Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Corno Tremoncelli - Cresta W - 2834 m


Relazione della salita - Cima n° 1979


Via Normale Corno Tremoncelli - Cresta W
Panoramica da Nord.
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Orientali - Alpi Retiche - Gruppo Pietra Rossa

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Bivio tra Malga Salina Bassa e Casine di Val Bighera (q. 2125 m ca)

Versante di salita: W

Dislivello di salita: 755 m - Totale: 1530 m

Tempo di salita: 3,45 h - Totale: 6,15 h

Periodo consigliato: da metà giugno a metà ottobre

Valle: Val Bighera - Altre cime della Val Bighera
Punti di appoggio: nessuno
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia non segnata
Difficoltà:   EE - I - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: INGENIA 1:25.000 Carta del P.N.S. foglio n°3 “Valcamonica, Passo Gavia e Val di Rezzalo”.
Autore: Gabriele Attanasio Profilo di Gabriele Attanasio - Altre salite dell'autore
Data della salita: 22/09/2009
Data pubblicazione: 03/08/2011
N° di visualizzazioni: 2445

Introduzione:

Il Corno Tremoncelli è una marcata elevazione sulla lunga dorsale che va dal Passo del Mortirolo alla Valle del Gavia ed è collocato tra il Sasso Grande ed il Monte Serottini. Insieme al Monte Seroti, al sopraccitato Monte Serottini (m. 2967 – cima principale del sottogruppo), ai Corni di Cevole e delle Valli ed al Corno dell’Omacciolo chiude la grande testata della Val Bighera e le belle conche dei molteplici Laghi Seroti. Dall’appuntita e triangolare vetta si diramano tre creste (Ovest, Sud-Est e Nord-Est) abbastanza lunghe e regolari che conferiscono alla montagna, se vista da alcune angolazioni, l’aspetto di una squadrata piramide. I due versanti solivi (Sud ed Est – il primo scosceso ma prevalentemente prativo con intervalli di detriti e affioramenti rocciosi, il secondo molto più ripido e maggiormente roccioso solcato da cenge e canali erbosi), se pur abbastanza diversi tra loro, si contrappongono nettamente al tetro, selvaggio e complicato lato Nord che si erge con una grande e frastagliata parete appoggiata di rocce rotte, solcata da numerosi canali e precipite per parecchie centinaia di metri sulla sottostante Valpiana. Da Mazzo (Valtellina) o da Edolo (Valcamonica) si segue la strada per il Passo del Mortirolo. Poco dopo il Passo (per chi proviene dalla Valtellina), o poco prima (per chi proviene dalla Valcamonica), si imbocca, nei pressi dell’Albergo Mortirolo,la piccola stradina asfaltata (indicazioni) che si inoltra in Valle Varadega e conduce alla Malga Salina Bassa. Si lascia l’auto poco più avanti della malga, presso un incrocio (m. 2125 ca.).


Accesso:

Parcheggiata l’auto, si scende sulla sterrata che conduce verso le Casine di Val Bighera (indicazioni). Superato un piccolo ruscello, si imbocca un sentierino sulla sinistra (m. 2080 ca. - indicazioni dipinte su un sasso) che, con percorso in leggera salita fra prati, rododendri e qualche piccolo larice, taglia la costa destra orografica della Val Bighera e, transitando sotto la Cresta Sud del Monte Seroti, si dirige verso la piccola ma stupenda conca nella quale è incastonato il Lago Seroti Inferiore. Giunti al bellissimo lago (m. 2176 – 35 minuti) si percorre il suo margine orientale (traccia) e si raggiunge un bivio. Si tralascia il sentiero che diparte a destra (“Troj de l´Asen”) e si prende la traccia segnata di sinistra che risale il ripido pendio erboso tra un canale e una fascia rocciosa; Dapprima si attraversa un canale franoso sotto una cascata, si prosegue con una diagonale verso destra, poi, con numerose e faticose svolte, passando appena sulla sinistra di una parete rocciosa, si raggiungono i ripiani erbosi sulla sommità del dosso. Si prosegue su esile traccia seguendo i bolli bianco-rossi che, tra fasce erbose e rocce montonate, conducono fra le piccole conche dei bei Laghi Seroti. Giunti presso la sponda occidentale del più grande e bello Lago Storto (riconoscibile, oltre che per le dimensioni, per la forma ricurva somigliante ad un paio di occhiali), posto proprio sotto la Parete Sud del Monte Serottini, si piega verso destra (Est) e, sormontando un piccolo dosso roccioso (segnavia bianco-rossi ed omini di pietre), si raggiunge la sponda orientale dello stesso lago (m. 2700 – ore 2 dalla macchina).


Descrizione della salita:

Tralasciando i segnavia si risalgono ora, cercando i passaggi più semplici, le rocce montonate sulla destra del lago. Si giunge facilmente all´apice della piccola costa rocciosa che si dirama dalla Cresta Est del monte Serottini. Ora, cercando il punto più agevole, si taglia il ripido pendio di erba e detriti sul versante opposto (Est) raggiungendo un´evidente insellatura sulla cresta spartiacque. Si inizia così a percorrere la lunga dorsale in direzione Est e, aggirato sulla destra un modesto affioramento roccioso (oppure superatolo direttamente sul filo – facile e divertente ma su rocce rotte ed esposte) si raggiunge facilmente la sommità di una prima elevazione (m. 2786 - facilmente aggirabile sul versante meridionale), dalla quale si ha una perfetta visuale sul Corno Tremoncelli e sui sottostanti Laghi Seroti Superiori. Si prosegue in discesa sulla facile cresta per poi riprendere a salire dopo una lieve depressione. Giunti a ridosso della cuspide sommitale del Corno, si lascia il filo di cresta e, seguendo una traccia, si aggira sulla destra (Sud) una zona rocciosa, si attraversa un canale di detriti e, tramite ripide strisce erbose, si supera una piccola e frammentata balza rocciosa (prestare attenzione, specialmente se bagnato). Ora non rimane che riportarsi verso il filo di cresta e percorrerlo facilmente (molto esposto - attenzione) sino a giungere sulla bella vetta del Corno Tremoncelli (m. 2834 – ore 3¾ dalla macchina).


Discesa:

La discesa può svolgersi per lo stesso itinerario di salita oppure per l´itinerario che passa per la Cresta Sud-Est e il “Sentiero dell´Asino” (consigliato) e che, in circa due ore, riconduce al Lago Seroti Inferiore (vedere relazione “Corno Tremoncelli – Via Normale per la Cresta Sud-Est”). Se si decide di seguire quest´ultimo e se la situazione meteorologica lo permette, si consiglia una breve digressione per salire anche il Corno di Cevole Settentrionale (Vedere relazione Corno di Cevole Settentrionale – Via Normale).


Note:

Ambiente splendido e solitario. É possibile, anche se non probabile, incontrare qualcuno fino al Lago Storto poi, il nulla! Solo animali... meraviglioso! Si consiglia di effettuare la salita in tarda stagione (fine settembre – inizio ottobre) quando le giornate sono più limpide ed i contrasti sono più accentuati. Gli scorci sul Gruppo dell´Adamello-Presanella sono indimenticabili. Sulla nuova carta del Parco Nazionale dello Stelvio (INGENIA) alcuni itinerari, come quello per il Lago Storto, non sono segnati. Tuttavia la scala più grande (1:25.000) permette una miglior visione d´insieme della zona. In alternativa si può usare la carta KOMPASS 1:50.000 foglio n°072 “Parco nazionale dello Stelvio”. L´accesso ed un breve tratto della salita sono in comune con la Via Normale del Monte Serottini. Si consiglia di partire presto per evitare le frequenti perturbazioni pomeridiane in arrivo dalla Valcamonica.


© VieNormali.it

Via Normale Corno Tremoncelli - Cresta W - L´evidente insellatura sulla cresta spartiacque, dall´apice della costa rocciosa. Via Normale Corno Tremoncelli - Cresta W - Il Corno Tremoncelli dall´elevazione quotata 2786 m.. Via Normale Corno Tremoncelli - Cresta W - In vetta.
L´evidente insellatura sulla cresta spartiacque, dall´apice della costa rocciosa. Il Corno Tremoncelli dall´elevazione quotata 2786 m.. In vetta.

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Orientali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli

Revisione: relazione rivista e corretta il 29/12/2016 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer