poterla ammirare da vicino. Da questo versante non è comunque facile raggiungere la vetta, bisogna più semplicemente attraversare il valico glaciale del Hohsandjoch (o Passo del Sabbione) che si apre sul Ghiacciaio del Sabbione. Poi, alla base del ripido pendio NE, ci si ricollega con la via normale italiana dal Rifugio Mòres, vedi anche la relazione dell’amico Bellinzani.


Accesso:

Da oriente abbiamo due possibilità per raggiungere la Binntal, nel Vallese:
1°) dal passo del Sempione.
Si percorre l’autostrada A26 fino all’ultima uscita di Gravellona Toce e si prosegue sulla superstrada fino a Domodossola. Qui si prende la strada per il Passo del Sempione, si attraversa questo valico e si scende a Briga (Brig). Seguendo poi la strada per Goms e il Nufenenpass, si arriva a Lax. Poco più avanti di quest’ultimo paese, si prende la deviazione a destra che conduce a Ernen, poi a Binn, nella Binntal;
2°) dal Nufenenpass (o Passo della Novena).
Si percorre l’autostrada Lugano – San Gottardo e si esce ad Airolo. Si seguono le indicazioni per il Nufenenpass e si scende nell’Alto Vallese (Goms). Poco più avanti di Fiesch, si prende la deviazione a sinistra e ci si ricollega con il primo itinerario. Si sale a Ernen, poi a Binn, nella Binntal.
In ogni caso, da Binn si prosegue fino a Fäld, dove si parcheggia.


Descrizione della salita:

A Fäld si attraversa il ponte sulla Binna e si imbocca la stradina che conduce nella parte superiore del villaggio. Seguendo la stradina o il sentiero segnalato che evita i primi tornanti, si sale verso ENE, sul versante destro idrografico della Binntal. La sterrata prosegue poi quasi pianeggiante lungo la valle, passa da Freichi (q. 1883 m) e raggiunge la (q. 1958 m) di Chiestafel. Qui la si abbandona e verso destra si segue il sentiero che conduce al pianoro di Blatt (q. 2109 m). Abbiamo ora due possibilità:
1°) se si vuole raggiungere la Binntalhütte (q. 2267 m): si attraversa il ponte sul torrente e si segue il sentiero segnalato che si stacca verso SE. Passando poi dal pianoro soprastante di Oxefeld, si sale fino al rifugio. Ovviamente la Binntalhütte non rimane sull’itinerario di salita, dato che si trova sul versante idrografico sinistro della Binntal. Per proseguire l’ascesa, bisogna ridiscendere al ponte e al pianoro di Blatt, evitando altri guadi non semplici;
2°) se invece si vuole proseguire: su tracce di sentiero discontinue ci si innalza a N del pianoro di Blatt, poi si attraversa il fianco SE del Mittlebärg (q. 2506 m). Dopo aver salito su tracce una morena, si appoggia a sinistra e si entra nella valletta con il laghetto di (q. 2578 m). Per avvallamenti e pendii morenici si sale poi verso NE. Nei pressi della (q. 2807 m) si volge a destra e poco oltre si sale sul Tälligletscher (vedi seconda immagine di dettaglio). Prestando attenzione ai franosi fianchi della Punta del Sabbione, con un ampio giro a destra sul pianoro del ghiacciaio, si raggiunge l’evidente Hohsandjoch (q. 2901 m). Oltre questo valico si sale sul Ghiacciaio del Sabbione e lo si attraversa in piano, in direzione del pendio NE della Punta d’Àrbola. Ci si ricollega quindi con la via normale italiana dal Rifugio Mòres e, superata una prima crepaccia, si sale il ripido pendio glaciale a destra della cresta rocciosa NE (dall’altro lato di questa cresta c’è il pendio ENE, la via normale dal Vannino). Generalmente sul ghiacciaio è presente una buona traccia. Superato un tratto intermedio di pietrame, si volge a sinistra e ci si ricollega anche con l’itinerario proveniente dal Vannino. Raggiunta la crepaccia terminale, inizia il tratto più ripido e impegnativo. In condizioni di buon innevamento le difficoltà sono contenute, superata la crepaccia, si risale il ripido pendio e si arriva sulla cresta SE. Percorrendo poi la breve e facile dorsale verso W, si raggiunge la croce di vetta.
Come tutti sappiamo, i ghiacciai in questi ultimi anni stanno subendo profondi mutamenti, trattandosi di una salita del 2001, è in quest’ottica che bisogna valutare sia l’itinerario sia le immagini. Va comunque precisato che a stagione avanzata o in condizioni di scarso innevamento, il ripido pendio finale che precede la cresta diventa roccioso e, avendolo salito con abbondante innevamento, non mi è dato a sapere né il grado di difficoltà delle rocce né le difficoltà da affrontare per il superamento della crepaccia terminale.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

In merito alla consigliabile traversata Punta del Sabbione - Punta d’Àrbola, vedi relazione Punta del Sabbione – dalla Binntal


© VieNormali.it

Via Normale Punta d´Arbola - dal Hohsandjoch - Il bellissimo versante NW, dall’itinerario di salita Via Normale Punta d´Arbola - dal Hohsandjoch - Il Hohsandjoch, a destra del centro immagine Via Normale Punta d´Arbola - dal Hohsandjoch - L’amico Cattaneo in vetta
Il bellissimo versante NW, dall’itinerario di salita Il Hohsandjoch, a destra del centro immagine L’amico Cattaneo in vetta

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
2 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Revisione: relazione rivista e corretta il 25/02/2012 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer