Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Braccia - 2909 m


Relazione della salita - Cima n° 1837


Via Normale Monte Braccia
La cima e l’itinerario di salita
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Masino

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Prímolo (q. 1274 m) Valmalenco

Versante di salita: S-SW

Dislivello di salita: 1600 m - Totale: 3200 m

Tempo di salita: 4,30 h - Totale: 8,30 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Val Malenco - Altre cime della Val Malenco
Punti di appoggio: nessuno
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - A - I - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: KOMPASS N. 93 - Bernina, Sondrio 1:50000
Autore: Piero Vardinelli Profilo di Piero Vardinelli - Altre salite dell'autore
Data della salita: 01/06/2000
Data pubblicazione: 03/03/2011
N° di visualizzazioni: 3349

Introduzione:

Imponente bastionata rocciosa che da W domina buona parte della Valmalenco. Con i satelliti Punta di Val Orsera e Pizzo di Prímolo, forma un vero e proprio massiccio e rappresenta una delle ultime elevazioni ad E del Gruppo Masino-Disgrazia. La via normale da S e per la cresta SW, è facile ma non banale, in particolare se la cresta è innevata. È una bellissima escursione che ci porta alla scoperta della solitaria e selvaggia Val Sassersa e dei suoi laghetti. Dalla vetta il panorama circolare sui monti della Valmalenco è stupedo e giustamente rinomato, in particolare sull’intero Gruppo del Bernina e sui paesi della valle.


Accesso:

Da Sondrio (parte occidentale della città) si prende la strada per la Valmalenco. Giunti a Chiesa in Valmalenco si segue la carrozzabile, stretta e asfaltata, che sale alla frazione di Prímolo. Prima di arrivare alla chiesa di questo paese, si svolta a sinistra e si prosegue fino al termine della stradina, in parte asfaltata e in parte sterrata, a circa (q. 1350 m). Parcheggi limitati.


Descrizione della salita:

Dalla piazzola del parcheggio, tralasciando il sentiero con diversi cartelli segnaletici che verso sinistra si abbassa di alcuni metri, s’imbocca quello a destra, che è più diretto e segnala l’Alpe Pradaccio a 50 minuti. Il sentiero, alquanto stretto, sale con pendenza regolare in direzione SW, supera poi con numerose svolte un bosco di larici e raggiunge la vasta radura dell’alpe citato (q. 1725 m). Da qui è ben visibile, verso W, il lungo vallone di Sassersa da risalire. Oltre l’alpe si prosegue fra radi pini mughi e si arriva all’inizio del pietroso e ripido vallone, ci attendono ora circa 600 m di dislivello per raggiungere il primo laghetto di Sassersa. Il sentiero lascia il posto a tracce sempre ben segnalate e, dapprima sulla destra, poi al centro ed infine a sinistra del vallone, si sale a lungo, serpeggiando fra i detriti e i rossastri risalti rocciosi, fino a superare la soglia del vallone. Poco oltre si arriva al laghetto di Sassersa inferiore (q. 2368 m). Tralasciando il sentiero, dal margine E del laghetto si sale in direzione NE e per rocce e sfasciumi, si arriva ad W della conca con il laghetto di (q. 2400 m). Proseguendo ora verso N sulla distesa di ganda (vedi foto principale), si va a raggiunge l’evidente canale posto a sinistra dell’anticima del Monte Braccia. Lo si risale su detriti fin quasi a metà, qui si offrono 2 possibilità per raggiungere la cresta SW:
1) si traversa a destra e si risalgono in obliquo le roccette sotto l’anticima, per poi salire e raggiungere la cresta;
2) si risale il canale fino al suo termine e volgendo verso destra, si supera facilmente l’anticima.
In entrambi i casi, si segue la facile cresta fin sotto la torre finale. Quest´ultima all´inizio presenta un risalto verticale di circa 3 m, che si può superare direttamente, oppure aggirare a destra, lungo una stretta ed esposta cengia obliqua. Segue poi un ripido pendio di sfasciumi che immette in uno stretto canaletto di rocce rotte, al cui termine si arriva in vetta.


Discesa:

Come per la salita.


© VieNormali.it

Via Normale Monte Braccia - La vetta dalla cresta SW Via Normale Monte Braccia - Il panorama di vetta verso ESE Via Normale Monte Braccia - Il canaletto, il ripido pendio innevato e la cresta SW, dalla vetta
La vetta dalla cresta SW Il panorama di vetta verso ESE Il canaletto, il ripido pendio innevato e la cresta SW, dalla vetta

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
2 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli

Revisione: relazione rivista e corretta il 11/02/2012 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Val Formazza

Carta Val Formazza

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo nelle Alpi Giulie Occidentali

Scialpinismo nelle Alpi Giulie

Appennino di neve e di ghiaccio

Appennino di neve e di ghiaccio

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Ghiaccio Salato

Ghiaccio Salato


Giardini di Cristallo


Scialpinismo in Tirolo


Ciaspolate

Neve libera

Neve libera

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio svizzero

Ghiaccio svizzero

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Alpe Adria Trail

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer