Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Mantello - 3517 m


Relazione della salita - Cima n° 1739


Via Normale Monte Mantello
Il Monte Mantello da NE
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Ortles Cevedale

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Rif. Berni (q. 2541 m), strada per il Passo Gavia

Versante di salita: SW

Dislivello di salita: 1050 m - Totale: 2100 m

Tempo di salita: 4,45 h - Totale: 8,30 h

Periodo consigliato: estate

Punti di appoggio: Biv. Battaglione Ortles (q. 3120 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia e roccette, passaggi su roccia
Difficoltà:   EE - A - II - PD (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: TABACCO N. 08 - Ortles-Cevedale 1:25000
Autore: Piero Vardinelli Profilo di Piero Vardinelli - Altre salite dell'autore
Data della salita: 17/08/2000
Data pubblicazione: 27/11/2010
N° di visualizzazioni: 4527

Introduzione:

Il Monte Mantello è il primo rilievo della cresta che dalla Punta San Matteo volge verso SW. Un bel cupolone nevoso con il versante settentrionale ricoperto dal Ghiacciaio del Dosegù e quello meridionale roccioso e dirupato, che si eleva sopra le Vedrette di Val Piana e Villacorna. Viene salito quasi esclusivamente lungo il bellissimo percorso di cresta, che dal Bivacco Battaglione Ortles conduce alla sella che ha in comune con la Punta San Matteo. Con questa vetta condivide anche il valore storico degli importanti fatti d´armi avvenuti quassù nel corso dell´ultimo anno della Grande Guerra. Entrambi capisaldi dell´esercito austro-ungarico, vennero conquistati dalle truppe italiane il 13 agosto 1918. Tre settimane dopo, il 3 settembre, in quella che venne definita la battaglia più alta della storia, gli austriaci riconquistarono l´intera linea e la mantennero fino al termine delle ostilità, respingendo gli italiani sulla Cima Dosegù e Villacorna. Quest´ultima battaglia causò circa cento vittime, da entrambe le parti e fra queste vi fu il valoroso capitano degli Alpini Arnaldo Berni, che assieme a molti altri, quasi certamente, è ancora sepolto sotto i ghiacci della vetta del San Matteo.


Accesso:

Da S. Caterina Valfurva o da Ponte di Legno, si segue la strada del Passo di Gavia. Sul versante tellino, 2 km prima del passo, si raggiunge il Rifugio Berni. Buone possibilità di parcheggio ai lati della strada.


Descrizione della salita:

Dal Rifugio Berni si segue in discesa la stradina che supera su di un ponte il Torrente Gavia e giunge all´ex Rifugio Gavia. Tralasciando a destra il sentiero con il segnavia n. 42 che risale un dosso per poi scendere nella Valle Dosegù, con un´inutile perdita di dislivello, si imbocca quello con il segnavia n. 25 che attraversa il Pian Bormino con brevi saliscendi e raggiunge il Ponte dell´Amicizia. Senza attraversare il ponte si seguono le tracce di sentiero sulla sinistra idrografica, fino a ricollegarci con il sentiero n. 42 che scende dal dosso di (q. 2637 m). Le tracce segnalate portano a risalire verso SE un ripido pendio morenico, alla cui sommità è posto un gradino roccioso. Si sale verso destra, fino ad entrare in una specie di avvallamento detritico, che precede i laghetti formatisi in seguito al ritiro del Ghiacciaio del Passo di Dosegù I (fino al 1920 era ancora collegato con il sottostante Ghiacciaio del Dosegù). Le tracce segnalate proseguono sulla destra idrografica, a fianco dei laghetti e poi verso sinistra. Rimontando rocce e canaletti si raggiunge senza difficoltà il Bivacco Battaglione Ortles. Il sentiero militare prosegue a sinistra della cresta SSE, ma il percorso non è obbligato e fra i resti delle fortificazioni risalenti alla Grande Guerra, si raggiunge la vetta del Pizzo di Val Umbrina (q. 3222 m).
(Vedi anche relazione: Cima Vallumbrina).
Oltre la vetta, la prima parte di cresta è un´alternarsi di brevi saliscendi. Nel prosieguo diventa più ripida, ma sempre facile e si sale prevalentemente a destra del filo. Si superano alcuni risalti, fino a giugere sull´aereo tratto di cresta finale che conduce in vetta alla Cima Villacorna.
(Vedi anche relazione: Cima Villacorna).
Si scende sul versante opposto, prestando attenzione ad eventuali zone ghiacciate, la cresta è in parte nevosa e in parte rocciosa, discretamente affilata, e conduce alla massima depressione fra la Villacorna e il Mantello. La lama di cresta, che è posta poco oltre la sella, è uno dei tratti maggiormente impegnativi (II), una stretta cengia l´attraversa un paio di metri sotto il filo, sul versante S (esposto). Si segue poi la cresta che, sebbene ripida, senza particolari difficoltà conduce in vetta al Monte Mantello.


Discesa:

Dalla cupola di vetta del Monte Mantello si scende lungo la cresta NE, in parte nevosa e in parte rocciosa. Raggiunta la sella fra fra il Mantello e la Punta San Matteo, si può:
a) salire a quest´ultima vetta per la cresta SW o per la cresta NW (vedi relazione a questa vetta);
b) accontentarsi del bellissimo percorso di cresta e scendere lungo il Ghiacciaio del Dosegù, prestando attenzione ai crepacci e, a stagione inoltrata, ai ripidi tratti di ghiaccio vivo. Oltre il ghiacciaio ci si ricollega poi con l´itinerario di salita.
Per chi affronta la traversata in solitaria è consigliabile rifare l´itinerario di cresta, piuttosto che affrontare da soli il ghiacciaio crepacciato. Oppure, e questo è il mio caso, aspettare una cordata che scende dal San Matteo e chiedere un passaggio. Gli amici Sergio e Rosanna acconsentirono.


© VieNormali.it

Via Normale Monte Mantello - L´affilato tratto di cresta tra Villacorna e Mantello Via Normale Monte Mantello - La Cima Villacorna dalla vetta del Monte Mantello Via Normale Monte Mantello - Il San Matteo, dal Mantello
L´affilato tratto di cresta tra Villacorna e Mantello La Cima Villacorna dalla vetta del Monte Mantello Il San Matteo, dal Mantello

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
2 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


L'anima del Gran Zebrù  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli

Revisione: relazione rivista e corretta il 05/02/2012 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer