Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Timpa Pino di Michele - 2049 m


Relazione della salita - Cima n° 2121


Via Normale Timpa Pino di Michele
Timpa Pino di Michele
Regione: Calabria (CosenzaItaliane

Alpi e Gruppo: Appennini - Appennino Meridionale - Gruppo Pollino

Provincia: Cosenza

Punto di partenza: Colle dell’Impiso (q. 1573 m)

Versante di salita: N-W

Dislivello di salita: 1000 m - Totale: 2600 m

Tempo di salita: 4,00 h - Totale: 8,00 h

Periodo consigliato: tutto l´anno

Punti di appoggio: nessuno
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero segnato
Difficoltà:   E - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: Carta Tecnica Azienda di Promozione Turistica Regione Basilicata 1:50000
Autore: Giuseppe Albrizio Profilo di Giuseppe Albrizio - Altre salite dell'autore
Data della salita: 28/08/2010
Data pubblicazione: 15/07/2011
N° di visualizzazioni: 2275

Introduzione:

La più facile base di partenza per tutte le escursioni sui monti superiori ai 2000 metri del Gruppo del Pollino è il Colle dell’Impiso (q. 1573 m). I paesi più vicini dove si può pernottare sono Lucani (Regione Basilicata); Rotonda e Viggianello, tutte e due in provincia di Potenza. La cima è però in territorio calabrese.


Accesso:

Dall’Autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria si esce a Campotenese e si seguono le indicazioni per il paese di Rotonda. Dopo alcuni tornanti si giunge a un valico e a un bivio (sulla destra c’è una piccola Chiesetta e sul colle soprastante c’è una statua della Madonna, località Cappella del Carmine 1150 m). Si va a destra (andando a sinistra dopo 10 Km si arriva a Rotonda) per la strada asfaltata che in 15 Km supera un fontanile, sale al Colle del Dragone, scende dall’altra parte verso il fontanile del Piano Ruggio, il Rifugio De Gasperi e raggiunge in discesa il bivio per il Colle dell’Impiso (indicato da una tabella in legno). Chi viene da lontano e decide di pernottare a Rotonda conviene salire al Colle dell’Impiso passando dalla Cappella del Carmine come sopra descritto. Chi, invece, pernotta a Viggianello (11 Km da Rotonda), per raggiungere la base di partenza conviene seguire la strada a monte del paese seguendo le indicazioni per la frazione Torno, si continua per San Severino Lucano fino a incontrare, sulla destra, il bivio con l’indicazione “Massiccio del Pollino” (11,4 Km da Viggianello). Si continua su uno stradino asfaltato che supera un vastissimo altopiano ondulato con pochi alberi (di fronte si notano le montagne che dobbiamo scalare), infine si entra nella faggeta e in salita si raggiunge il bivio per il Colle dell’Impiso (12 Km circa).


Descrizione della salita:

Parcheggiata l’auto, a piedi su strada sterrata, in pochi minuti, si raggiunge il valico, quota 1573 m. Dall’altra parte si scende in direzione Sud-Est di 100 metri di quota nella valle sottostante chiamata Vacquarro 1470 m. Qui la via, prima di raggiungere il Torrente Frido, si biforca; quella di destra inizia subito a salire e porta sui prati del Colle Gaudolino, quella di sinistra (che prendiamo) segue per alcune centinaia di metri il torrente e poi piega a destra nel bosco. Sale con qualche tornante ed esce in una radura a quota 1510 m, circa, direzione Sud. Al rientro nella macchia (Bosco di Chiaromonte) la via riprende la direzione Sud-Est, dopo una curva si trascura uno stradino secondario sulla destra, quota 1518 m, e si continua a salire con qualche tratto dissestato e ripido. A quota 1680 m sulla sinistra c’è un piccolo sentiero che in 5 minuti porta nel ruscello sottostante dove c’è un’ottima sorgente e si può fare rifornimento d’acqua, Fontana di Rummo 1670 m (il bivio non è indicato, facendo un pò di attenzione si sente il rumore dell’acqua che scorre nel torrente). Ritornati sulla strada principale a quota 1800 m si esce dal bosco (1,15 ore - ascesa 300 m) davanti si ha un vastissimo altopiano circondato dalla gran parte dei monti superiori ai 2000 metri del Parco Nazionale del Pollino. L’altopiano, prendendo come riferimento il sentiero che stiamo percorrendo e che lo taglia in due, prende il nome, a destra, di Piano di Toscano (versante Nord-Est del Monte Pollino), a sinistra, Piana del Pollino (versante Sud-Ovest della Grande Porta del Pollino), i due Piani vengono chiamati genericamente “Piani di Pollino” Si oltrepassa il pianoro in direzione Sud-Est, di fronte si nota il costone Ovest della Serra delle Ciavole coperta dai caratteristici pini loricati, si passa accanto all’Inghiottitoio Fossa del Lupo (quota 1774 m) e, in direzione Sud, si entra nel Canale di Malevento. Il tratto appena descritto può essere difficile in caso di nebbia, fare un po’ di attenzione. Prima di entrare nel bosco si nota un sentiero sulla destra, lo raggiungiamo e percorriamo, senza nessun problema si arriva sulla Sella Dolcedorme o Sella di Malevento (quota 1980 m circa), tempo di salita 2,10 ore - ascesa 470 m. Dal passo si riprende a salire in direzione Sud-Est seguendo un esile sentiero tra i prati d’altura, (si transita vicino a dei magnifici alberi di pini loricati dal colore verde intenso, qualcuno è secco, ma il loro tronco dal colore bianco resiste per secoli alle intemperie e all’assalto dei parassiti prima di essere abbattuto), si aggirano delle rocce verso destra e si entra su un piccolo pianoro dove si è in vista della piramide arrotondata della Serra Dolcedorme che si raggiunge facilmente. Dalla vetta si scende in direzione Sud-Est lungo una cresta ripida tovccando quota 2049 m (discesa 220 m - tempo 40 minuti).


Discesa:

Come per la salita.


Note:

La Timpa Pino di Michele in realtà non è una vera e propria vetta ma è la cresta Sud-Est della Serra Dolcedorme (timpa = luogo ripido e scosceso). Per conoscere meglio il posto si può percorrerla tutta fino al valico di q. 1910 m per poi risalire dall’altra parte verso il Monte Manfriana. ---Vedere l´album fotografico dell´escursione nel mio sito web www.lemiepasseggiate.it, pigiando sul bottone "Appennino oltre i 2000 metri"---


© VieNormali.it

Via Normale Timpa Pino di Michele - Un pino loricato secco, il tronco resiste per secoli prima di essere abbattuto Via Normale Timpa Pino di Michele - Il Canale di Malevento, la Grande Porta del Pollino e i Piani di Pollino
Un pino loricato secco, il tronco resiste per secoli prima di essere abbattuto Il Canale di Malevento, la Grande Porta del Pollino e i Piani di Pollino

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
3 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Appennini:


Sud Verticale  Appennino di neve e di ghiaccio Vol. 1  Appennino Bianco - Vol. 1  Appennino Bianco - Vol. 2  Creste d'Appennino  Dog Trekking in Appennino  I 2000 dell'Appennino  Il Terminillo e i Monti Reatini
Ghiaccio d'Appennino  Gran Sasso I Rifugi dell'Appennino Centrale  Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise  Sentieri nel Parco Nazionale Gran Sasso Laga  Parco d'Abruzzo  Carta escursionistica Parco d'Abruzzo  Bambini in Appennino
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Revisione: relazione rivista e corretta il 17/06/2013 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Val Formazza

Carta Val Formazza

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo nelle Alpi Giulie Occidentali

Scialpinismo nelle Alpi Giulie

Appennino di neve e di ghiaccio

Appennino di neve e di ghiaccio

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Ghiaccio Salato

Ghiaccio Salato


Giardini di Cristallo


Scialpinismo in Tirolo


Ciaspolate

Neve libera

Neve libera

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio svizzero

Ghiaccio svizzero

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Alpe Adria Trail

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer