Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Punta Nera - Surettahorn - 3027 m


Relazione della salita - Cima n° 1060


Via Normale Punta Nera - Surettahorn
Il tracciato della Via Normale Italiana alla Punta Nera
Regione: Lombardia (SondrioSvizzere

Alpi e Gruppo: Alpi Orientali - Alpi Retiche - Gruppo Avers

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: P.so dello Spluga (q. 2115 m.) Val San Giacomo (Valle Spluga)

Versante di salita: S-W

Dislivello di salita: 950 m - Totale: 1900 m

Tempo di salita: 3,30 h - Totale: 5,30 h

Periodo consigliato: estate

Punti di appoggio: Biv. Suretta (q. 2747 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia con ometti
Difficoltà:   EEA - A - I - PD- (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: KOMPASS - Chiavenna Val Bregaglia 1:50000
Autore: Guido Caironi Profilo di Guido Caironi - Altre salite dell'autore
Data della salita: 14/08/2009
Data pubblicazione: 19/08/2009
N° di visualizzazioni: 3341

Introduzione:

Il “Gruppo del Suretta” (o Surettahorn) è un massiccio roccioso che si erge ad est del Passo dello Spluga. Primo gruppo montuoso della Catena delle Alpi Retiche, il Suretta, ha due sommità: la Punta Nera (3027,0 m.) e la Punta Rossa (3020 m.). Dalla Punta Nera, verso nord, si diparte uno sperone roccioso, che discende verso il Surettajoch, sul versante svizzero: da questa ripida cresta risalirono nel 1869 (18 luglio) Arnold Baltzer e Georg Trepp, i primi salitori del Surettahorn.
Guardando il Gruppo da Sud è possibile riconoscere immediatamente, perché staglia nettamente agli occhi (ed appare in uno scherzo ottico come la cima più elevata), la Punta Rossa, così denominata per la colorazione rossastra delle sue rocce calcaree. Ad ovest della Punta Rossa una cresta rocciosa si ricollega alla Punta Nera; ad est della Punta Rossa una lunga cresta conduce invece sulla Punta Adami (riconoscibile per la presenza di una Croce di Vetta, 2968 m.), scende ad una sella quotata 2865,5 m. e risale a Punta Scaramellini (2916 m.). Ad ovest rispetto alla Punta Nera si ergono invece una serie di torri conosciute come Cime Cadenti (il torrione più occidentale è chiamato Inner Schwarzhorn, 2984 m.).
Il tutto è impreziosito, a sud, dal bel circo glaciale della Vedretta del Suretta (sul cui cono morenico a sud-ovest è stato installato il Bivacco Suretta a 2747 m.)


Accesso:

Avvicinamento automobilistico
Percorrere la Superstrada Milano-Lecco, (o a scelta la sponda occidentale del Lago di Como) dirigendosi verso Chiavenna e verso il Passo dello Spluga (S.S. 36 dello Spluga). Superati gli abitati di San Giacomo Filippo, Campodolcino e Madesimo, si prosegue i ripida salita e tra tornanti per raggiungere il Lago di Monte Spluga. Da qui ancora alcuni chilometri di strada “da passo alpino” condurranno al confine di Stato ed alla dogana, ove è possibile parcheggiare la propria autovettura.


Descrizione della salita:

Prima parte: nei pressi del Bivacco Suretta
Partenza: 2115 m Passo dello Spluga
Arrivo: 2700 m circa, ai piedi del cono morenico del Bivacco Suretta
Profilo altimetrico: 600 m circa
Tempo medio di percorrenza: 2 ore
Tipo ambiente: sentiero alpino, blocchi di roccia, traccia su morena
Difficoltà: EE
Segnaletica: bandierine rosse-bianco-rosse
Bivacco Suretta: posizionato sul cono morenico a sud-ovest rispetto alla Vedretta del Suretta, dispone di 9 posti letto, cucina a gas, illuminazione a pannelli solari; acqua di fusione disponibile alla base dello sperone detritico

Lasciata l’auto si prosegue ad est della dogana, su sentiero ben tracciato che, in ripida ascesa ed in circa 30 minuti, ci condurrà al bel laghetto alpino di Bergseeli (2311 m). Da qui, verso destra (direzione sud-ovest), i segni a vernice ci guidano attraverso roccioni per risalire, in ulteriori 30 minuti, al sovrastante e bellissimo Lago Azzurro (2429 m); magnifica è la vista sul Tambò, sul Ferrè, e sulla sottostante Val San Giacomo. Si prosegue ora, senza percorso obbligato, ma guidati da numerosi ometti in pietra, verso est, in ripida risalita, attraverso un dedalo di roccioni. Si costeggiano verso sud le pareti rocciose più scoscese (un brevissimo tratto attrezzato, molto facile) e si mette piede sulla morena laterale della Vedretta del Suretta, oramai avvistato poco più in alto il Bivacco Suretta. Evitando di perdere quota, per detriti alternate a belle rocce montonate (che peraltro ci ricordano quanto un tempo dovesse essere estesa la vedretta) si giunge alla base del cono morenico ove sorge il bivacco (poco alla nostra destra). In cinque minuti è possibile risalirlo e visitare (o sostare) al bivacco.

Seconda Parte: vetta
Quota di partenza: 2700 m, ai piedi del cono morenico del Bivacco Suretta
Quota Cima: 3027 m (Vetta Pizzo Suretta)
Profilo altimetrico: 327 m
Tempo medio di percorrenza: 1 ora e 30’
Tipo ambiente: ghiacciaio, detriti, roccia
Difficoltà: PD (+) (vedi note)

Si risale con decisione al piccolo ghiacciaio, eventualmente evitandone la parte centrale se in discioglimento (alcuni piccoli crepacci). Con un ampio semicerchio a destra si punta a nord, risalendo in direzione della Punta Nera (a sinistra della Punta Rossa, apparentemente molto più bassa di questa). Si giunge alla base della porzione rocciosa (eventuale crepaccia terminale) e si possono scegliere due varianti: in caso di buon innevamento si può seguire il ripido canalone a sinistra (40-45°), altrimenti è preferibile salire direttamente per un ampio canale che giunge poco a sinistra della Punta Nera.
Si compie, su detriti assolutamente instabili, un breve traverso a destra, poi a sinistra (portandosi al di sopra di una compatta fascia rocciosa) e poi ancora verso destra (sono presenti qui alcuni ometti, uno di nostra personale creazione). Con fatica si giunge in pochi minuti su di un terreno meno instabile, il quale preannuncia l’arrivo in vetta. Seguendo la linea più logica, con facili movimenti di arrampicata, si superano le ultime rocce e si sale alla aerea ed esposta cresta sud-ovest, che anticipa la bella cima (cippo di vetta). Da qui lo sguardo spazia e si perde...


Discesa:

Come per la salita.


Note:

La difficoltà può variare a seconda delle condizioni di innevamento; Poco Difficile (PD) in discrete condizioni (30° massimo su ghiaccio e 45° nella parte terminale del canale); un unico passo di II al termine del canale (roccia ottima); in caso di povertà del manto nevoso il canale è coperto di detriti e la difficoltà risulta un poco accentuata (PD+)


© VieNormali.it

Via Normale Punta Nera - Surettahorn - In discesa sulla Vedretta del Suretta Via Normale Punta Nera - Surettahorn - Fenomeni di discioglimento glaciale Via Normale Punta Nera - Surettahorn - Il Lago Azzurro a quota 2429 m.
In discesa sulla Vedretta del Suretta Fenomeni di discioglimento glaciale Il Lago Azzurro a quota 2429 m.

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
2 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Orientali:


Scalata fotografica Guarda la fotoscalata di Punta Nera - Surettahorn
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli


  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Val Formazza

Carta Val Formazza

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo nelle Alpi Giulie Occidentali

Scialpinismo nelle Alpi Giulie

Appennino di neve e di ghiaccio

Appennino di neve e di ghiaccio

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Ghiaccio Salato

Ghiaccio Salato


Giardini di Cristallo


Scialpinismo in Tirolo


Ciaspolate

Neve libera

Neve libera

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio svizzero

Ghiaccio svizzero

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Alpe Adria Trail

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer