Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Tudaio - 2140 m


Relazione della salita - Cima n° 1155


Via Normale Tudaio
Il Tudaio
Regione: Veneto (BellunoItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Orientali - Alpi Carniche - Gruppo Catena Carnica

Provincia: Belluno

Punto di partenza: Chalet Pino Solitario (q. 880 m) - Pinié di Cadore

Versante di salita: W-S

Dislivello di salita: 1260 m - Totale: 2520 m

Tempo di salita: 3,30 h - Totale: 5,30 h

Periodo consigliato: estate - inverno, dipende dalla neve

Valle: Val de Ciarié - Altre cime della Val de Ciarié
Punti di appoggio: Chalet Pino Solitario (q. 880 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero segnato
Difficoltà:   E - A - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: TABACCO N. 016 - Dolomiti del Centro Cadore 1:25000
Autore: Ernesto Majoni Profilo di Ernesto Majoni - Altre salite dell'autore
Data della salita: 03/04/2005
Data pubblicazione: 05/10/2009
N° di visualizzazioni: 6360

Introduzione:

Rivestito di vegetazione e di scarsa rilevanza alpinistica, il Tudaio è il primo di una lunga catena di contrafforti dolomitici che fa parte delle Alpi Carniche, scandita dalla Bragagnina, Crissin, Pupera Valgrande, Brentoni e Cornon. Nel 1909/1912, sulle sue pendici W-S i genieri con operai locali costruirono un´ardita strada, lunga 8,3 km, per il transito delle artiglierie. Sulla vetta nel 1911/1915 sorse un grande forte, il cui cuore era costituito da una batteria dotata di 4 cannoni. L´apparato, protetto da una tripla cinta difensiva e servito da due teleferiche, avrebbe dovuto permettere a 200 uomini una resistenza ad oltranza, anche in caso di invasione nemica del Cadore. Fin dai primi giorni della Grande Guerra il forte fu tagliato fuori dalle operazioni, perchè troppo distante dalla prima linea. Divenuto di nuovo importante durante la ritirata di Caporetto, il 7.11.1917 entrò in azione sparando sulle truppe austriache giunte ad Auronzo e Santo Stefano, ma lo scarso esito dell´operazione indusse la guarnigione ad abbandonare l´opera dopo un sommario danneggiamento delle bocche da fuoco. Tra il 18 e il 26.10.1918, al momento di ritirarsi, gli austriaci distrussero il forte con robuste cariche di esplosivo.


Accesso:

Da Vigo o Laggio di Cadore, salendo alle case di Pinié e poi per stradina asfaltata, si raggiunge lo Chalet Pino Solitario (ottimo ristorante). Continuando per poco verso sinistra, ci si porta ad un parcheggio (tab., è consigliabile non lasciare cose di valore in automobile).


Descrizione della salita:

Traversate le ghiaie della Val de Ciarié, s´imbocca la stradina segnavia 339, che risale a tornanti larghi e mai troppo ripidi il vasto costone W del Tudaio. Dopo le prime curve e una breve galleria, si giunge al Pian de Liberal e si prosegue fino ad un secondo pianoro (La Busa), dove emergono i resti di una casermetta. La stradina si spinge quindi verso S, sorpassa altre due gallerie, raggiunge il Pian de le Mede e tocca un´altra galleria presso il Col Muto (qui è utile una torcia), Dai due finestroni interni si gode una bella vista su Auronzo e il Comelico. Si continua ancora verso S e si sale un po´ più ripidamente, superando un´ultima galleria, fino alla spianata antistante il forte. Un´ultima, breve galleria permette di entrare nell´edificio, dal quale si apre un vasto e istruttivo panorama sul Cadore e sul Comelico.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

I lastroni di cemento deflagrato che giacciono disordinatamente in vetta (deturpata da antenne e ripetitori radiotelevisivi), sono una singolare meta turistica e un ottimo balcone su un meraviglioso panorama dolomitico. Da quassù merita anche riflettere sui fatti della storia. Lungo la salita, priva di difficoltà che non siano la lunghezza e il dislivello, entrambi piuttosto cospicui e che richiedono un minimo di allenamento, numerose tabelle segnaletiche offrono informazioni storiche e ambientali.


© VieNormali.it

N° voti: 7 - Voto medio: Voto 4 stelle

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
12 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Orientali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Revisione: relazione rivista e corretta il 05/09/2014 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Val Formazza

Carta Val Formazza

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo nelle Alpi Giulie Occidentali

Scialpinismo nelle Alpi Giulie

Appennino di neve e di ghiaccio

Appennino di neve e di ghiaccio

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Ghiaccio Salato

Ghiaccio Salato


Giardini di Cristallo


Scialpinismo in Tirolo


Ciaspolate

Neve libera

Neve libera

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio svizzero

Ghiaccio svizzero

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Alpe Adria Trail

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer