Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Pizzo Cefalone (cresta N) - 2533 m


Relazione della salita - Cima n° 1988


Via Normale Pizzo Cefalone (cresta N)
La via di salita vista dal Pizzo d´Intermesoli
Regione: Abruzzo (AquilaItaliane

Alpi e Gruppo: Appennini - Appennino Centrale - Gruppo Gran Sasso

Provincia: Aquila

Punto di partenza: Albergo Campo Imperatore (q. 2130 m)

Versante di salita: N

Dislivello di salita: 403 m - Totale: 820 m

Tempo di salita: 2,30 h - Totale: 4,00 h

Periodo consigliato: da fine giugno a metà novembre

Valle: Valle del Tavo - Altre cime della Valle del Tavo
Punti di appoggio: Rif. Duca degli Abruzzi (q. 2388 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - A - II - F+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: CAI 1:25.000 Gran Sasso d´Italia - Carta dei sentieri
Autore: Gabriele Attanasio Profilo di Gabriele Attanasio - Altre salite dell'autore
Data della salita: 18/07/2004
Data pubblicazione: 05/08/2011
N° di visualizzazioni: 3527

Introduzione:

Bella ed appariscente cima posta sulla Catena Occidentale del Gran Sasso. É formata dall´incontro di tre creste: est, ovest e nord. Rimane abbastanza lontana dalle vette più alte e, perciò, panoramicissima. Tra tutti e tre i versanti (E, S e W) il più interessante è senz´altro quello orientale, che presenta un´imponente e selvaggia parete rocciosa, mentre quello meridionale, che si innalza di 1700 metri sopra Assergi, è il più vistoso. Quello occidentale, che chiude la testata della Val Venacquaro, è sicuramente il più silenzioso ed appartato.


Accesso:

Dall´uscita autostradale di Assergi (A24) si sale a Fonte Cerreto, dove, oltre ad alberghi e trattorie, troviamo la stazione a valle della Funivia del Gran Sasso. Si prosegue in salita per alcuni chilometri sulla strada asfaltata fino all´immensa piana di Campo Imperatore (incrocio). Si prende a sinistra (indicazioni Campo Imperatore) e, percorrendo prima un lungo tratto in piano con la mole del bellissimo Corno Grande sullo sfondo, poi una serie di tornanti si arriva al grande piazzale dell´Albergo Campo Imperatore (q. 2130 m – parcheggiare qui), circondato dalla stazione a monte della Funivia, una chiesina e l´osservatorio astronomico.

Dall´Albergo si prende in direzione W il sentiero n° 1, che, con percorso quasi pianeggiante, taglia a mezzacosta i pendii meridionali del Monte Portella. Transitando per il Passo del Lupo (q. 2156 m) si tralascia a sinistra il sentiero che scende a Fonte Cerreto e, con una lunga diagonale ascendente, si raggiunge facilmente il bel valico della Portella (q. 2260 m – 0,40 h – bell´affaccio sulla Val Maone). Dalla Portella si imbocca, sempre in direzione W, il sentiero n° 1A che percorre molto panoramicamente la lunga cresta fino ai piedi del Pizzo Cefalone. Stando sul filo di cresta (traccia), o direttamente sul sentiero che corre semi-pianeggiante poco più in basso, si oltrepassano due modeste alture per giungere ad un bivio, poco sotto una forcellina presso dei massi, subito prima di una più vistosa elevazione (q. 2300 m ca. – 0,50 h dal parcheggio).


Descrizione della salita:

Si prende il tracciato di destra (sentiero n° 1V) per la Sella del Cefalone e, oltrepassata la forcellina, si scendono velocemente le ripide ghiaie sul versante opposto giungendo, dopo una lunga diagonale sotto un´altura rocciosa, in una bella conca detritica invasa da massi di grandi dimensioni, proprio sotto l´imponente parete E del Cefalone. Dalla conca si risale, tagliando in diagonale il pendio di sinistra, proprio al di sotto delle belle ed interessanti stratificazioni del cresta N del Pizzo. Si supera un bellissimo cengione erboso che incide tutta la parete sulla sinistra e, al termine degli strati rocciosi, si risale con alcune svolte un ripido pendio detritico per montare poi su di una costola erbosa. Si risale successivamente un´altra ripida scarpata detritica e, tramite un passaggio tra le rocce si raggiunge la Sella del Cefalone (q. 2320 m – 0,45 h dalla forcellina). Si svolta a sinistra (S) e si percorre in lieve salita l´arrotondato filo erboso della cresta (tracce e qualche rado segno rosso). Dopo un tratto più ripido si aggirano sulla destra, tra prati e ghiaie, un paio di grossi scogli e si raggiungono le rocce d´attacco. Si risale fra le strette pareti di un bel canalino (I, segni rossi) per una quindicina di metri, uscendo sulla destra al suo termine (I+). Seguendo sempre i numerosi ma sbiaditi segni rossi, si rimonta verso destra un facile sperone roccioso (I, esposto) e, con l´ausilio di alcune piccole cenge detritiche un po´ esposte, si raggiunge la base di un altro canalino più stretto ed impegnativo (II, roccia salda e poco esposta), che si risale sfruttando l´appigliata paretina di destra. Dopo un breve tratto di rocce rotte con pendenza più blanda, si giunge sotto una paretina, facile ma un po´ esposta e di roccia friabile, che si risale seguendo i bolli rossi (II, 5-6 metri). Si torna così sull´esposto filo di cresta e, con alcuni passi sulle ultime facili roccette (I), si guadagnano le ghiaie a pochi passi dalla vetta che, in breve, si raggiunge (q. 2533 m – 2,30 h dal parcheggio – magnifico panorama).


Discesa:

La discesa si svolge, solitamente, per la via normale per il versante S e la cresta E: si scende un breve tratto sulla cresta W, si cala un canalino ed alcune roccette (bolli di vernice), per iniziare a scendere con molte svolte il canalone sul versante S. Al suo termine, con un lungo traverso a sinistra (E), si raggiunge una sella sulla cresta E, dalla quale si percorre il lungo e piacevole sentiero che, in breve, riconduce alla forcellina con il bivio a q. 2300 m. Da lì, si segue l´itinerario dell´andata che, in poco tempo, riporta al parcheggio di Campo Imperatore (vedi relazione n° 1989). Nulla vieta, però, di ripercorrere con estrema accortezza il bello e divertente itinerario di salita.


Note:

Una variante di salita un po´ più tecnica a questa splendida cima che non finisce mai di stupire. Bell´itinerario su un versante selvaggio e poco frequentato. Da affrontare con cautela. Ideale anche per una giornata con meteo incerta o con poco tempo a disposizione.


© VieNormali.it

Via Normale Pizzo Cefalone (cresta N) - Il Pizzo Cefalone e, a destra, la cresta N Via Normale Pizzo Cefalone (cresta N) - Il primo facile tratto di cresta Via Normale Pizzo Cefalone (cresta N) - Passaggi esposti sulla cresta N
Il Pizzo Cefalone e, a destra, la cresta N Il primo facile tratto di cresta Passaggi esposti sulla cresta N

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
2 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Appennini:

Libro 3000 delle Dolomiti


Sud Verticale  Appennino di neve e di ghiaccio Vol. 1  Appennino Bianco - Vol. 1  Appennino Bianco - Vol. 2  Creste d'Appennino  Dog Trekking in Appennino  I 2000 dell'Appennino  Il Terminillo e i Monti Reatini
Ghiaccio d'Appennino  Gran Sasso I Rifugi dell'Appennino Centrale  Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise  Sentieri nel Parco Nazionale Gran Sasso Laga  Parco d'Abruzzo  Carta escursionistica Parco d'Abruzzo  Bambini in Appennino
Panoramica Guarda la panoramica dalla cima:
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> I 2000 dell'Appennino - II° Edizione - Alberto Osti Guerrazzi
           >> Mountain Bike nel Parco d'Abruzzo - Edizioni Il Lupo
           >> MTB in Abruzzo - Edizioni Il Lupo
           >> Monte Catillo - Monti Lucretili - Monte Navegna - Cervia - Edizioni Il Lupo
           >> Monti della Tolfa - Edizioni Il Lupo
           >> Monti Lepini - Edizioni Il Lupo
           >> Monti Sabini - Giulio Petrucci - Luca Scarnati
           >> Monti Simbruini - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monti Simbruini - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monte Genzana e Monte Rotella - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monte Catillo - Monti Lucretili - Monte Navegna - Cervia - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monti Sabini - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monti Reatini e Terminillo - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Majella - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Velino - Sirente - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monti Marsicani, Monti della Meta, Valle del Giovenco, Mainarde - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Monti Marsicani
(Parco Nazionale d'Abruzzo) - Edizioni Il Lupo

           >> Carta Monti Ernici - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Altipiani Maggiori d'Abruzzo - Edizioni Il Lupo
           >> Carta Gran Sasso - Edizioni Il Lupo
           >> Sui sentieri dei Castelli Romani - Edizioni Il Lupo
           >> Ghiaccio d'Appennino
           >> Appennino Bianco - Vol. 1
           >> Appennino Bianco - Vol. 2

Revisione: relazione rivista e corretta il 12/09/2011 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer