Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Corno di Dombastone - 2623 m


Relazione della salita - Cima n° 1972


Via Normale Corno di Dombastone
Il Corno di Dombastone visto da Nord-Est.
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Orientali - Alpi Retiche - Gruppo Pietra Rossa

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Parcheggio in località Pradaccio (q. 1057 m)

Versante di salita: E

Dislivello di salita: 1575 m - Totale: 3150 m

Tempo di salita: 4,30 h - Totale: 7,30 h

Periodo consigliato: da inizio giugno a metà ottobre

Punti di appoggio: Eventualmente Bivacco S. Occhi in Val Grande - (q. 2041 m.)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - AR - I+ - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: INGENIA 1:25.000 Carta del P.N.S. foglio n°3 “Valcamonica, Passo Gavia e Val di Rezzalo”.
Autore: Gabriele Attanasio Profilo di Gabriele Attanasio - Altre salite dell'autore
Data della salita: 23/092009
Data pubblicazione: 29/07/2011
N° di visualizzazioni: 3183

Introduzione:

Il Corno di Dombastone è l´ultima e la più bassa cima della lunga dorsale che si staglia sulla sinistra orografica della Val di Rezzalo. Visto da Nord, o semplicemente dalla S.S. 36 dello Stelvio (tra Mondadizza e Le Prese), appare come un solitario ed imponente dente roccioso che precipita con una verticale parete alta oltre 150 metri. Visto da sud, invece, risulta come un ripidissimo cono erboso con molte formazioni rocciose affioranti nella sua parte superiore. Pur non essendo alta e conosciuta come alcune vette del circondario, il Corno, sia per l´ambiente molto appartato, sia per le sue forme ardite,sia per il bel panorama, rimane una montagna che appaga parecchio chi la sale. La sua brevissima via normale sfrutta quello che è forse l´unico punto debole della montagna, e cioè l´erbosa ma ripidissima Cresta Est. Questa cima è facilmente abbinabile alle salite del Corno dei Becchi, del Sasso Maurone e del Sasso Grande. Recarsi sulla vecchia S.S. 36 a metà tra Sondalo e la frazione di Mondadizza e prendere una stradina bianca che, proprio da sotto il cavalcavia della nuova S.S. 36 risale tutti i prati e costeggia per un tratto il torrente che scende dalla Val Dombastone. Dopo alcune centinaia di metri, poco prima che la stradina si esaurisca presso un ponte, si trova uno spiazzo presso il quale si parcheggia (cartelli con indicazioni).


Accesso:

Dal parcheggio, seguendo le indicazioni per Dombastone, si attraversa il torrente e si imbocca uno stretto e ripido sentiero che sale con alcuni tornanti la sponda di destra (sinistra orografica – attenzione ad un tratto franoso). Poco più in alto il sentiero riattraversa il torrente e, con altri numerosi tornanti, risale tutto il ripido costone boscoso sulla destra orografica della valle. Si supera la Baita di Forcola (m. 1740) e con un´ulteriore lunga e faticosa risalita si raggiungono prima i prati e poi le bellissime Baite di Dombastone, collocate in una posizione sensazionale (m. 2114 – ore 3). Si prosegue in leggera salita sul sentiero dietro le baite (cartello con indicazioni per il Passo di Dombastone) che, traversando lungamente le pendici sud del Corno, conduce negli splendidi scenari dell´alta Val Dombastone. Si giunge in un primo bell´anfiteatro erboso (marmotte) caratterizzato dalla presenza di alcuni grossi massi sui quali un poeta, nei primi anni ´80, ha scritto alcuni versi per decantare il suo amore nei confronti della montagna. Si risalgono per labile traccia i prati alle spalle di detti massi per giungere al centro di un secondo e più grande anfiteatro che chiude la vallata. Siamo in un incantevole scenario d´alta quota, circondati da belle cime. Da destra verso sinistra possiamo distinguere: il Sasso Grande, il Passo di Dombastone, il Sasso Maurone, la bifida cima del Corno dei Becchi e, in fondo alla cresta, il Corno di Dombastone. Ci si ferma (m. 2500 ca. - ore 3¾) quando il sentiero, che qui si fa di nuovo abbastanza evidente, piega decisamente verso destra e risale i detriti fino al Passo di Dombastone. Il nostro obiettivo, invece, è quello di raggiungere la sella subito a destra (Est) del Corno e che lo divide dalla Cresta Ovest del Corno dei Becchi.


Descrizione della salita:

Ci si allontana dal sentiero e, con direzione Nord senza percorso obbligato (preferibilmente portandosi un po´ più a destra di essa) fra prati e detriti, si raggiunge con un ultimo breve strappetto la sella ad Est del Corno (m. 2550 ca.). Dalla sella si attaccano direttamente le prime roccette della Cresta Est del Corno, che si superano agevolmente. Per ripide chiazze d´erba e qualche roccia si piega leggermente a sinistra per poi ritornare decisamente a destra, quasi sull´orlo della parete Nord (esposto - attenzione). Con una diagonale verso sinistra si raggiunge un punto franoso che si risale in diagonale verso destra. Sulle rocce a sinistra è posto un cavo metallico che può essere d´aiuto specialmente in discesa. Si rimontano ora le ultime roccette e, per zolle erbose molto ripide, si guadagna la verde calotta sommitale del Corno di Dombastone (m. 2623 – ore 4½ dal parcheggio) sulla quale è posto un bel crocifisso di legno. Magnifico panorama a picco su Sondalo e sulle vette vicine, fino al Bernina.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

Non ci sono punti di appoggio nelle immediate vicinanze se non le baite dello splendido alpeggio di Dombastone. Bisogna però che ci sia anche qualcuno nelle baite e questo, tranne che in Agosto, non è per nulla facile. Se proprio si ha bisogno di un punto d´appoggio che permetta anche una facile e rapida discesa a valle, si può valicare il Passo di Dombastone e scendere al bivacco Capanna Saverio Occhi in Val Grande (30 minuti dal passo - versante bresciano). Anche se la salita alla cima del Corno non richiede particolare impegno tecnico, non è da sottovalutare. Bisogna infatti prestare la massima attenzione alla franosità del terreno ed alla ripidità delle infide zolle erbose, estremamente pericolose se bagnate. In questa parte del percorso è assolutamente vietato scivolare. Se si ha tempo a sufficienza, si consiglia di abbinare la salita al Corno dei Becchi o ad una delle facili vette circostanti.


© VieNormali.it

Via Normale Corno di Dombastone - Salendo alla selletta ad Est del Corno. Via Normale Corno di Dombastone - La Cresta Est dalla selletta. Via Normale Corno di Dombastone - Panorama dalla cima.
Salendo alla selletta ad Est del Corno. La Cresta Est dalla selletta. Panorama dalla cima.

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
3 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Orientali:


Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli


  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Kamchatka con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer