Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Punta Thurwieser - 3652 m


Relazione della salita - Cima n° 2438


Via Normale Punta Thurwieser
La Punta Thurwieser
Regione: Trentino Alto Adige (BolzanoItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Orientali - Alpi Retiche - Gruppo Ortles Cevedale

Provincia: Bolzano

Punto di partenza: Valfurva - Rifugio V Alpini

Versante di salita: E-N-E

Dislivello di salita: 774 m - Totale: 1842 m

Tempo di salita: 4,00 h - Totale: 7,00 h

Periodo consigliato: Giugno-Settembre

Valle: Val Zebrù - Altre cime della Val Zebrù
Punti di appoggio: Rifugio V Alpini in alta Val Zebrù (m 2878)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EEA - A - II+ - AD+ (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: TABACCO nº 08 Gruppo Ortles - Cevedale/Ortlergruppe - 1:25.000
Autore: Andrea Carta Profilo di Andrea Carta - Altre salite dell'autore
Data della salita: 20/07/2013
Data pubblicazione: 23/07/2013
N° di visualizzazioni: 8361

Introduzione:

Una tra le più belle e ardite montagne delle Alpi, soprattutto per l´ambiente che fu teatro delle vicende della Grande Guerra: la linea del fronte passava anche su questa vetta per continuare poi lungo la cresta di Backmann e giungere fino alla Cima di Trafoi e oltre. L’ambiente isolato e il terreno spesso friabile e insicuro rendono abbastanza impegnativa questa salita ma il panorama delle cime circostanti – dallo Stelvio all’Ortles, al Monte Zebrù, Gran Zebrù, Tredici Cime e via fino al Bernina – le conferisce un qualcosa di unico e grandioso. Il costante ritiro di ghiaccio e neve degli anni recenti fa sì che sia preferibile fare il “giro” per il Grande Cono di Ghiaccio, evitando di risalire il canale che porta direttamente al Passo Thurwieser: è necessario, quindi, calcolare un’oretta in più di salita (4-4,30 ore), ripagata sicuramente dalla tranquillità di evitare possibili scariche di sassi.


Accesso:

Accesso stradale: da San Nicolò Valfurva deviare per la Val Zebrù (segnaletica) raggiungendo la frazione Niblogo (parcheggio e, in stagione, servizio navetta fino alla Baita del Pastore: informarsi). Da Niblogo si segue (a piedi o con la navetta) la lunga strada sterrata che porta al Rif. Campo e quindi alla Baita del Pastore (m 2100 circa); qui la stradina diventa più ripida, poi sentiero che conduce al Rifugio V Alpini.


Descrizione della salita:

Dal Rifugio V Alpini (2878 m) si sale in breve sul belvedere soprastante da dove si guadagna la Vedretta dello Zebrù che si risale fino alla parte centrale, facendo attenzione ai crepacci. Giunti al suo tratto mediano si deve decidere per una delle due possibili alternative di salita: A. proseguire gradualmente verso la propria sinistra, in direzione dell’evidente canalone nevoso che scende dal Passo Thurwieser, portandosi alla sua base (attenzione ai crepacci!) superando la crepaccia terminale spesso molto aperta; quindi, risalirlo completamente (45° max.) fino al Passo della Thurwieser (m 3480); il canalone richiede molta attenzione a causa del possibile ghiaccio vivo e, specie a stagione inoltrata, degli affioramenti rocciosi che rendono la progressione alquanto precaria (attenzione anche alle scariche di sassi); B. proseguire nel mezzo della vedretta, risalire la parte centrale più ripida e puntare direttamente al Passo dell’Ortles (m 3353) che si guadagna risalendo il pendio finale, nevoso o roccioso a seconda della stagione (resti di opere belliche): stupendo panorama sul versante nord dell’Ortles e zona Passo dello Stelvio; risalire la cresta rocciosa di sinistra che, con tratti di neve anche ripidi, porta alla sommità del Gran Cono di Ghiaccio (m 3530), da dove si scende facilmente al Passo della Thurwieser (m 3480): magnifico panorama cui si aggiunge l’ardito profilo della Cresta di Baeckmann, teatro di aspre contese e di immani fatiche, tra gli Alpini del Tenente Guido Bertarelli (V Rgt.) e i Kaiserjager. Traversata la sella nevosa fin dove termina la neve - più o meno affilata a seconda della stagione e della quantità di neve - si inizia la risalita della cresta nord-est che è inizialmente abbastanza larga e poco pendente, ma poi diventa ripida (max 55°) e aerea (in primavera può essere coperta da neve, mentre in stagione avanzata è rocciosa (Dolomia dell’Ortles, fratturata e instabile, richiede passo sicuro e abitudine alla progressione delicata). Lungo il percorso si trovano alcuni spit recenti, intervallati da soste su vecchi chiodi con cordini da verificare. Quando la cresta si adagia, un ultimo breve tratto su facili roccette conduce alla vetta (m 3652), dove ancora si notano resti delle installazioni della Grande Guerra.


Discesa:

Ripercorrere con attenzione la cresta (sono possibili tre-quattro corde doppie) fino al Passo della Thurwieser. Da qui, per maggiore sicurezza (l’orario avanzato sicuramente rende pericolosa la discesa per il canalone), è preferibile risalire alla cima del Gran Cono di Ghiaccio (m 3530) e scendere lungo la cresta E fino al Passo dell’Ortles e quindi sulla Vedretta dello Zebrù, lungo la quale si rientra al Rifugio V Alpini.


Note:

Alpinismo e storia si uniscono anche su questa bella cima, dove uomini di tempra eccezionale, al di là della nazionalità, soffrirono pene inaudite per conquistare ardite montagne e difendere la loro patria: ancora oggi si respira l´assurdità di quella guerra che rese celebri queste montagne ed i suoi eroi.


© VieNormali.it

Via Normale Punta Thurwieser - Gran Cono di Ghiaccio Via Normale Punta Thurwieser - Tratto sopra la cresta di neve Via Normale Punta Thurwieser - In cima
Gran Cono di Ghiaccio Tratto sopra la cresta di neve In cima

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
5 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Orientali:


L'anima del Gran Zebrù  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli

Revisione: relazione rivista e corretta il 23/07/2013 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Ladakh con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer