Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Pizzo La Scheggia - 2466 m


Relazione della salita - Cima n° 1255


Via Normale Pizzo La Scheggia
La Scheggia salendo a Cima Trubbio.
Regione: Piemonte (VerbaniaItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Lepontine - Gruppo Onsernone

Provincia: Verbania

Punto di partenza: Alpe Cortino (q. 1240 m), Val Vigezzo

Versante di salita: E-S

Dislivello di salita: 1270 m - Totale: 2540 m

Tempo di salita: 4,00 h - Totale: 7,00 h

Periodo consigliato: maggio - ottobre

Punti di appoggio: Rif. Regi (q. 1888 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia segnata
Difficoltà:   EE (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: KOMPASS N. 89 Domodossola
Autore: Oliviero Bellinzani Profilo di Oliviero Bellinzani - Altre salite dell'autore
Data della salita: 21/11/2009
Data pubblicazione: 23/11/2009
N° di visualizzazioni: 6288

Introduzione:

Vetta bifida, La Scheggia deve il suo nome alla profonda spaccatura che incide la sua sommità, quasi che un gigante in uno scatto d´ira l´ avesse colpita con un´ enorme scure, provocando quell´ intaglio che la rende unica, separandola dalla poco più bassa Cima Campelli. Stupendo gioco di pareti, simili a tenaglie due creste racchiudono l´ Alpe Forno in quello che definire anfiteatro è riduttivo, con un magico effetto di forza e bellezza che lasciano senza parole per quella che è la montagna più alta della Val Vigezzo e, senza dubbio, la più estetica ed affascinante.


Accesso:

Da Milano A26 per Gravellona Toce, che dopo Ornavasso diviene superstrada. Superata Domodossola, si esce a Masera, imboccando la Val Vigezzo che si risale sino alla splendida piana. All´ ingresso di Santa Maria Maggiore, prima rotonda, si gira a sinistra entrando in paese. Quindi di nuovo a sinistra, direzione Crana-Toceno. Da Crana, subito prima dell´ Albergo La Scheggia, si svolta a sinistra per Scarliccio (indicazioni molto scarse), salendo al piccolo Santuario. Da qui si prosegue lungo la valle ove scorre il Melezzo Orientale, passando per la Cappella Orella e il Faie, e scendendo all´ Alpe Cortino. Piccolo parcheggio prima di un ponte in ferro. La strada è vietata in quanto non collaudata, chiedere permesso in Comune a S. M. Maggiore o al Corpo Forestale dello Stato, altrimenti aggiungere un´ ora circa e 300 metri di dislivello in più a quelli dati sia all´ andata che al ritorno.


Descrizione della salita:

Attraversato il ponte in ferro, si va a destra (indicazioni). Dopo un centinaio di metri, superate sulla sinistra delle baite ristrutturate, si entra nel faggeto, salendo lungo una crestina ben definita. Incrociato il sentiero proveniente da Arvogno, si prosegue piuttosto ripidamente sino ai pascoli dell´ Alpe Anfirn (1585), che si risalgono interamente. Superata l´ ultima baita, dove c´ è una fontana, si rientra nel bosco, e traversando a destra si guada un ruscello arrivando ad un bivio, dove stranamente non vi sono indicazioni per l´ Alpe Anfirn (tenerlo presente durante la discesa). A sinistra ci si inerpica nel rado lariceto, su traccia talvolta poco evidente, e con salita faticosa si raggiunge l´ alpe Forno, dove si trova il Rifugio Regi (chiavi presso la Sezione Cai di S. M. Maggiore). Dal rifugio, con percorso ad arco, ci si porta sotto la bastionata rocciosa di sinistra, che si supera grazie ad una provvidenziale cengia. Quindi, con diagonale ascendente si raggiunge la cresta SE, risalendola sempre su traccia malagevole, ma segnalata con ometti e sbiaditi bolli rosso-bianco, avendo a destra il salto delle vertiginose pareti che precipiatano sull´ Alpe Forno. Giunti al vertice della cresta, addolcendosi questa piega a destra, con orientamento S, e passati sotto tre dossi, la pendenza torna a farsi sensibile, mentre i bolli di vernice sembrano scomparire. Aggirata a sinistra una struttura rocciosa, ci si riporta verso il filo di cresta e per franosi sfasciumi si raggiunge la vetta (itinerario percorso dall´ autore in discesa).


Discesa:

Come per la salita.


Note:

L´ Alpe Anfirn si può raggiungere anche da Arvogno (1247) sul versante opposto, o con ampio giro lungo le pendici meridionali della Pioda di Crana, passando per le alpi La Colla e Campeglio e giungendo al bivio mal segnalato di cui si fa cenno nella relazione, ma è consigliabile evitare questo percorso in quanto una frana anni addietro ha cancellato un ampio tratto di sentiero . Oppure per la via ritenuta la classica alla Scheggia, che scende ad attraversare il Melezzo, perdendo circa duecento metri di quota da risalire al ritorno, e congiungendosi con l´ itinerario descritto poco sopra l´ Alpe Cortino. Un percorso interessante ed entusiamente, è invece quello che sale da SW. Con l´ itinerario del Pizzo Locciabella (v. relazione), si raggiunge prima l´ Alpe Cazzola, quindi il colle tra la Quota 2166 e il Locciabella, dove si trova un cartello indicatore. Qui si può optare per due possibilità, entrambe di grande respiro e soddisfazione, ma con difficoltà assai diverse. La prima consiste nell´ attraversare a destra, su traccia segnalata, i ripidi pendi sudorientali del Locciabella, passando sotto le grandi placconate che precipitano dalla cresta che lo unisce alla Scheggia, raggiungendone poi la cresta S per un ripido dosso e quindi la vetta lungo la normale (diff. EE). La seconda, permette invece di concatenare le due vette. Raggiunta la cima del Locciabella , si prosegue scendendo per il ripido pendio di rocce ed erba che porta ad un colle. Ci si abbassa su placche , traversando sotto ad alcuni blocchi, quindi ancora su placche sfruttando una venatura della roccia. Tornati sul filo, che a sinistra precipita verticale sulla Val Fenecchio, si supera un esposto intaglio, dove sbuca uno strettissimo e tenebroso canalino, scalando poi un facile muretto di pochi metri sulla destra (II). Si discende brevemente ad un secondo colletto, cui arriva un ampio canalone e sempre a destra, sopra le belle placconate del versante S, si supera un corto spigolino che porta ad un pendio erboso, dove si ritrova una traccia minimale di animali. La si segue, attraversando una piccola pietraia, sino a portarsi alla cresta S della Scheggia in prossimità della vetta, che si raggiunge senza particolari difficoltà, completando la splendida ed entusiasmante cavalcata. Difficoltà F+, forte esposizione e passaggi su ripide placconate. Percorso, quest´ ultimo, effettuato a vista dall´ autore in solitaria, approfittando di straordinarie condizioni favorevoli per la stagione.


© VieNormali.it

Via Normale Pizzo La Scheggia - La Scheggia dal Locciabella. Via Normale Pizzo La Scheggia - Ultimi metri.... Via Normale Pizzo La Scheggia - La vetta.
La Scheggia dal Locciabella. Ultimi metri.... La vetta.

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
2 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


A piedi in Alta Val Chisone  A piedi in Alta Valle Susa  Cento salite in Alta Val Susa e Val Sangone  Montagne di Valsusa  Sentieri in Ossola e Valsesia  Trekking sulle Alpi di Torino  A piedi in Piemonte - Vol. 1  A piedi in Piemonte - Vol. 2
Alta Valsesia  Val Bognanco  Val Divedro  Val Formazza  Val Formazza  Valle Antrona  Valle Anzasca Est  Valle Anzasca Ovest
Valsesia Nord Est  Valsesia Nord Ovest  Valsesia Sud Est  Valsesia Sud Ovest  Alpe Devero  Monte Rosa  Val Formazza  Valsesia 
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Revisione: relazione rivista e corretta il 14/03/2013 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Val Formazza

Carta Val Formazza

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo nelle Alpi Giulie Occidentali

Scialpinismo nelle Alpi Giulie

Appennino di neve e di ghiaccio

Appennino di neve e di ghiaccio

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Ghiaccio Salato

Ghiaccio Salato


Giardini di Cristallo


Scialpinismo in Tirolo


Ciaspolate

Neve libera

Neve libera

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio svizzero

Ghiaccio svizzero

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Alpe Adria Trail

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer