VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Guide di montagna | Ordini   VieNormali su Facebook   Canale You Tube VieNormali   Instagram VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 




Alpi di ghiaccio

Appennino di neve e di ghiaccio - Vol. 1

Appennino di neve e di ghiaccio - Vol. 2

Vie normali nelle Dolomiti di Brenta


Resegone - da Erve - 1875 m


Relazione della salita - Cima n° 3254


Via Normale Resegone - da Erve

Immagine del Resegone ripresa da S, dalla Corna Camozzera
Regione: Lombardia (LeccoItaliane

Alpi e Gruppo: Prealpi - Prealpi Lombarde - Gruppo Resegone

Provincia: Lecco

Punto di partenza: Erve (q. 559 m)

Versante di salita: S

Dislivello di salita: 1316 m - Totale: 2632 m

Tempo di salita: 3,30 h - Totale: 6,30 h

Periodo consigliato: da marzo a novembre (in assenza di neve)

Punti di appoggio: Rif. Alpinisti Monzesi (q. 1173 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero segnato
Difficoltà:   EE (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: KOMPASS N. 105 – Lecco, Valle Brembana 1:50000
Autore: Piero V.  Profilo di Piero V. - Altre salite dell'autore
Data della salita: 30/03/2019
Data pubblicazione: 21/04/2019
N° di visualizzazioni: 4450
N° voti: 2 - Voto medio: Voto 5 stelle

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
5 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...


Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna disponibili per questa cima:


Vai all'elenco completo delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna

Guarda tutte le proposte delle Guide Alpine/Accompagnatori di Media Montagna


Introduzione:

Il nome deriva dal suo celebre profilo a nove punte che riproducono una sega, che nel dialetto è detta resega. Assieme alle Grigne è la cima più popolare del panorama lecchese ed è molto frequentata in tutte le stagioni. Se si vuole godere appieno di un po’ di solitudine su questa stupenda montagna è meglio salirvi nei giorni feriali, dato che nei fine settimana è raggiunta da decine e decine gli escursionisti che calcano principalmente le diverse vie normali. In quanto cima completamente decentrata verso S, se si ha la fortuna di una giornata tersa, offre un vasto ed interessantissimo panorama. Al vicino orizzonte si possono osservare, oltre alle caratteristiche cime del proprio gruppo: i laghi della Brianza, il Magnodeno, il Barro, le cime del Triangolo Lariano, le Grigne al completo, il Due Mani, il Legnone e l’intera costiera che lo unisce al Pizzo dei Tre Signori, lo Zuccone Campelli, l’Arera, la Presolana e l’Alben. Mentre all’orizzonte lontano spiccano, da W verso E: il Monviso, il Gran Paradiso, il Rosa, il Cervino, il Gruppo dei Mischabel, l’Oberland Bernese con il Finsteraarhorn che da questa prospettiva offre una visione particolarmente slanciata, e poi il versante retico con il Badile, il Cengalo, il Disgrazia, il Bernina, la Piazzi, l’Adamello ed oltre.
L´itinerario proposto che prende avvio da Erve, al di sopra del Rifugio Alpinisi Monzesi si svolge lungo il Canale Valnegra che è un pò ripido ma in condizioni normali non presenta particolari difficoltà. Bisogna comunque prestarci le dovute attenzioni per la possibile caduta di sassi smossi dalle comitive soprastanti e dagli animali, in quanto ci si viene a trovare dentro ad un imbuto, ed è quindi meglio mettere il casco.


Accesso:

Da Lecco si raggiunge Calolziocorte e da qui si sale ad Erve. Giunti all’inizio paese, si continua lungo la strada quasi rettilinea che costeggia sempre a destra il torrente Gallavesa, per circa 2 km. Nell’ultimo tratto la strada assume il nome di Via Resegone e termina presso una rotonda sterrata. Si parcheggia poco prima della rotonda.


Descrizione della salita:

Dalla rotonda, seguendo le indicazioni dei cartelli che riportano tra l’altro: anello del Resegone, antiche miniere e La Passata, si imbocca la stradina sterrata che attraversa il torrente sopra un ponticello in cemento e sale con moderata pendenza sulla destra orografica della Valle della Gallavessa. Dopo circa un quarto d’ora di cammino si arriva in località Gnétt (q. 663 m), dove c’è un bivio. Si può prendere subito a destra, guadando il torrente, oppure si può proseguire a sinistra e dopo poche decine di metri attraversarlo sopra un ponticello. In ogni caso si continua ora a destra (salendo) del torrente, ma poi lo si riattraversa quasi subito di nuovo e la pista si trasforma in sentiero.
Poco più avanti, sempre in località Gnétt, si seguono le indicazioni di un cartello per: Sentiero Prà di Ratt e Rif. Alpinisti Monzesi h 1.10. Sul cartello è riportata anche la scritta – impegnativo- invero non c’è assolutamente nulla di difficoltoso, in un tratto il sentiero è solamente un po’ ripido, null’altro. Si sale quindi ora a sinistra del torrente, nel bosco e dopo un centinaio di metri, ad un bivio, si prende a sinistra, seguendo le indicazioni per Sentiero Pra di Rat, tralasciando a destra il Sentiero San Carlo. Inizia qui una ripida salita nel bosco, con diverse tracce che poi si ricongiungono.
Più in alto, in alcuni tratti il sentiero diventa incassato a mò di trincea, si passa in una strettoia tra rocce e si arriva ad una specie di sella erbosa, da dove si può ammirare il bel versante meridionale del Resegone. La pendenza diventa ora meno marcata e si prosegue lungo il sentiero con la traccia sempre ben evidente, a mezzacosta e per un lungo tratto. Giunti ad un bivio si tiene a sinistra e poco più in alto si arriva al Rifugio Alpinisti Monzesi (q. 1173 m). Da qui si segue il sentiero con il segnavia 11 e l’indicazione per Rifugio Azzoni. La traccia sale con diverse svolte in direzione della bastionata rocciosa soprastante, quindi traversa a destra il solco di un canale e sale per un buon tratto nel bosco.
Seguendo la traccia segnalata, si imbocca poi il canale Valnegra. All’inizio si risale una specie di sperone che lo divide in due rami, poi si prosegue un poco a sinistra del solco principale, fino a quando il canale si restringe molto. In questa strozzatura si supera un passaggio roccioso di pochi metri di I+ e poi si prosegue nella salita sempre in prossimità del solco del canale e seguendo sempre i segnavia, fino a raggiungere il Rifugio Azzoni (q. 1860 m). Dal rifugio si risalgono poi alcuni gradini in cemento e facili pietre e in meno 2 minuti si arriva all’alta croce di vetta.


Discesa:

Come per la salita.


© VieNormali.it

Via Normale Resegone - da Erve - Il Rifugio Alpinisti Monzesi
Via Normale Resegone - da Erve - In salita, nel canale Valnegra
Via Normale Resegone - da Erve - Il Rifugio Azzoni, dalla vetta del Resegone
Il Rifugio Alpinisti Monzesi In salita, nel canale Valnegra Il Rifugio Azzoni, dalla vetta del Resegone

Zoom immagini: passare col mouse sopra le immagini per vedere un ingrandimento (attendere il completo caricamento della pagina).

Revisione: relazione rivista e corretta il 20/07/2019 dalla redazione di VieNormali.it

  


Mappa su Google:



Carte escursionistiche sulle Prealpi:



Libri suggeriti sulle Prealpi:


Prealpi Lombarde Centrali  Prealpi Lombarde Occidentali  Prealpi Bresciane  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Nel giardino di pietra  Corni di Canzo e Moregallo  Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni  Ghiaccio delle Orobie
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Ghiaccio Orobico - Michele Cisana
           >> Arrampicate sportive e moderne fra Lecco e Como - Eugenio Pesci
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 1 - Alessio Pezzotta
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 2
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 3
           >> Prealpi Lombarde Centrali
   Condividi su:




SCOPRI LE NOVITA' EDITORIALI SULLA MONTAGNA DI:

Iter Edizioni - Itinerari più belli

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>

Climbing Technology - Piccozza Dron Plus

Piccozza per canali di neve, pareti nord e creste di misto. Possibilità di aggiungere il sostegno BUMPER al puntale per trazione su tratti di neve dura e passaggi su ghiaccio. Testa in acciaio forgiato a caldo; manico rastremato in lega leggera, dritto alla base per una migliore penetrazione nella neve; impugnatura ergonomica sovrastampata; testa e puntale con fori per moschettone o fettuccia; dragonne classica DRAG-TOUR.


Proposta per Guide Alpine e Accompagnatori di Media Montagna


Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer