Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Cima dei Casaletti - 2417 m


Relazione della salita - Cima n° 1706


Foto via normale Cima dei Casaletti non disponibile Regione: Piemonte (VerbaniaItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Lepontine - Gruppo Onsernone

Provincia: Verbania

Punto di partenza: Alpe Cortino (q. 1240 m), Val Vigezzo

Versante di salita: S-W

Dislivello di salita: 1180 m - Totale: 2360 m

Tempo di salita: 3,00 h - Totale: 5,00 h

Periodo consigliato: primavera - autunno

Valle: Val Vigezzo - Altre cime della Val Vigezzo
Punti di appoggio: nessuno
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Senza traccia
Difficoltà:   EE - A - II+ - PD- (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: KOMPASS N. 89 Domodossola
Autore: Oliviero Bellinzani Profilo di Oliviero Bellinzani - Altre salite dell'autore
Data della salita: 07/10/2010
Data pubblicazione: 18/10/2010
N° di visualizzazioni: 2782

Introduzione:

Posta all´ estremità occidentale della lunga cresta pressochè orizzontale che si diparte dalla Pioda di Crana, la Cima dei Casaletti costituisce l´ ultima elevazione prima del Passo di Campeia che la separa dal Pizzo Scheggia, facendo da Trade-Union fra le due vette più importanti della Val Vigezzo. Come centinaia di altre vette alpine la Cima dei Casaletti appartiene allo sterminato elenco delle ´montagne senza nome´, o ´montagne di nessuno´, vale a dire cime poco note e ancor meno frequentate, quasi del tutto ingiustamente dimenticate dai flussi escursionistici nonostante indubbia bellezza e fascino.


Accesso:

Da Milano A26 per Gravellona Toce, che dopo Ornavasso diviene superstrada. Superata Domodossola, si esce a Masera, imboccando la Val Vigezzo che si risale sino alla splendida piana. All´ ingresso di Santa Maria Maggiore, prima rotonda, si gira a sinistra entrando in paese. Quindi di nuovo a sinistra, direzione Crana-Toceno. Da Crana, subito prima dell´ Albergo La Scheggia, si svolta a sinistra per Scarliccio (indicazioni molto scarse), salendo al piccolo Santuario. Da qui si prosegue lungo la valle ove scorre il Melezzo Orientale, passando per la Cappella Orella e il Faie, e scendendo all´ Alpe Cortino. Piccolo parcheggio prima di un ponte in ferro. La strada è vietata in quanto non collaudata, chiedere permesso in Comune a S. M. Maggiore o al Corpo Forestale dello Stato, altrimenti aggiungere un´ ora circa e 300 metri di dislivello in più a quelli dati sia all´ andata che al ritorno.


Descrizione della salita:

Attraversato il ponte in ferro, si va a destra (indicazioni). Dopo un centinaio di metri, superate sulla sinistra delle baite ristrutturate, si entra nel faggeto, salendo ripidamente lungo una crestina ben definita sino ai pascoli dell´ Alpe Anfirn (1585), che si risalgono interamente. Superata l´ ultima baita, dove c´ è una fontana, si rientra nel bosco, e traversando a destra si guada un ruscello arrivando al bivio che a sinistra rimanda al Rifugio Regi e al Pizzo Scheggia. Proseguendo dritti, si continua per Arvogno-Alpe Campo, giungendo dopo alcuni saliscendi, uno dei quali abbastanza ripido, ad un secondo bivio, dove si lascia il sentiero principale e piegando a sinistra ci si inerpica per traccia talvolta poco visibile e mal segnalata (bolli rossi, giallo-rossi, bianco rossi) lungo un dosso che conduce all´ Alpe Campo (1792). Dietro la baita nei pressi dei cartelli, si reperiscono radi segni di passaggio che portano nel lariceto dove il percorso torna evidente, anche se sempre meno segnalato (radi e stinti bolli rossi). Procedendo in falsopiano nell´ incanto del bosco, si arriva ad una radura con resti di baite diroccate, la si attraversa longitudinalmente per intero, e una volta in fondo tenendosi a destra del ruscello, con alcuni tornanti si rimonta sulla destra (due ometti) su ciò che rimane di quella che un tempo doveva essere una bella mulattiera, ora putroppo sempre più invasa da erbacce. Prestare attenzione a non perdere la vaga traccia che si scorge appena percorrendo il fianco della costa che porta negli ampi pascoli sottostanti il Passo Campeia (2199), grosso ometto allo sbocco della traccia eretto dall´ autore per facilitarne il ritrovamento al ritorno. Subito dopo avere guadato il torrentello che segue, ci si alza sui pascoli degradati tenendosi dapprima al margine destro dei rododendri, quindi a sinistra di un secondo ruscello che non si attraversa e accanto al quale corre una traccia, più che altro un´ idea, segnalata dall´ autore con numerosi ometti, soprattutto nella parte alta dove i prati lasciano posto alle pietraie, sino a portarsi sul crinale che fa da spartiacque fra le valli Arvogno e Fenecchio in corrispondenza di un colletto a monte di due grandi gendarmi a destra del Passo Campeia, individuabile dal cartello indicatorio che vi si trova e raggiungibile in pochi minuti. Quindi si segue la cresta S, di roccette e sfasciumi, sino alla confluenza di questa con la rocciosa cresta W, lungo il cui aereo filo (II+), che a sinistra precipita in dirupate pareti, si raggiunge la vetta, segnalata da un cumulo di pietre, dove si può altresì arrivare più facilmente per erba ripida tenendosi alla base delle rocce. (EE)


Discesa:

Come per la salita.


Note:

Percorso seguito a vista dall´ autore in solitaria in un magico vagar di nuvole. Suggestioni.


© VieNormali.it

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


A piedi in Alta Val Chisone  A piedi in Alta Valle Susa  Cento salite in Alta Val Susa e Val Sangone  Montagne di Valsusa  Sentieri in Ossola e Valsesia  Trekking sulle Alpi di Torino  A piedi in Piemonte - Vol. 1  A piedi in Piemonte - Vol. 2
Alta Valsesia  Val Bognanco  Val Divedro  Val Formazza  Val Formazza  Valle Antrona  Valle Anzasca Est  Valle Anzasca Ovest
Valsesia Nord Est  Valsesia Nord Ovest  Valsesia Sud Est  Valsesia Sud Ovest  Alpe Devero  Monte Rosa  Val Formazza  Valsesia 
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Revisione: relazione rivista e corretta il 25/10/2010 dalla redazione di VieNormali.it

  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Kamchatka con Kailas

Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

APP Idea Montagna:
Download Apple Store
Download Google Play Store
Scarica singoli itinerari di montagna
o libri interi sul tuo cellulare o tablet!

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni

Libri di montagna ViviDolomiti

Carte escursionistiche e libri Geo4Map

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer