Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Cima Orientale dei Forni - 3247 m


Relazione della salita - Cima n° 2114


Via Normale Cima Orientale dei Forni
Immagine ripresa da S
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Ortles Cevedale

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Rif. Albergo Ghiacciaio dei Forni (q. 2178 m) nell’alta Valle dei Forni

Versante di salita: SSE

Dislivello di salita: 1070 m - Totale: 2140 m

Tempo di salita: 3,00 h - Totale: 5,30 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Valle dei Forni - Altre cime della Valle dei Forni
Punti di appoggio: Rif. Albergo Ghiacciaio dei Forni (q. 2178 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - A - II- - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: TABACCO N. 08 – Ortles Cevedale 1:25000
Autore: Piero Vardinelli Profilo di Piero Vardinelli - Altre salite dell'autore
Data della salita: 15/08/2001
Data pubblicazione: 09/11/2011
N° di visualizzazioni: 2839

Introduzione:

È la più elevata delle Cime dei Forni, seppure di poco e si trova sulla catena che separa la Val Zebrù dal mondo dei Forni, al centro del settore lombardo del Gruppo Ortles-Cevedale. Stranamente la cresta SSE non è contemplata dalla guida del CAI come possibile via d’ascesa. L’unica via da S riportata dalla guida, prevede: partenza dal Rifugio dei Forni, Val Pisella, selletta di (q. 3181 m) attigua alla Cima Centrale e la cresta W fino in vetta. Probabilmente questo è l’itinerario più semplice, ma anche la cresta SSE non è impegnativa, almeno fino all’anticima E (q. 3243 m) che si trova sullo snodo di cresta. Solamente il breve tratto che dall’anticima conduce in vetta, è più affilato, ma pur sempre facile se non c’è neve. Inoltre è un percorso molto panoramico e, in particolare per gli appassionati della Grande Guerra, è un’occasione da non perdere.
Infatti, lungo tale cresta (denominata Monte dei Forni nella parte inferiore) correva la prima linea di difesa italiana in Alta Val Furva e sono ancora presenti diverse testimonianze di quegli avvenimenti, in parte ben conservate, quali: trincee, postazioni per mitragliatrici, feritoie, camminamenti, caverne e resti di baracche.
Piccozza e ramponi sono indispensabili solo in presenza di neve, corda ed imbrago solo per i meno esperti.


Accesso:

Da S. Caterina Valfurva si segue la stradina tortuosa ma asfaltata che dopo circa 6 km conduce all’ampio parcheggio sottostante il Rifugio dei Forni.


Descrizione della salita:

Dal parcheggio si sale al piazzale antistante il Rifugio dei Forni, dove c’è la bacheca che riporta i sentieri e ci si incammina sulla stradina per il Rifugio Pizzini. Al secondo tornante la si abbandona e si segue il sentiero segnalato per Rifugio Pizzini, che poco sopra conduce alle Baite dei Forni. Tralasciando poi una stradina pianeggiante, si prosegue in salita sui prati, verso NE, fino a raggiungere i ruderi dell’antica caserma (q. 2547 m). Qui si abbandona il sentiero per il rifugio e si sale a sinistra, in una avvallamento, all’inizio della cresta del Monte dei Forni. Lungo tutto il crinale e sui fianchi sono presenti numerose postazioni militari che si possono tranquillamente visitare. Poi si continua a monte, senza difficoltà, sulle tracce di un sentiero e più su si arriva alla sommità del Monte dei Forni (q. 3054 m). Il percorso di cresta che prosegue è logico, appoggiando a destra del filo, su facili rocce e sfasciumi, si raggiunge l’anticima E (q. 3243 m). Volgendo ora a sinistra, si percorre la cresta affilata che scende ad una selletta e poi più facilmente conduce in vetta.


Discesa:

Come per la salita, oppure vedi relazione: Cime dei Forni.


© VieNormali.it

Via Normale Cima Orientale dei Forni - Resti di fortificazioni militari Via Normale Cima Orientale dei Forni - Sulla cresta SSE, a sinistra la vetta Via Normale Cima Orientale dei Forni - La cresta SSE in veste primaverile
Resti di fortificazioni militari Sulla cresta SSE, a sinistra la vetta La cresta SSE in veste primaverile

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


L'anima del Gran Zebrù  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli

Revisione: relazione rivista e corretta il 13/03/2013 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Kamchatka con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer