Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Punta Pedranzini - 3599 m


Relazione della salita - Cima n° 1638


Via Normale Punta Pedranzini
La cima
Regione: Lombardia (SondrioItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Retiche - Gruppo Ortles Cevedale

Provincia: Sondrio

Punto di partenza: Rif. Berni (q. 2541 m), strada per il Passo Gavia

Versante di salita: SE

Dislivello di salita: 1280 m - Totale: 2560 m

Tempo di salita: 4,30 h - Totale: 8,00 h

Periodo consigliato: estate

Valle: Valle del Gavia - Altre cime della Valle del Gavia
Punti di appoggio: Rif. Berni (q. 2541 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia su ghiacciaio
Difficoltà:   EE - A - I+ - F (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: TABACCO N. 08 - Ortles-Cevedale 1:25.000
Autore: Oliviero Bellinzani Profilo di Oliviero Bellinzani - Altre salite dell'autore
Data della salita: 05/09/2010
Data pubblicazione: 06/09/2010
N° di visualizzazioni: 4368

Introduzione:

Posta fra il Pizzo Tresero a W e la Cima Dosegù a E, la Punta Pedranzini nella sua parte superiore si eleva slanciata sulla linea di cresta, contro la quale si vanno a spegnere a S il Ghiacciaio Dosegù e a N quello dei Forni. Ne risulta una linea accattivante, di una certa bellezza, che tuttavia non basta ad attirare il flusso di alpinisti più che altro interessati a San Matteo la gran parte e Tresero. La sua vetta, perciò, in genere viene toccata nel corso della Traversata delle Tredici Cime, grandioso percorso di Cresta dal Tresero al Cevedale, oppure in concatenamento con Tresero e Dosegù (v. nota), mentre meriterebbe un maggiore interesse.


Accesso:

Il Passo Gavia è raggiungibile sia dalla Valtellina, passando per Sondrio, Bormio, S. Caterina Valfurva, che dalla Val Camonica, salendo da Ponte di Legno.


Descrizione della salita:

La salita alla Punta Pedranzini ha un ampio tratto in comune con quella della Punta San Matteo, cui si fa riferimento. Dal Rif. Berni scendere per ponticello ai prati sottostanti e seguire le indicazioni per il San Matteo. Invero si hanno due possibilità di accesso: 1) si attraversano i prati in direzione del vecchio rifugio abbandonato e si segue il sentiero che sale ad un dosso, lo valica e riscende nel vallone di accesso al ghiacciaio (in tal caso si deve prima salire e poi scendere un dislivello di un centinaio di metri) 2) oppure si segue il sentiero 25 sulla sinistra che fornisce l´accesso al Pizzo Tresero, passando per il ponte dell´Amicizia e, senza passare il ponte, seguire il sentierino o campi innevati che risalgono il vallone sulla sinistra orografica del torrente e portano a ricongiungersi al sentierino che scende dal dosso (in tal caso si evita di salire e poi ridiscendere il dosso). Raggiunto il vallone di accesso al ghiacciaio si risale il ripido pendio morenico sulla destra che conduce alla dorsale morenica e poi verso sinistra ai pianeggianti campi innevati di accesso alla fronte del ghiacciaio di Dosegù. Si attraversa la zona quasi pianeggiante e si risale un primo pendio che porta ad un´altro pianoro sotto la seraccata del ghiacciaio. Se le condizioni lo permettono si può risalire la seraccata sulla sinistra per pendio non troppo ripido (35-40°) ma non troppo lungo, con qualche crepaccio ben coperto ad inizio stagione e si accede al pianoro superiore. Altrimenti si risale il ripido (40°, ghiaccio vivo a stagione inoltrata) e più lungo pendio a destra della seraccata, con un ampio arco da destra a sinistra e si raggiunge il pianoro. Si prosegue attraverso il pianoro risalendo un altro breve pendio, un terzo pianoro ed un altro pendio, sinchè non si giunge in vista del Colletto di quota 3550 dove inizia la Cresta W del San Matteo. Si abbandona allora la traccia, piegando decisamente a sinistra, e si percorre la pianeggiante parte sommitale del Ghiacciao superando la Cima Dosegù per portarsi sotto la depressione più bassa tra questa e la Punta Pedranzini. Scegliendo il passaggio migliore a seconda delle condizioni, per ripido pendio nevoso e sfasciumi si risale al colletto (3520 ca) da dove piegando a sinistra si percorre la cresta SE che dopo alcuni spuntoni diviene facile, e su pietrisco o neve si raggiunge la vetta, dove sono presenti resti bellici risalenti alla prima guerra mondiale.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

Splendido itinerario è quello compiuto dall´ autore nel corso della sua ascensione. Dal rifugio Berni, passando per il ponte dell´ amicizia, si sale lungo la normale al Pizzo Tresero (v. relazione), dal quale si scende facilmente per la cresta SE portandosi sotto la NW della Pedranzini. Con arrampicata fino al II+, la si rimonta stando sul filo o poco discosti, uscendo in vetta da cui si discende senza difficoltà al colletto di quota 3520, quindi superati alcuni avancorpi, si affronta la cresta del Dosegù (v. relazione) che presenta difficoltà di II/II+ nella sua parte alta (5,30 ore dal Berni). La discesa avviene lungo la normale di Cima Dosegù. Per chi se la sentisse, dalla Cima Dosegù è possibile raggiungere anche il S. Matteo, completando così la prima o ultima tappa a seconda del senso di marcia della traversata delle tredici cime. A seconda delle condizioni del ghiacciaio, soprattutto a tarda stagioni, le difficoltà possono aumentare sensibilmente per la presenza di seracchi con ghiaccio vivo.


© VieNormali.it

Via Normale Punta Pedranzini - Via Normale Punta Pedranzini - Via Normale Punta Pedranzini -

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
3 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


L'anima del Gran Zebrù  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Arrampicare sportive e moderne in Valtellina, Valchiavenna, Engadina - Guido Lisignoli, Eraldo Meraldi, Andrea Pavan
           >> Solo granito - Mario Sertori e Guido Lisignoli


  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer