Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Cima Madriccio - 3265 m


Relazione della salita - Cima n° 805


Via Normale Cima Madriccio
Cresta di salita
Regione: Trentino Alto Adige (BolzanoItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Orientali - Alpi Retiche - Gruppo Ortles Cevedale

Provincia: Bolzano

Punto di partenza: Rif. Città di Milano (q. 2581 m)

Versante di salita: N

Dislivello di salita: 780 m - Totale: 1560 m

Tempo di salita: 3,00 h - Totale: 7,00 h

Periodo consigliato: estate

Punti di appoggio: Rif. Città di Milano (q. 2581 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero e traccia segnata
Difficoltà:   EEA - AR - III- - AD- (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: TABACCO Ortles Cevedale, KOMPASS
Autore: Foto non presente Alessandro Rossi - Altre salite dell'autore
Data della salita: 13/08/2008
Data pubblicazione: 11/09/2008
N° di visualizzazioni: 3923

Introduzione:

Cima d´interesse secondario che viene toccata in prevalenza per la traversata della costiera del Madriccio oppure dalla Val Martello dove presenta un accesso escursionistico. Verso N offre invece una cresta piuttoso affilata che riserba un carattere seriamete alpinistico, non tanto per le difficolta tecniche ma per i detriti veramente insidiosi che la ricoprono. Davanti all´escursionistico Beltovo una cima severa e poco frequentata che offre un pò di avventura.


Accesso:

Da Merano, seguendo le indicazioni per Passo Resia e Passo Stelvio si percorre tutta la Val Venosta fino al bivio per Prato allo Stelvio. Si segue per questo paese, lo si attraversa (seguendo per Passo Stelvio) e si sale la valle che porta a Trafoi. Giunti al paesino di Gomagoi si segue la strada per Solda che si percorre fino a quest´ultimo (13 km da Prato), si attraversa il paese fino alla funivia di Solda.


Descrizione della salita:

Dalla stazione a monte della funivia (rifugio Città di Milano) si sale lo stradone che punta verso il Passo del Madriccio ( la cima è quella che appare sulla destra del passo) che si raggiunge dopo 1,00 h di monotona salita sotto gli skilift. Dal passo in salita a destra per roccette fino a dove compaiono i primi segnavia gialli. in salita per queste roccette per scendere poi rapidamente a sinistra per una ripida traccia nei ghiaioni. Si aggira uno spigolo della cresta per poi rimontare la cresta lungo uno stretto e ripido canalino (girato lo spigolo, il secondo canalino, in alto a sinistra). Si seguono i bolli gialli fino ad un profondo intaglio della cresta. Sulla roccetta di destra (molto esposto, II, bollo) si guadagna una cengetta e poi si scala una successiva roccetta (I, roccia rotta) per giungere ad un terrazzo. Proseguendo per blocchi e sfasciumi si giunge alla sommita di un canalone aperto nel fianco E del monte. Sul lato opposto c´è una paretina con un bollo giallo che va superata direttamente lungo un´evidente fessura (III-, 4 m). Sopra la parete una traccia di sentiero che poi si perde tra gli sfaciumi porta in cima alla spalla. Si segue a questo punto il filo della cresta, aggirando a sinistra uno spuntone di rocce rotte per guadagnare il ghiaione sommitale della cima. Di qui, per roccette (I) si attacca il castello sommitale. Si supera una prima paretina di blocchi accatastati (II, 4 m) e successivamente una seconda più ripida (II+, 6 m, molto esposto) e si sbuca sul pianoro sommitale con la grande croce.


Discesa:

Come per la salita. Se si vuole evitare la discesa lungo gli sfasciumi appena percorsi si scende il largo pendio E lungo i ghiaioni e la lunga Valle del Pozzo per arivare in Val Martello in prossimità del rifugio Corsi (ore 3,00 dalla cima, molto faticoso). Per chi vuole proseguire la traversata della costiera del Madriccio può scendere lungo la cresta S per blocchi e sfasciumi fino al passo Pozzo e di qui risalire all´omonima cima per un erto pendio di blocchi (circa II, roccia malsicura, ore 1,30-2,00 dalla cima Madriccio).


Note:

Le roccie sfasciate ed il ghiaino che ricopre la cresta richiedono attenzione. Sebbene la via non sia difficile è meglio munirsi dell´attrezzatura da roccia (meglio averla che soffrirne la mancanza).


© VieNormali.it

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
3 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Orientali:


L'anima del Gran Zebrù  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli


  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Val Formazza

Carta Val Formazza

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo nelle Alpi Giulie Occidentali

Scialpinismo nelle Alpi Giulie

Appennino di neve e di ghiaccio

Appennino di neve e di ghiaccio

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Ghiaccio Salato

Ghiaccio Salato


Giardini di Cristallo


Scialpinismo in Tirolo


Ciaspolate

Neve libera

Neve libera

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio svizzero

Ghiaccio svizzero

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Alpe Adria Trail

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer