Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Monte Gradiccioli - 1936 m


Relazione della salita - Cima n° 1401


Via Normale Monte Gradiccioli
Il Gradiccioli durante la traversata Lema-Tamaro. Dalla cresta emergono i M. Magno, Magino e Pola.
Regione: Lombardia (VareseItaliane

Alpi e Gruppo: Prealpi - Prealpi Lombarde - Gruppo Tamaro

Provincia: Varese

Punto di partenza: Ponte di Piero (q. 507 m) - Val Veddasca

Versante di salita: SE

Dislivello di salita: 1450 m - Totale: 2900 m

Tempo di salita: 4,00 h - Totale: 7,00 h

Periodo consigliato: tutto l´anno

Valle: Val Veddasca - Altre cime della Val Veddasca
Punti di appoggio: Cap. Merigetto (q.1500 m), Cap.Passo Agario (q. 1556 m).
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Sentiero segnato
Difficoltà:   EE (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: KOMPASS Lago maggiore
Autore: Oliviero Bellinzani Profilo di Oliviero Bellinzani - Altre salite dell'autore
Data della salita: 20/09/1992
Data pubblicazione: 16/02/2010
N° di visualizzazioni: 6118

Introduzione:

In inverno, dall´ autostrada giungendo a Varese, il Gradiccioli appare quale larga, candida piramide dagli scoscesi fianchi solcati da ripidi canaloni, dando l´ impressione di essere molto più alto di quanto in verità non sia. Come per il vicino Tamaro, è raggiunto da più itinerari, e oltre a quello descritto, piuttosto lungo e faticoso ma molto remunerativo, ve ne sono altri che consentono dislivelli inferiori. Da Neggia o dall´ Alpe Foppa, è possibile salirlo con facilità, concatenadolo a propria discrezione col Tamaro, alla cui relazione si rimanda, ma anche da Miglieglia, Canton Ticino, in funivia sino al Monte Lema, e quindi in traversata lungo le creste passando per Zottone, Magino e Monte Pola, percorrendo parzialmente lo splendido itinerario Lema-Tamaro, considerato uno dei tracciati più belli lungo il confine tra varesotto e ticino. Un discorso a parte merita invece la salita da Arosio (859) che segue la via di salita del Monte Ferraro sino alla Bassa di Arosio (v. relazione), per poi staccarsene e continuare lungo cresta E sino alla vetta, dove recentemente è stata posta una croce. Per ultimo, in inverno consente ottime escursioni sia con gli sci che con le ciaspole, offrendo inoltre belle ascensioni su neve ghiacciata lungo i suoi canaloni con pendenze sino ai 50 gradi.


Accesso:

Da Milano autostrada dei Laghi per Varese, da cui per la Val Ganna a Luino. Dalla rotonda sul lungo lago in uscita paese, prendere in direzione Fornasette-CH ed al termine della salita svoltare a sinistra per Dumenza, proseguendo sino a Curiglia dopo aver superatro le frazioni di Runo, Stivigliano e Due Cossani. Attraversato il paese, si scende a Ponte di Piero, dove termina la strada. Grande parcheggio nel piazzale della funivia che sale a Monteviasco.


Descrizione della salita:

Dal piazzale, su bella mulattiera, famosa per gli innumerevoli scalini e un tempo unico mezzo di accesso al paese, passando per la Cappella del Cardinale Schuster, si sale al caratteristo centro di Monteviasco (1 ora), dove si può giungere anche in funivia risparmiando 400 metri di dislivello. Attraversato il piccolo borgo, su buon sentiero si prosegue lungo la valle, trascurando la deviazione a destra che si incontra un poco più avanti. Con blanda pendenza, si continua lungo il versante S della dorsale che scende dal Monte Pola sino ad uscire dal bosco. Quindi, con salita più ripida si risalgono i pascoli dell´ Alpe Corte (1348), giungendo al gruppo di baite (fontanella) situate poco sotto la linea di cresta ove passa la variante descritta nella nota. Attraversato il ruscello che scende dalla parete a sinistra e che poco più sopra forma una pozza con acqua residua anche in estate, si continua a mezzacosta sino ad un dosso. A questo punto si hanno due possibilità : proseguire col mezzacosta passando accanto ad una caratteristica torre di sassi rotonda la cui funzione è sconosciuta, e raggiungere il Passo Agario (1556), dove si trova la omonima Capanna ricavata da una vecchia costruzione delle Guardie di Confine, e quindi risalire al M. Pola lungo la cresta S, oppure rimontare il dosso giungendo alla Capanna Merigetto del CAI Germignaga (chiavi presso la sede), dalla quale per traccia segnalata in diagonale a destra si sale al Colle tra la quota 1655 e il M. Pola. Scavalcato o contornato a sinistra il Pola ci si immette sul sentiero segnalato proveniente dal Monte Lema che sale dal Passo Agario. Ora non rimane che seguire la facile cresta S fino alla croce di vetta , trascurando il segnavia che a sinistra si dirige a Bassa di Indemini e Tamaro.


Discesa:

Come per la salita.


Note:

Panoramica escursione, facile ma faticosa per il grande dislivello, tuttavia riducibile grazie alla funivia, può essere resa più impegnativa seguendo una variante, spesso utilizzata dall´ autore, che percorre la lunga dorsale W fino al Monte Pola. Una volta a Monteviasco, subito dopo il fontanone a sinistra si sale al cimitero e per traccia si rimonta il costone superando un primo alpeggio con baite per lo più ristrutturate, fino a giungere sul culmine dove se ne trovano altre in forte degrado. Superata l´ ultima di queste, al contrario ottimamente ristrutturata ed in posizione panoramica, si segue fedelmente la dorsale, abbandonando il segnavia quando questo se ne stacca per portarsi a mezzacosta all´ Alpe Corte. Mantenendosi sul filo di cresta, si procede per erba e roccette su rade tracce di animali, giungendo infine dove questa si impenna, poco sopra l´ Alpe Corte. Qui inizia il tratto più impegnativo , che con qualche passo su roccia (II), porta alla Quota 1655, dalla quale si riprende la normale alla sottostante sella col Pola.


© VieNormali.it

Via Normale Monte Gradiccioli - La nuova croce di vetta. Via Normale Monte Gradiccioli - Il Gradiccioli in veste invernale dal Monte Pola.
La nuova croce di vetta. Il Gradiccioli in veste invernale dal Monte Pola.

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
4 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Prealpi:


Prealpi Lombarde Centrali  Prealpi Lombarde Occidentali  Prealpi Bresciane  Ferrate in Lombardia e Svizzera   Nel giardino di pietra  Corni di Canzo e Moregallo  Scialpinismo tra Lombardia e Grigioni  Ghiaccio delle Orobie
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...

Guide escursionistiche Guide escursionistiche consigliate:
           >> Ghiaccio Orobico - Michele Cisana
           >> Arrampicate sportive e moderne fra Lecco e Como - Eugenio Pesci
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 1 - Alessio Pezzotta
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 2
           >> Alpi Orobie Over 2000 - Vol. 3
           >> Prealpi Lombarde Centrali


  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Val Formazza

Carta Val Formazza

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo nelle Alpi Giulie Occidentali

Scialpinismo nelle Alpi Giulie

Appennino di neve e di ghiaccio

Appennino di neve e di ghiaccio

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Ghiaccio Salato

Ghiaccio Salato


Giardini di Cristallo


Scialpinismo in Tirolo


Ciaspolate

Neve libera

Neve libera

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio svizzero

Ghiaccio svizzero

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Alpe Adria Trail

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer