Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Colmet - 3024 m


Relazione della salita - Cima n° 2296


Via Normale Monte Colmet
La vetta del M. Colmet vista dalla ´cima escursionistica´. In basso i ruderi del Ric. Ch
Regione: Val Aosta (AostaItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Graie - Gruppo Rutor

Provincia: Aosta

Punto di partenza: C.le S. Carlo (q. 1971 m), Tra Morgex e La Thuile

Versante di salita: E

Dislivello di salita: 1053 m - Totale: 2106 m

Tempo di salita: 3,30 h - Totale: 6,00 h

Periodo consigliato: estate - autunno

Valle: Valle di La Thuile - Altre cime della Valle di La Thuile
Punti di appoggio: nessuno
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero e traccia solo in parte segnalati
Difficoltà:   EE - AR - I+ - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: L’escursionista editore. N. 2 La Thuile Piccolo S. Bernardo, 1:25.000
Autore: Foto non presente Aldo Locatelli - Altre salite dell'autore
Data della salita: 09/09/12
Data pubblicazione: 16/09/2012
N° di visualizzazioni: 3577

Introduzione:

Il M. Colmet si trova sul crinale che divide la Valle di La Thuile da quella Arpy (che termina nei pressi di Morgex) con andamento N – S. Non è una montagna dalle forme particolarmente attraenti e, nonostante la quota, è poco evidente e poco individuabile se non nell’ultimissima parte dell’escursione. Si trova, tuttavia, in ottima posizione panoramica, perché un poco disassata rispetto alle cime più alte della catena a cui appartiene e di cui costituisce la prima sommità di un certo rilievo. Anche la via d’accesso nella seconda metà non è di immediata individuazione, ma questo, insieme alle brevi roccette finali, può costituire anche un aspetto divertente dell’ascensione.


Accesso:

Autostrada per il Traforo del M. Bianco, uscita Morgex. Giunti alla statale si gira a sinistra e dopo poche centinaia di metri si imbocca a sinistra la strada per il Colle S. Carlo, a cui si arriva dopo una decina di chilometri (q.1971 m). Dal valico si seguono le indicazioni per il lago d’Arpy, che si raggiunge in poco più di mezz’ora di cammino quasi pianeggiante.


Descrizione della salita:

Si costeggia il lago d´Arpy sulla sua sinistra orografica e, appena oltrepassato il torrente immissario, si imbocca sulla destra un sentiero (segnavia 15) che lo costeggia sulla destra orografica. Il sentiero sale ora in modo un po’ più deciso, supera un primo gradino di circa 100 m di dislivello, oltrepassa una conca pianeggiante e si porta al di sotto della ripida scarpata che sostiene il Lago di Pietra Rossa. Sempre su tracciato ben evidente, si rimonta la scarpata sfruttando innumerevoli gradini di pietra (attenzione a forzare l’andatura in questo tratto taglia-gambe!) e, dopo un ultimo traverso pianeggiante verso sinistra si raggiunge il lago di Pietra Rossa, di un bel colore azzurro intenso in un vallone pressoché desertico (2,00 h dal Colle S. Carlo). Da qui il massiccio del M. Bianco inizia ad emergere con imponenza. Ora il cammino si fa più difficile da individuare. Il M. Colmet non si riesce a riconoscere facilmente, ma si trova a destra dell’evidente depressione del colle omonimo (sotto cui è individuabile un relitto glaciale coperto di detriti). La via di salita rimonta il pendio pietroso visibile sulla destra. Si costeggia il lago lasciandolo sulla sinistra e puntando inizialmente verso il colle, ma ben presto si piega verso destra e si risale il cordone morenico, grosso modo fin quando si salda al fianco erboso alla base del pendio di salita (su un masso è riportata una grossa scritta gialla ‘M. Colmet’ con una freccia). Si entra quindi nel vallone su terreno detritico piegando verso destra e si prosegue tenendosi sulla sinistra del vallone per rimontare il contrafforte che lo delimita da quel lato; il percorso è segnalato da ometti ma occorre prestare attenzione perché non sono sempre affidabili; dopo circa un’ora di cammino faticoso si giunge, da ultimo piegando verso sinistra, alla spalla erbosa al di sopra del contrafforte: da qui il percorso appare ora molto chiaro. Le due cime del M. Colmet (cosiddette alpinistica e escursionistica) sono ben visibili rispettivamente a sinistra e a destra di un’ampia sella detritica. Ci si porta facilmente alla depressione (sottostante i ruderi del ricovero Ten. Chabloz). A destra, sopra il ricovero, il M. Colmet escursionistico (q. 3020 m) è facilmente raggiungibile su terreno detritico. A sinistra invece si prosegue su tracciato più impervio verso la vera cima. Si seguono le tracce restando tendenzialmente a sinistra (E) della cresta, dove si possono evitare alcuni salti di roccia (in alcuni casi si possono anche scavalcare). Sempre stando sulla sinistra si oltrepassa la vetta, la si aggira contornandola verso destra e infine, scavalcate le ultime roccette sul versante opposto, si perviene alla stretta cima, sormontata da un piccola croce metallica decisamente precaria (1,30 – 2,00 h , 3,30 – 4,00 h dal Colle S. Carlo; la variabilità del tempo consiste sostanzialmente nei possibili ritardi dovuti alla ricerca del percorso corretto).


Discesa:

Per la via di salita. Nella parte bassa del pendio detritico meglio tenere la destra, senza seguire alcuni ometti che portano verso il pendio erboso di sinistra, meno agevole.


Note:

Escursione molto varia, faticosa nella seconda parte di salita, che presenta anche le maggiori difficoltà; queste consistono prima nell’individuare del percorso più agevole e poi nell’oltrepassare le ultime roccette, dove si concentrano le poche difficoltà tecniche che giustificano la F attribuita. Chi non se la sente di affrontare le roccette finali, può accontentarsi della cima escursionistica (EE, del tutto elementare nell’ultimo tratto). Da entrambe le cime il panorama (praticamente identico) è molto ampio, e comprende tutto il massiccio del Monte Bianco e quindi, proseguendo in senso antiorario, Mt. Pourri, Ghiacciaio del Rutor, Grivola, Tersiva, M. Emilius , M. Rosa, Cervino e Grand Combin; in mezzo si scorge d’infilata il solco della valle principale. Contrariamente a tutto il resto dell’escursione (poco frequentata), l’ultimo tratto in lieve discesa, tra il Lago d’Arpy e il Colle S. Carlo è molto affollato e sembra non finire mai…


© VieNormali.it

Via Normale Monte Colmet - Il M. Bianco dalla vetta Via Normale Monte Colmet - La parte inferiore del pendio detritico in discesa
Il M. Bianco dalla vetta La parte inferiore del pendio detritico in discesa

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
4 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Passaggio a Nord-Ovest - Maurizio Oviglia, Fiorenzo Michelin
           >> Rock Paradise - Maurizio Oviglia

Revisione: relazione rivista e corretta il 16/09/2012 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Monte Bianco con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer