Informativa Cookie: questo sito utilizza cookie tecnici propri necessari al suo funzionamento e cookie di profilazione di terze parti per visualizzare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dagli utenti nella navigazione in rete. Si invita a leggere la Cookie Policy in cui sono presenti le informazioni sui cookie utilizzati dal sito, su quali informazioni vengono raccolte e le istruzioni su come negare il consenso all'installazione di qualunque cookie. La prosecuzione della navigazione mediante accettazione dei cookie, chiusura di questo banner informativo, accesso ad altra area del sito, selezione di un elemento dello stesso sottostante questo banner (ad esempio di una immagine o di un link) o scorrimento della pagina verso il basso comporta l'automatica prestazione del consenso a utilizzare i cookie.

In conformità al provvedimento del Garante della Privacy del 8 maggio 2014, G.U. n. 126 del 3/6/2014, attuazione della Dir. UE sui cookie 2009/136/CE
OKNon accetto i cookie

VieNormali.it
Home | Mappa del sito | Gruppo VN | Shopping | Area Partner   VieNormali su Facebook   Google+ VieNormali   Canale You Tube VieNormali   RSS Feed VieNormali  

Accedi al sito   Registrati al sito   

   
Gruppi Montuosi
Legenda gruppi...

Cerca la cima:
 

Filtri di ricerca >>

Alpi Occidentali:
 
Alpi Centrali:
 
Alpi Orientali:
 
Prealpi:
 
Appennino:
 
Alpi Estere:
 
Quota:
 



Basodino - 3273 m


Relazione della salita - Cima n° 1397


Via Normale Basodino
Il Basodino da E. A destra il Pizzo Cavergno.
Regione: Piemonte (VerbaniaItaliane

Alpi e Gruppo: Alpi Occidentali - Alpi Lepontine - Gruppo Basodino

Provincia: Verbania

Punto di partenza: Riale (q. 1720 m) - Formazza

Versante di salita: W

Dislivello di salita: 1550 m - Totale: 3100 m

Tempo di salita: 5,30 h - Totale: 10,00 h

Periodo consigliato: giugno - settembre

Valle: Val Formazza - Altre cime della Val Formazza
Punti di appoggio: Rif. Maria Luisa (q. 2160 m)
Tipo di via: Via normale
Tipo di percorso: Traccia su ghiacciaio
Difficoltà:   EE - AG - II- - PD (scala difficoltà)
Attrezzatura:
Valutazione:
Libro di vetta: si
Cartografia: KOMPASS N. 89 - Domodossola 1: 50000 - CNS N. 1271 - Basodino
Autore: Oliviero Bellinzani Profilo di Oliviero Bellinzani - Altre salite dell'autore
Data della salita: 01/07/2001
Data pubblicazione: 11/02/2010
N° di visualizzazioni: 8188

Introduzione:

Massima elevazione lungo lo spartiacque che, dividendo l´ Ossola dal Ticino, dal Lago Maggiore arriva sino al Passo S. Giacomo, il Basodino si erge come un enorme ventaglio roccioso a dominare la Piana di Morasco, verso cui mostra una verticale parete ed un Ghiacciaio in continuo regresso. Seconda vetta in ordine di altezza del Canton Ticino, è raggiungibile sia da E che da W, mentre dalla sua sua cima lo spettacolo verso le Alpi Bernesi acquista un effetto artistico di struggente bellezza. Grandiosa la traversata di cresta, una classica di cui si rimanda alla nota, che in successione tocca Kastelhorn, Pizzo Cavergno e Basodino, mentre l´ itinerario descritto, la normale italiana, si svolge interamente sullo scosceso versante W.


Accesso:

Da Milano autostrada per Gravellona Toce, che dopo Ornavasso diviene superstrada, si superano Crodo, Baceno e Premia, giungendo infine a Ponte. Si prosegue per la cascata del Toce, dopo la quale si incontra Riale. Si parcheggia nello spiazzo subito dietro al bivio per Morasco.


Descrizione della salita:

Per sterrata, il cui accesso è vietato alle autovetture, tagliando i tornanti ove possibile, si raggiunge il Rifugio MariaLuisa (2160, 1 ora). Dai pressi del rifugio, si seguono le indicazioni per il Lago Kastel, lo si costeggia interamente sul lato destro, quindi attraversato il Rio Scelp si prosegue a mezzacosta su sentiero segnalato che si snoda fra le rocce sino all´ incantevole Lago Nero (2428), adagiato alle pendici del Corno Talli. Tenendosi alla sua sinistra (N), ci si inoltra in una valletta detritico-nevosa risalendola in direzione del Passo d´ Antabia (3033), aperto fra il TamierHorn (3087) a destra e la Cima S (3236) del Basodino a sinistra. A 2700 metri ca di quota si devia a NW, traversando fin sotto la verticale di vetta, dove si può anche giungere direttamente dal Lago Kastel con lungo diagonale per le moreniche e nevose pendici occidentali del Kastelhorn, passando per il laghetto di quota 2571. Aggirato a sinistra un rognone roccioso, per tracce di passaggio tra le roccette si sale alla vetta.


Discesa:

Come per la salita. Oppure per la normale del versante E (v. relazione), oppure ancora, scendendo per la Cresta NNW al Passo del Basodino (3152), dal quale per la SSE al Pizzo Cavergno, concatenandolo (PD-). Quindi per la Normale di quest´ ultimo (v. relazione).


Note:

Un´ interessante alternativa all´ itinerario proposto consiste nel non piegare alla verticale di vetta, ma raggiungere il Passo d´ Antabia. Da questo per facili pietraie si sale alla Cima S, dalla quale seguendo fedelmente il filo della cresta SSW con gradevole e divertente arrampicata si giunge in vetta (PD), evitando così il tratto più ripido del Ghiacciaio W che a stagione inoltrata è di ghiaccio vivo. Per quanto riguarda la traversata di cresta, invece, questa può essere effettuata in due modi, ´integrale´, oppure ´parziale´ e la differenza consiste nel come si raggiunge la vetta del Kastelhorn. La maniera più semplice è seguirne la normale (v. relazione), l´ altra partendo dalla Bocchetta di Kastel. Dalla bocchetta si attacca la cresta NE e senza particolari difficoltà si raggiunge la Cima di Quota 2944 (F), ardita, ma più piccola piramide gemella del Kastelhorn. Scesi alla Forchetta di Kastel (2914), si riprende la cresta seguendola fin sotto ad uno strapiombo, che si aggira a sinistra grazie ad una cengia. Con arrampicata su placche si ritorna in cresta, la si segue sino a degli spuntoni che si evitano ancora a sinistra, ed infine per un ultimo tratto a blocchi si arriva in cima (AD). Dalla vetta del Kastelhorn si continua per la piatta cresta rocciosa fino alla quota 3129, quindi ci si abbassa ad una sella nevosa dalla quale si risale alla quota 3171, per poi aggirare sul versante italiano il successivo frastagliato tratto (PD). Per rocce anche instabili e canali, in traversata si ritorna sul filo in prossimità della vetta del Pizzo Cavergno, dal quale scendendo per la cresta SSE si raggiunge il Passo Basodino. Quindi, non rimane che salire la cresta NNW di quest´ ultimo (PD-). La discesa avviene per una delle due normali (v. anche l´ altra relazione).


© VieNormali.it

Via Normale Basodino - Il Basodino da S. Via Normale Basodino - L´ autore in vetta con l´ amico Leo. Via Normale Basodino - Il versante W di salita. Da sx Kastelhorn, Pizzo Cavergno e Basodino
Il Basodino da S. L´ autore in vetta con l´ amico Leo. Il versante W di salita. Da sx Kastelhorn, Pizzo Cavergno e Basodino

N° voti: 0

Dai il tuo voto a questa relazione:

1 stella  2 stelle  3 stelle
                                    
4 stelle  5 stelle
                                
Bandierina
3 scalatori sono stati su questa cima

E tu l'hai salita?
  

Segnala la cima Segnala questa cima ad un amico...

Mappa su Google:




Libri suggeriti sulle Alpi Occidentali:


A piedi in Alta Val Chisone  A piedi in Alta Valle Susa  Cento salite in Alta Val Susa e Val Sangone  Montagne di Valsusa  Sentieri in Ossola e Valsesia  Trekking sulle Alpi di Torino  A piedi in Piemonte - Vol. 1  A piedi in Piemonte - Vol. 2
Alta Valsesia  Val Bognanco  Val Divedro  Val Formazza  Val Formazza  Valle Antrona  Valle Anzasca Est  Valle Anzasca Ovest
Valsesia Nord Est  Valsesia Nord Ovest  Valsesia Sud Est  Valsesia Sud Ovest  Alpe Devero  Monte Rosa  Val Formazza  Valsesia 
Ultime 10 scalate Ultime 20 scalate...
Elenco scalate Elenco delle scalate...


  


Condividi su:  Share    




OFFERTE ATTREZZATURA E ACCESSORI OUTDOOR

Libri di montagna

Newsletter

Per ricevere la newsletter periodica del sito inserisci qui il tuo indirizzo e-mail:



Precedenti newsletter >>
Primo Piano

Alta Valsesia

Alta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Valsesia

Carta Val Formazza

Carta Val Formazza

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo in Dolomiti

Scialpinismo nelle Alpi Giulie Occidentali

Scialpinismo nelle Alpi Giulie

Appennino di neve e di ghiaccio

Appennino di neve e di ghiaccio

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Scialpinismo a Cortina d'Ampezzo

Ghiaccio Salato

Ghiaccio Salato


Giardini di Cristallo


Scialpinismo in Tirolo


Ciaspolate

Neve libera

Neve libera

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio d'Appennino

Ghiaccio svizzero

Ghiaccio svizzero

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Alpe Adria Trail

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Family Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia

Walking Experience in Friuli Venezia Giulia


VieNormali consiglia

Dolomiti.it - Portale sulle Dolomiti

Libri di montagna Idea Montagna Editoria e Alpinismo

Libri di montagna Versante Sud

Libri di montagna Iter Edizioni



Save the Children Italia Onlus Climb for life T-shirt Climbers against cancer