Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Pizzo Berro – Pizzo Dosso Cavallo - 2064 m


Relazione della salita - Cima n° 2681


Via Normale Pizzo Berro – Pizzo Dosso Cavallo
Lungo la traversata di cresta
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Prealpi - Prealpi Lombarde - Gruppo Alpi Orobie

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Rifugio Ronchi (q. 1170 m)

Versante di salita: Diversi

Dislivello di salita: 1050 m - Totale: 2100 m

Tempo di salita: 3,30 h - Totale: 6,15 h

Periodo consigliato: da giugno ad ottobre

Punti di appoggio: Rifugio Ronchi (q. 1170 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero e traccia solo in parte segnalati
Difficoltà:   EE (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: KOMPASS N. 105 - Lecco Valle Brembana 1:50000
Autore: Piero Vardinelli Profilo di Piero Vardinelli - Altre salite dell'autore
Data della salita: 02/05/2015
Data pubblicazione: 12/05/2015
N° di visualizzazioni: 1309

Introduzione:

La dorsale montuosa che separa la Valle del Bitto di Gerola dalla Valle del Bitto di Albaredo, nel settore mediano compreso tra il Pizzo Berro e il Pizzo Dosso Cavallo, offre una facile e bella traversata di cresta. Il percorso, riservato ad escursionisti esperti, è in prevalenza boschivo con rocce affioranti e non presenta passaggi impegnativi. Notevole il panorama che si può ammirare, in particolare dal Pizzo Berro.


Accesso:

A Morbegno si prende la strada per il Passo San Marco e dopo circa 2 km, sulla curva di un tornante, svoltiamo a destra, seguendo le indicazioni per Bema. Oltrepassato il ponte sul torrente, c’è un bivio. La vecchia strada che raggiungeva Bema dal versante E della montagna, aperta in alcune fasce orarie, ora è completamente chiusa a causa delle frequenti cadute di massi. Si imbocca quindi, verso destra, la nuova strada, sempre aperta, che sale dal versante W. Dopo il cartello di inizio paese giungiamo ad un incrocio, ignorando a destra una stradina stretta che conduce alla chiesa, si prosegue dritti in salita. Poco avanti la strada compie alcuni tornanti, dove sono posti alcuni cartelli che indicano la direzione per il Rifugio Ronchi. Si superano questi tornanti e, giunti ormai al termine delle case, si tralascia sulla destra la Via Panoramica e si prosegue dritti.
La strada che conduce ora al Rifugio Ronchi si svolge lungo il versante E della montagna, in alcuni tratti della parte superiore non ci sono protezioni e richiede un poco di attenzione. Giunti ad un bivio presso il cimitero, si prosegue a destra. Ad un successivo bivio, si tralascia sulla destra una strada ripida che venti metri sopra riporta un cartello di strada senza protezioni e si prosegue lungo il tracciato principale. Dopo un tornante a destra la strada diventa più ripida e senza protezioni, si tralasciano alcune stradine che si staccano sulla destra e, dopo un tornante a sinistra, si sale fino al rifugio. La strada è sempre asfaltata, tranne gli ultimi cento metri. Davanti al rifugio c’è un ampio spiazzo dove parcheggiare.


Descrizione della salita:

Per raggiungere il Pizzo Berro dal Rifugio Ronchi abbiamo 2 possibilità, la prima è lungo il sentiero della Costa (l’itinerario più bello), la seconda è dal versante N/NE (assolutamente elementare).
Sulla carta della Kompass il sentiero della Costa non è riportato ed in loco è indicato con il segnavia 136. Mentre quello del Versante N/NE nella carta è riportato con il segnavia 136, ma in loco è indicato con il segnavia 120

SENTIERO DELLA COSTA (CRESTA NNW)
Difficoltà: E+
Ore di salita al Pizzo Berro: 1,30
Al termine del piazzale davanti al rifugio, si imbocca sulla destra il sentiero con il segnavia n. 136 che riporta le indicazioni Costa h 0,40, Aser e Fracino. Prima con un traverso a destra sopra il rifugio, poi con un breve strappo si arriva sulla dorsale spartiacque. La traccia, ben marcata e segnalata, segue la costa, poi compie un lungo traverso sulla sinistra e conduce in località Pozzalle.
Poco dopo, ad un primo bivio, si svolta a destra, seguendo le indicazioni di un cartello che riporta Costa a h. 0,30. Al bivio successivo si segue il cartello per Scengia del Pumer e in breve si raggiunge questa località, di nuovo sulla dorsale spartiacque. Qui troviamo un piccolo ricovero di emergenza in legno, alcuni tavolini e un’area picnic (meglio comunque non accendere fuochi in questi luoghi). Il sentiero si sposta ora sul ciglio di un burrone e diventa un po’ esposto. Ma è possibile evitare questo tratto salendo un poco sulla sinistra, lungo l’ampia dorsale. Più avanti i segnali portano a compiere un traverso a destra, al cui termine si arriva sul dosso della località Curt.
Inizia ora il tratto più ripido, lungo il “sentiero Lino” indicato da un cartello. Il percorso, in parte roccioso ma elementare, si svolge a sinistra di un profondo vallone e in un breve tratto, è attrezzato con una catena. Poi si riprende a salire lungo la dorsale erbosa che si mantiene ripida, ma priva di difficoltà. In breve si raggiunge la vetta sormontata da un’alta croce in metallo.

SENTIERO DEL VERSANTE N/NE
Difficoltà: E
Ore di salita al Pizzo Berro: 1,45
Dal piazzale davanti al rifugio si percorre, in direzione SSE, la stradina sterrata chiusa da una sbarra. Si oltrepassa la sbarra e un poco più avanti, circa un centinaio di metri dopo il rifugio, si imbocca a destra un sentiero segnalato da un cartello con il segnavia 120, che riporta le indicazioni Fracino h 0,50 e Pizzo Berro h 1,50. Inizialmente la traccia sale quasi parallela alla sterrata, poi con uno strappo un po’ più ripido conduce ad una larga costruzione in pietre che funge da presa dell’acqua, in località Geai.
Si prosegue in salita a sinistra di questa costruzione. Successivamente si tralasciano, a sinistra, le indicazioni per Martino e Pergolotta e poco sopra si arriva al margine inferiore della vasta radura di Fracino (q. 1520 m). Una ventina di metri sopra l’inizio dei prati c’è una stalla e più in alto, un’elegante baita in stile antico. Il sentiero traversa a sinistra della stalla e, nel mezzo della radura, appare un cartello a segnalare un bivio (per chi dovesse scendere da questo sentiero, il cartello indica la nostra provenienza da Vedrano).
Si tralascia a destra la traccia per Costa e Ronchi e si prosegue a monte, seguendo le indicazioni per Pizzo Berro h 1,00. Al margine superiore di questi prati troviamo una fontana e di nuovo, un bivio sempre segnalato dai cartelli. Prendiamo a sinistra, per Pizzo Berro h 0,50, ignorando sulla destra il segnavia 136.
Il sentiero assume ora la direttrice SW e riprende a salire nel bosco con numerose svolte. Troveremo numerosi cartelli, l’importante è seguire sempre le indicazioni per Pizzo Berro o sentiero n. 120. Nella parte superiore la traccia diventa un poco più ripida, ma elementare, il bosco si dirada ed infine si raggiunge l’alta croce, posta sulla spaziosa vetta.

TRAVERSATA PIZZO BERRO – PIZZO DOSSO CAVALLO
Difficoltà: EE
Ore della traversata: 2,00
In linea retta la dorsale che unisce le due montagne è lunga 3 km. Dalla vetta del Pizzo Berro si scende in direzione SE un ripido sentiero segnalato, perdendo circa cinquanta metri di dislivello. Si segue poi la cresta in parte boschiva, in parte erbosa con rocce affioranti, ma abbastanza larga e facile. Si superano diversi saliscendi perdendo ancora un centinaio di metri di dislivello. La cresta finale del Pizzo Dosso Cavallo (cresta NNW) è un poco più ripida ma rimane anch’essa facile. I risalti rocciosi di questo tratto si possono facilmente aggirare e si raggiunge la vetta senza particolari difficoltà.


Discesa:

Abbiamo due possibilità.
1°) Come per la salita.
2°) Dal versante N, difficoltà EE (vedi relazione: Pizzo Dosso Cavallo). In questo caso si scende lungo la cresta, un po’ ripida, inizialmente orientata a NE, poi N. Se non c’è neve, quasi certamente si può scendere anche l’aperto pendio N. In breve si raggiunge la conca alla base del versante N della montagna, dove si trova la Baita Aguc (q. 1876 m). Dai pressi di questa baita si imbocca un sentiero inizialmente segnalato che si stacca in direzione N. Ben prima di raggiungere la Baita Piazzoli (q. 1843 m) si prende, a destra, una traccia (scarsi segnali) che scende per boschi e prati, in direzione NE. Nei pressi delle Case Melzi (q. 1469 m) il sentiero raggiunge il termine della stradina sterrata (qui con il fondo erboso) che diparte dal Rifugio Ronchi. Percorrendola in direzione NNW, si passa dal Il Baitone, dalle località Tagliata, Vedrano, Prato Martino e si ritorna al rifugio.
Se si scende da questo versante e non si conoscono i luoghi, potrebbe non essere del tutto semplice individuare le tracce di sentiero che conducono alla stradina.


Note:

Nota 1
In presenza di neve, indispensabili piccozza e ramponi.
Nota 2
Nel caso si effettui la traversata nel senso contrario, cioè Pizzo Dosso Cavallo – Pizzo Berro, se da quest’ultima cima si vuole scendere dal sentiero del versante N/NE (in discesa l’orientamento diventa NE/N), la traccia è ben marcata ed inizia al margine NE della vetta. Se invece si vuole scendere dal sentiero della costa, dalla vetta la traccia divalla in direzione NNW (venti metri più in basso c’è un cartello indicatore appeso ad un albero, quello indicato nell’immagine principale della relazione: Pizzo Berro).


© VieNormali.it

Via Normale Pizzo Berro – Pizzo Dosso Cavallo - Immagine ripresa dalla vetta del Pizzo Berro Via Normale Pizzo Berro – Pizzo Dosso Cavallo - Lungo la traversata di cresta Via Normale Pizzo Berro – Pizzo Dosso Cavallo - La parte finale della traversata, la cresta NNW del Pizzo Dosso Cavallo
Immagine ripresa dalla vetta del Pizzo Berro Lungo la traversata di cresta La parte finale della traversata, la cresta NNW del Pizzo Dosso Cavallo

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
3 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Prealpi:


Prealpi Lombarde Centrali  Prealpi Lombarde Occidentali  Prealpi Bresciane  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Nel giardino di pietra  Corni di Canzo e Moregallo  Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni  Ghiaccio delle Orobie
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Ghiaccio Orobico - Michele Cisana
           >> Arrampicate sportive e moderne fra Lecco e Como - Eugenio Pesci
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 1 - Alessio Pezzotta
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 2
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 3
           >> Prealpi Lombarde Centrali

Revisione: relazione rivista e corretta il 13/05/2015 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Patagonia con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer