Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Corno E di Canzo - 1239 m


Relazione della salita - Cima n° 1439


Via Normale Corno E di Canzo
Il Corno E visto dal Centrale.
Regione: Lombardia (ComoItaliane

Alpi e Gruppo: Prealpi - Prealpi Lombarde - Gruppo Triangolo Lariano

Provincia: Como

Punto di partenza: Valmadrera (q. 300 m), Lecco

Versante di salita: S

Dislivello di salita: 940 m - Totale: 1880 m

Tempo di salita: 3,00 h - Totale: 5,00 h

Periodo consigliato: tutto l´anno

Punti di appoggio: San Tomaso
Tipo di via: Via ferrata
Tipo di percorso: Sentiero e traccia, via ferrata
Difficoltà:   EEA (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: no
Cartografia: KOMPASS N. 91 Lago di Como-Lago di Lugano
Autore: Oliviero Bellinzani Profilo di Oliviero Bellinzani - Altre salite dell'autore
Data della salita: 20/04/2008
Data pubblicazione: 01/03/2010
N° di visualizzazioni: 2655

Introduzione:

Nonostante sia decisamente il più basso fra i Corni di Canzo, spesso definito come il minore, il Corno E è probabilmente il più frequentato fra i tre per la facilità di accesso e per la varietà di percorsi adatti ad ogni gusto e difficoltà, dal didattico alle ferrate, alle vie alpinistiche. Raggiungibile da più versanti ed ultima tappa della traversata delle Cime da W a E (v. relazione), è separato dal Corno Centrale dalla Bocchetta della Luera, vero e proprio crocevia di sentieri, mentre a S presenta dirupi e salti rocciosi inframmezzati da ripidi boschi. L´ itinerario proposto percorre appunto questo versante, risalendo in modo diretto dal piano di Valmadrera fino alla vetta, lungo un percorso talvolta impegnativo, ma mai esasperato, con tratti attrezzati di media difficoltà.


Accesso:

Da Milano superstrada per Lecco, uscita Valmadrera. Giunti in paese, nei pressi della chiesa, si seguono le indicazioni per San Tomaso, cui giunge una stradina sterrata vietata al traffico non autorizzato. Piccolo parcheggio poco prima della sbarra con cartelli indicatori.


Descrizione della salita:

Dal parcheggio, per la sterrata si sale comodamente a S. Tomaso (30´), ameno e panoramico terrazzo prativo (subito dopo il primo tornante una ripida scorciatoia, solitamente invasa dai rovi in estate, consente di risparmiare un buon tratto di strada). Dietro la baita ristorante, si avvia il sentiero n° 8 che, tra boschi di castagno, risale una costa per poi attraversare il ruscello che scorre nella valle in corrispondenza di due caratteristici caselli del latte, recentemente ristrutturati. Risalito il ripido versante opposto lungo uno scivoloso sentiero, si giunge al Colle Gatton (900), pochi metri a monte del Corno Rat, dove i più intrepidi possono giungere con la Ferrata del Trentennale (v. relazione Corno Rat). Seguendo la dorsale meridionale del Corno E, alternando tratti di bosco a crestine rocciose attrezzate con catene, comunque evitabili a sinistra, si giunge sotto la difficoltà più importante, una placca di una quindicina di metri. La si scala aiutati da alcune staffe e una volta superatala, senza ulteriori difficolta per erba e rocce rotte si raggiunge la vetta con grande croce.


Discesa:

Come per la salita, evitando a destra i tratti attrezzati. Oppure, discesi alla Bocchetta della Luera (1200), si può optare per due soluzioni : la prima consiste nell´ abbassarsi a destra sino ad incrociare il sentiero che dal Rifugio SEV raggiunge la Fonte Sambrosera, dalla quale per sentiero segnalato al parcheggio. La seconda consiste invece nello scendere alla Fonte del Fo´ (segnavia 4), da dove per traccia segnalata si torna al Colle Gatton e quindi per la via di salita, oppure tenendosi a destra (indicazioni S. Tomaso) si scende brevemente ad attraversare il ruscello, per poi tenersi lungo la linea di confine dell´ Area Naturale del Sasso Malascarpa, del quale si percorre a mezzacosta il versante N sino ad abbassarsi per un un costone a ricongiungersi col sentiero n° 8 seguito all´ andata.


Note:

Ascensione di buon impegno, interessante sia sotto l´ aspetto escursionistico che ambientale, se unita alla Ferrata del Trentennale OSA al Corno Rat, di cui è una logica prosecuzione, assume una valenza di maggior respiro. Per chi, invece, intendessse compiere soltanto una semplice e poco faticosa escursione raggiungendo comunque una cima, è possibile dalle Fonti di Gajum salire per comodo sentiero alla Colma di Ravella (997), da dove alla Fonte del Fo´ e quindi alla Bocchetta della Luera, dalla quale facilmente alla vetta. Percorso descritto nella relazione della traversata dei Corni quale via di discesa.


© VieNormali.it

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
1 scalatore è stato su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Prealpi:


Prealpi Lombarde Centrali  Prealpi Lombarde Occidentali  Prealpi Bresciane  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Nel giardino di pietra  Corni di Canzo e Moregallo  Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni  Ghiaccio delle Orobie
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Ghiaccio Orobico - Michele Cisana
           >> Arrampicate sportive e moderne fra Lecco e Como - Eugenio Pesci
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 1 - Alessio Pezzotta
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 2
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 3
           >> Prealpi Lombarde Centrali


  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 1

Solo granito - Vol. 2

Solo granito - Vol. 2

Monte Baldo Rock

Monte Baldo Rock

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Nord Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Arrampicare - Dolomiti Sud-Occidentali

Wild Dolomiti

Wild Dolomiti

Ferrate dell'Alto Garda

Ferrate dell'Alto Garda

Prealpi Lombarde Centrali

Prealpi Lombarde Centrali

Il grande libro dei 4000

Il grande libro dei 4000

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 1

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

IV grado Dolomiti Occidentali - Vol. 2

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Dolomiti

Dolomiti

Parco d'Abruzzo

Parco d'Abruzzo

Il Terminillo e i Monti Reatini

Il Terminillo e i Monti Reatini

I 2000 dell Appennino

I 2000 dell Appennino


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer