Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Cima Rossa - 3161 m


Relazione della salita - Cima n° 1759


Via Normale Cima Rossa
La Cima Rossa da SSE
Regione: Estero (EsteroSvizzere

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Lepontine - Gruppo Adula

Provincia: Estero

Punto di partenza: Dandrio (q. 1220 m) Val Malvaglia

Versante di salita: SSE

Dislivello di salita: 1950 m - Totale: 3900 m

Tempo di salita: 5,30 h - Totale: 9,30 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Val Malvaglia - Altre cime della Val Malvaglia
Punti di appoggio: nessuno
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - A - II - F+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: CARTA NAZIONALE DELLA SVIZZERA N. 1273 - Biasca 1:25000, N. 1253 - Olivone 1:25000, N. 1254 - Hinterrhein 1:25000, N. 1274 - Mesocco 1:25000, N. 266 - Valle Leventina 1:50000, N. 267 - S. Bernardino 1:50000
Autore: Piero Vardinelli Profilo di Piero Vardinelli - Altre salite dell'autore
Data della salita: 13/07/2003
Data pubblicazione: 15/12/2010
N° di visualizzazioni: 2853

Introduzione:

La Cima Rossa si trova sulla cresta spartiacque fra la grigionese Val Calanca e la ticinese Val Malvaglia e rappresenta il pilastro meridionale del poderoso trapezio di roccia, ben individuabile da E, che condivide con il Piz Piotta. Il versante W è meno ripido e attraversato da un costone roccioso che sostiene il bel Ghiacciaio di Piotta. Ma è da SW che offre il suo lato migliore, di bella ed elegante piramide di rocce rosse. Raggiungere la Cima Rossa dalla cresta SSE, abbinandola alla salita della Cima dei Cogn e del Piz Piotta, è un´escursione indimenticabile, per il fascino particolare di questi luoghi: natura selvaggia e incontaminata, ampi spazi, grandi silenzi, sensazioni intime difficilmente descrivibili e il tutto, racchiuso in quel mondo magico che è l´immenso catino dell´Alpe di Giumello.
L´intera escursione è di difficoltà F, tranne l´affilata cresta SSE della Cima Rossa (F+) dove bisogna superare un caminetto esposto di una decina di metri (II). Lungo il percorso non esistono punti d´appoggio, se poi si decide di raggiungere anche la Cima dei Cogn e il Piz Piotta, ed è consigliabile, il dislivello in salita diventa circa 2160 m, altrettanti sono da affrontare in discesa ed è quindi opportuno essere ben allenati.


Accesso:

Da Lugano si segue l´autostrada per il Passo del S. Gottardo, fino a Biasca. Qui si esce dall´autostrada e si prosegue sulla strada cantonale per il Passo del Lucomagno. Giunti a Malvaglia si entra in paese e si prende la stradina stretta, ma asfaltata, che risale la Val Malvaglia, fino a Dandrio, dove si parcheggia.


Descrizione della salita:

A Dandrio si segue la stradina sterrata, chiusa al traffico non autorizzato, che porta a Fontané (q. 1291 m). Qui si prende il sentiero che risale, verso N, i pendii di Ren e dopo aver superato il risalto roccioso con la cascina di (q. 1552 m), si esce a Piano S. Martino. Si continua lungo il sentiero, sempre ben marcato e si giunge a Soregn e poi all´Alpe di Piotta (q. 2051 m). Già prima di arrivare all´alpe, si può ammirare il grandioso catino dell´Alpe di Giumello, le cui cascine sono visibili proprio di fronte. Dalla parte superiore dell´Alpe di Piotta, abbandonato il sentiero, si prosegue sulle vaste pietraie che, verso SE, portano ai pendii di Pian Bògia e Tane Russéi. Dopo aver dato uno sguardo sul baratro che sprofonda su Dandrio, bisogna risalire un pendio detritico e un poco franoso che conduce qualche metro a monte della (q. 2830 m), sulla cresta WSW della Cima Rossa. Ci si abbassa un poco sul versante opposto, perdendo pochi metri di dislivello e si attraversa il Piano della Parete, in direzione della Bocchetta della Cima Rossa (q. 2886 m).

Se si vuole salire alla Cima dei Cogn (q. 3063 m), poco prima di giungere alla bocchetta, si inizia a risalire la facile (F) cresta N e senza particolari difficoltà si giunge in vetta (h 0,30 dalla bocchetta). Il panorama è molto vasto: verso N, bellissima è la visione del trapezio Cima Rossa - Piz Piotta. Ridiscesi alla bocchetta, si aggira a sinistra il primo tratto accidentato della cresta SSE della Cima Rossa. Circa 150 metri più in alto si riprende il filo e, con percorso evidente, si aggirano alcuni spuntoni rocciosi. Nel prosieguo la dorsale si impenna e bisogna superare un camino di II, di una decina di metri, su terreno un pò franoso ed esposto. Superato questo passaggio le difficoltà diminuiscono, si sale in prevalenza lungo il filo e con una divertente arrampicata su blocchi ben appigliati, si raggiunge la croce di vetta della Cima Rossa (q. 3161 m). Varrebbe la pena di passare un´intera giornata ad ammirare il vastissimo panorama, sicuramente uno fra i migliori del gruppo, dopo quello dell´Adula, ma bisogna affrontare l´ultima salita, il Piz Piotta e poi il lungo ritorno (ovviamente si può fare a meno di affrontare la salita al Piz Piotta).

Dalla Cima Rossa si scende percorrendo il primo tratto di cresta orientato a NNE, con alcuni brevi saliscendi, tenendosi a sinistra dello spartiacque. In breve si raggiunge il punto in cui, dalla dorsale principale che unisce la Cima Rossa al Piz Piotta, si stacca, in discesa, una costola rocciosa orientata a NNW, che delimita la parte occidentale del Ghiacciaio di Piotta. Qui si offrono 2 possibilità:
1°) si prosegue la discesa lungo questa costola;
2°) si affronta la salita al Piz Piotta, in questo caso: dopo aver calzato i ramponi, spesso è presente ghiaccio affiorante, si traversa il ghiacciaio quasi in piano, poco sotto la cresta spartiacque. Si oltrepassa la torre rocciosa del Piz Piotta (q. 3121 m) e si sale in vetta, senza particolari difficoltà, seguendo la breve cresta NNE (h 0,30 dalla Cima Rossa).


Discesa:

Dalla vetta del Piz Piotta, con lo stesso percorso di salita si ritorna sul ghiacciaio e gradualmente, con percorso a semicerchio, si scende verso la costola rocciosa orientata a NNW. La si segue abbastanza facilmente, sempre in discesa, fino a quando si raggiunge la fronte del ghiacciaio e il torrente emissario. Qui si hanno due possibilità:
1°) divallare seguendo le rocce a destra del torrente;
2°) attraversare verso N il pianoro che sostiene la parte più settentrionale del ghiacciaio, fino alla Ganna della Lògia. In entrambi i casi, si prosegue la discesa senza percorso obbligato, su vaste pietraie e canaletti detritici, utilizzando i sentieri degli animali per il superamento di alcune fasce rocciose, fino a raggiungere, fra Cascinella e Tana di Fi, il sentiero che conduce all´Alpe di Piotta. Il ritorno a Dandrio avviene per il medesimo itinerario di salita.


Note:

Dettagli della salita sulla fotoscalata.


© VieNormali.it

Via Normale Cima Rossa - L´itinerario da NW Via Normale Cima Rossa - Sulla vetta della Cima Rossa Via Normale Cima Rossa - Il Piz Piotta, dalla vetta della Cima Rossa
L´itinerario da NW Sulla vetta della Cima Rossa Il Piz Piotta, dalla vetta della Cima Rossa

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Revisione: relazione rivista e corretta il 19/02/2012 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer